Cerca su VerOrizzonte

lunedì 8 febbraio 2016

La salute, innanzitutto

Come ho scritto già nel post "La minaccia del giroscoppio" (ctrl+V):
se possono farti credere di vivere su unaGrande, Grande Palla, possono farti credere qualunque (altra) cosa, e questo è esattamente quello che fanno.

ma purtroppo, com'è evidente, sono ancora pochi, o pochissimi, gli individui in grado di comprendere le proporzioni di questo inganno globale, che sono paragonabili soltanto alle dimensioni della Grande, Grande Palla, e tantomeno di ri/conoscerne la realtà manifesta nelle cronache delle nostre vite quotidiane.

Sarà quindi opportuno ricorrere a degli esempi pratici, che pongano in relazione diretta la realtà occulta del Piano Terreno con ciò che avviene Qui e Ora, per dimostrare in modo chiaro e incontrovertibile l'enormità delle conseguenze che interessano l'intera popolazione di questo mondo.
Innanzitutto, è necessario rivedere l'emblema delle Nazioni Unite, che ho pubblicato in questo blog lo scorso 2 dicembre e, come si è già visto allora, corrisponde perfettamente alla "proiezione azimutale delle terre emerse", a sua volta corrispondente alla mappa della Terra Piana, con tanto di "Circolo Antartico"  - i confini del mondo conosciuto- rappresentato dai simbolici rami di ulivo di biblica memoria:

https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Flag_of_the_United_Nations.svg

A differenza del Governo USA, le cui "missioni di pace" in Medio Oriente e in Africa hanno paradossalmente tutta l'aria di essere vere e proprie guerre, il pubblico tele-vedente si immagina che l'ONU sia un'ente che persegue scopi pacifici sulla base di principi umanitari, elencati da Wikipedia come segue:

  1. mantenere la pace e la sicurezza internazionale;
  2. promuovere la soluzione delle controversie internazionali e risolvere pacificamente le situazioni che potrebbero portare a una rottura della pace;
  3. sviluppare le relazioni amichevoli tra le nazioni sulla base del rispetto del principio di uguaglianza tra gli Stati e l'autodeterminazione dei popoli;
  4. promuovere la cooperazione economica e sociale;
  5. promuovere il rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali a vantaggio di tutti gli individui;
  6. promuovere il disarmo e la disciplina degli armamenti;
  7. promuovere il rispetto per il diritto internazionale e incoraggiarne lo sviluppo progressivo e la sua codificazione.

Paradossalmente, questa Organizzazione fondata su tali sublimi princìpi "dispone anche dell'intervento di contingenti militari, identificati con la locuzione caschi blu dal colore dell'elmetto indossato da tali truppe." (Id.)
Dopo vari "scandali" che hanno avuti per protagonisti, nell'inspiegabile ruolo di cattivi, i suoi contingenti militari il 19 Agosto scorso il Telegraph ha pubblicato questo articolo dal titolo: 

Fresh rape allegations against UN peacekeepers in the Central African Republic
Troops are accused of raping three women - one of whom is a minor - in the latest in a string of abuse claims

ovvero: Nuove accuse di stupro contro i pacificatori dell'ONU nella Repubblica Centro-Africana -- Le truppe sono accusate di avere stuprate tre donne - una delle quali minorenne - nel più recente di una serie di abusi 

Tale serie di abusi, trapelati qua e là durante le incessanti 'missioni di pace' nel 'terzo mondo' per essere trasformati nei soliti effimeri 'scandali' massmediatici, i quali come sempre lasciano il tempo che trovano, è stata rivelata essere da una pubblicazione meno ottimista del Telegraph, come il New American, ben più lunga di quanto immaginabile già nel Settembre 2011, quando scriveva:


Trad.: Le Truppe dell'ONU Accusate di Crimini Sessuali In Tutto Il Mondo

in questo articolo si denunciano gli stupri e gli abusi sessuali dei caschi blu ad Haiti, e violenze sessuali sui bambini in Costa d'Avorio da parte degli stessi 'portatori di pace'; 

"Nel 2007 fu scoperto che ragazze tra le quali giovani di 13 anni facevano sesso con i caschi blu per 1 dollaro ad Haiti", come scrisse il presidente dello Haitian Lawyers Leadership Network Ezili Dantò in una lettera all'ente internazionale. "Inoltre, i soldati dello Sri Lanka furono accusati di stuprare sistematicamente donne e ragazze Haitiane, alcune delle quali avevano solo 7 anni."; 

nello stesso articolo si menziona fra l'altro una indagine della BBC che nel 2006 aveva portati alla luce simili fattacci, denunciati dall'allora presidente dell'ONU Kofi Annan già nel 2004; lo stesso New American aveva già riportato in un articolo precedente che diverse organizzazioni umanitarie locali avevano denunciate le truppe ONU per avere bruciati interi villaggi, stuprate donne e bambini, e per l'uccisione di civili innocenti nella Repubblica Democratica del Congo nel 2010; in apertura qui si legge: 
"Dalla Somalia al Congo, le truppe di supporto e i 'portatori di pace' ONU uccidono, stuprano e lasciano senza casa i civili in una escalation senza precedenti"
In quest'altro articolo intitolato
Sex Abuse by UN “Peace” Troops Becoming Global Scandal
"Gli abusi sessuali delle truppe "pacifiche" ONU divengono uno scandalo globale" (corsivo mio, appunto...)
in apertura leggiamo: "Centinaia di donne e bambine sono state stuprate e abusate sessualmente dai "pacifici" predatori militari dell'ONU, secondo un rapporto ottenuto dall'Associated Press, che si aggiungono al diluvio di scandali riguardanti le uccisioni e gli stupri dei controversi caschi blu"
Etc., etc., etc.
Purtroppo quello riportato qui è soltanto uno tra moltissimi articoli che sono stati pubblicati anche in Italia, e reperibili sul web in Italiano, dove abbiamo letto di recente anche dell'ultimo 'scandalo' per cui tutte le denuncie delle varie organizzazioni umanitarie e dei testimoni degli orrori di cui sopra saranno facilmente eluse dato il potere immenso dell'ONU, il che inevitabilmente rimanda agli innumerevoli 'scandali' dei preti pedofili degli ultimi decenni, che pure non ci risultano essere stati condannati all'ergastolo o alla castrazione chimica, che considero la pena minima per crimini di questo genere... Ma questa è un'altra storia..

Ricercando i termini "crimini caschi blu" su Google, anche il lettore potrà farsi almeno un' idea, tra i 50,400 risultati attualmente disponibili nella nostra lingua sul web, di ciò che realmente portano in giro per il mondo i cosiddetti 'portatori di pace' dell'ONU, più o meno 'assicurati' contro ogni conseguenza delle azioni più odiose possibili e immaginabili -approfittare di una situazione già disperata per aggravarla con ogni tipo di violenza- dall'egida dell'Onnipotente Organizzazione Mondiale. A differenza della Grande Palla, se non altro il materiale di studio accessibile in questo caso è fin troppo, e se consideriamo che che si tratta soltanto dei casi 'trapelati' (così come per quelli dei preti pedofili), che sono divenuti di dominio pubblico solo grazie alle innumerevoli denunce fioccate nel corso dei decenni, io personalmente non voglio nemmeno sapere cosa potrebbe essere la realtà vissuta su simili scenari di guerra, e mi posso accontentare di questi esempi.

(un esempio a caso)


Dunque considero questo dell'ONU un esempio valido di ciò che è la realtà occulta -per quanto sia vanamente e puntualmente denunciata nel continuo susseguirsi di 'missioni di pace' distruttive in cui la dose viene rincarata dai 'portatori di pace' sadici stupratori- di un Ente Internazionale che ha scelto come emblema quello pubblicato sopra, ovvero di un MONDO che evidentemente NON corrisponde alla Figura-Della-Terra nota alle masse, ma che è invece come si è già visto una rappresentazione esatta della Cosmologia Terrestre e del Modello Geocentrico ignoto alla stragrande maggioranza. 

Potremmo dedurne che, utilizzando come simbolo quello di una realtà pressochè sconosciuta e che pure riguarda il mondo intero, allo stesso modo l'ONU è in grado di agire indisturbata e commettere le peggiori atrocità senza pagarne le conseguenze perchè di fatto il SUO mondo, riprodotto sulla SUA bandiera, non è quello in cui tutti -o quasi- credono di vivere; e quindi che la 'verità' che l'utenza eliocentrica accetta di buon grado -quella dipinta da Wikipedia- dove i buoni caschi blu, le truppe al soldo dell'ONU, mantengono la pace, risolvono le controversie, sviluppano relazioni amichevoli, promuovono quelle economico/sociali, il rispetto dei diritti umani (!!!) e il disarmo, NON corrisponde ovviamente alla realtà dei fatti, nella quale essi dovrebbero raggiungere questi risultati ammirevoli stuprando donne e bambini, ammazzando i civili e riducendo in cenere i loro villaggi, tutte cose che al contrario di tante belle 'promesse'  vengono  puntualmente ottenute senza alcuno sforzo, così come infine vengono evitate le conseguenze.


Basta dipingere il carrarmato di bianco, e subito diventa un simbolo di pace...
(Foto: disinfo.com)

Ma dobbiamo anche riconoscere questo, che si tratta di circostanze particolari, ovvero di quelle tragiche situazioni in cui spesso (lo abbiamo visto perlomeno in tanti film) l'uomo della strada, coinvolto improvvisamente in eventi ben più grandi di lui, e trasformato dalla sua divisa nel protagonista di un ruolo inevitabilmente negativo, scopre di possedere istinti 'animaleschi' e di essere capace di azioni altrimenti inimmaginabili nel corso di una esistenza 'normale' come quella che conduceva al paesello, dove si limitava a tirare avanti giorno per giorno e anno per anno, come fa la gran parte della gente.
Citando il Sommo Poeta, 'qui incomincian le dolenti note', perchè come già accennato nel suddetto post riguardante quello dell'ONU, un'altra Organizzazione Mondiale ha adottato lo stesso simbolo, come sfondo per un emblema ancor più evidentemente maligno, e che purtroppo per tutti noi non riguarda le 'circostanze eccezionali' di un conflitto bellico, ma la nostra 'pacifica' vita quotidiana; infatti, come ricorderà il mio lettore, si tratta della Organizzazione Mondiale della Sanità, di cui questa è la bandiera:

Un altro fatto che dobbiamo riconoscere a questo proposito è che in genere, malgrado la annosa, cronica, inguaribile mania bellica del Governo Statunitense e la sua indubbia preparazione in questo campo, i 'tempi di guerra' sono sempre decisamente inferiori a quelli 'di pace', almeno nel 'primo mondo', e se da un lato la guerra è sempre e comunque l'Affare Più Redditizio in assoluto per chi la fa, dall'altro il settore farmaceutico non conosce tregue di sorta, in un mondo dove l'utenza è costantemente e inevitabilmente malata soltanto a cagione di quello che mangia e che beve, per non parlare di tutto il resto...

Qualche tempo fa, e precisamente il 21 Agosto 2014, ho pubblicato su World-Wide-(We)Blog questo post in cui annunciavo la mia "scoperta" di un versetto biblico, tratto dal Libro dell'Apocalisse in Greco, il quale -mi cito- "potrebbe risultare oggi facilmente comprensibile anche per il lettore agnostico, grazie alla singola parola-chiave"; la parola in questione è pharmakeia:



Proseguo qui nella mia citazione (riveduta e corretta) del suddetto post:

"La versione Italiana del versetto recita: "Perché i tuoi mercanti erano i grandi della terra e tutte le nazioni dalle tue droghe furono sedotte." (http://www.bibbiaedu.it/testi/Bibbia_CEI_2008.Ricerca?Libro=Apocalisse&capitolo=18)    Strano caso in cui è la versione Italiana di un testo a rendere l'ambiguità del termine "droghe" (pharmakeia) quando in genere l'Inglese "drugs" vale tanto per i farmaci (di sintesi) quanto per le "street drugs", cioè le temibili sostante illecite...
E certo, "droghe" val bene quanto "stregonerie", perché la storia del "farmaco" è inestricabilmente legata a quella della magia. Così come lo è la sua attualità. "Avvelenatore" e "guaritore" sono tutt'ora sinonimi, così come "veleno" e "rimedio"; basta utilizzare a proposito l'antico termine Argivo.
Wikipedia docet: "Più tardi il termine Pharmakos si trasformò in pharmakeus, che indica una droga, pozione magica, guaritore, avvelenatore, per estensione un mago o uno stregone. Una variante di questo termine è "pharmakon" (φάρμακον), che significa pianta curativa, veleno o droga. Da questa variante deriva il termine moderno "farmacologia"." [fine citazione]  (di Wikipedia =)
Il concetto stesso del φαρμακός come appare ovvio già dalla sintesi wikipedica, è abbastanza antico, ramificato, stratificato, mutevole e controverso da poterci scrivere sopra all'infinito; per questo la formula della compressione jpg che è quella delle immagini condivise sui siti social ci evita uno sforzo ciclopico; ma aldilà delle ambiguità inevitabili e insormontabili, che riguardano alla stessa stregua il testo antico quanto la logosfera telematica moderna, l'utente Italofono medio non deve sforzarsi troppo per trovare qualche legame tra l'antico pharmakos, cioè il concetto propriamente magico del "capro espiatorio" che nel tempo è divenuto sinonimo di terapeutico, e che ricorre negli articoli della "informazione alternativa" di internet menzionato spesso in merito a "Big Pharma", i leviatani dell'industria chimica di morte che costituiscono una delle più potenti lobby nei governi del mondo intero; questa gente oggi non deve corrompere nessuno al governo, mette semplicemente le persone giuste al posto giusto perchè ha tutti i soldi necessari per farlo."

"Un paziente curato è un cliente perduto" - Industria Farmaceutica

"E se anche il più sprovveduto e disinteressato (in ogni senso) dei bloggers ha notizia di questo stato delle cose, non capisco come una questione che ci riguarda tutti indistintamente, nel caso della sanità, della "salute pubblica", e che sottintende un grado di corruzione non soltanto a livello politico, economico, legislativo, ma anche e soprattutto morale, civile, intellettuale e "spirituale", possa essere mantenuta in questa condizione vergognosa con la complicità di ogni "paziente" cliente dell' industria farmaceutica.
E' una situazione che sarebbe ovviamente intollerabile, e di fatto non sarebbe tollerata da un'utenza consapevole, se mai potesse esistere un simile paradosso-in-termini come questo. Ma in effetti il fantomatico complesso militar-industriale ha creata innanzitutto una Utenza Globale, che nella stragrande maggioranza dei casi negli ultimi decenni è rimasta agli antipodi di ogni possibile idea di consapevolezza, durante il "boom economico", con l'esplosione disastrosa delle grandi industrie, con la migrazione in massa dalle comunità agricole ai centri urbani, e dalla salute eterna alla malattia cronica.
Oggi ci troviamo a vivere questo paradosso estremo dell'evoluzione politica umana, in cui abbiamo tutta la tecnologia necessaria e la buona predisposizione d'animo, quasi-istintiva, verso la terra e la Terra tutta, che ci è rimasta in lascito da qualche avo bifolco meno intossicato di noi; ma il mondo dell'uomo, possiamo solo ammetterlo, è la città, e la convivenza stessa dell'uomo in un ambiente artificiale , la stessa polis da cui venne la politica e la polizia, è regolata oggi come sempre da un sistema di mafie tecnocratiche, un esercito sterminato di soldati che combattono ogni giorno per la propria sopravvivenza nel mercato azionario mondiale; la maggioranza di loro non porta una uniforme ma una divisa, perché sono tutti stati as/soldati da quella che Giovanni profeticamente descrisse come la madre di tutte le prostitute... Le vere profezie sono quelle che chiunque può dire valide in ogni momento della storia, e questa è sicuramente valida, al di là delle nostre preferenze religiose."

Per caso (se mai esiste qualcosa di simile) proprio ieri sera ho ritrovata la citazione del medesimo versetto apocalittico in lingua Greca sul sito "World's Last Chance" il quale, casualmente, sfoggia questo bel logo con un modello della Terra Piatta:

www.worldslastchance.com/

Già il titolo dell'articolo, "Stregoneria Mascherata: La Trappola Segreta di Satana", rivela la tendenza religiosa - più che scientifica- del sito in questione (poichè lo sappiamo, come nell'antica cosmologia Ebraica, quella giudeo/cristiana originale contemplava lo stesso modello geocentrico condiviso da ogni civiltà e in ogni epoca precedente la rivoluzione copernicana) e non di meno qui vengono riportate alcune delle nozioni fondamentali e delle sagge conclusioni alle quali era giunto, per conto suo, il blogger, che non aveva però considerata nel post succitato l'evidenza più ovvia, del bastone di Esculapio preso ad emblema della medicina che viene raffigurato -a differenza del Caduceo, con il quale è comunemente confuso- con un solo serpente attorcigliato; quale che sia il motivo della coppia di anguipedi rispetto al singolo, la figura del serpente è assimilata invariabilmente a quella diabolica fin dai primi capitoli della Genesi biblica, e a questa evidenza si rifà l'autore dell'articolo per evidenziare tutti quegli aspetti notoriamente e indubbiamente malefici dei farmaci di sintesi, e dell'intera industria nota presso gli anglofoni come 'Big Pharma'. Stranamente, come riporta ancora Wikipedia a proposito del caduceo, malgrado la suddetta distinzione dalla verga di Esculapio, "La tradizione vuole che i serpenti in questione siano esemplari di Zamenis longissimus, detto anche «Colubro di Esculapio»..."

https://www.worldslastchance.com/end-time-prophecy/masquerading-sorcery-satans-secret-trap.html

In realtà la simbologia del serpente è antica quanto l'uomo, diffusa nei più svariati contesti, e mentre la sua ambivalenza (forse all'origine del "doppio" serpente nel caduceo, che pure rimanda alla doppia elica del DNA) meglio si presterebbe a simboleggiare la natura del pharmakos, che è quella di una intossicazione terapeutica, come pure di un rimedio intossicante (dal veleno si trae l'antidoto), l'episodio biblico di Mosè che su consiglio di Dio in persona guarisce dal morso dei serpenti (Numeri 21, 8-9) per mezzo di un serpente di rame o di bronzo --ricordando il gioco-di-parole intraducibile tra l'Ebraico “nahas” (cala­mità) e “nahàs” (rame)-- potrebbe rimandare alla struttura dell'alambicco per la distillazione, che è in genere di rame e provvisto appunto di una serpentina -o serpentino- il quale citando Wikipedia "è stato usato per produrre profumi, medicine, acqua da iniezione per uso farmaceutico"...
Ma questa è una mia teoria personale di cui non ho mai letto altrove, e la riporto qui solo per la straordinaria coincidenza dei termini che si direbbe perfetta nel nostro moderno idioma, derivato dalla 'Lingua del Mistero' per eccellenza che è il Latino. Devo ricordarlo, viviamo in un mondo-di-parole, e nella Logosfera Cattolica in cui siamo costretti -citando ancora 'Giovanni' "in principio era il Logos"... e questo rimane il principio di tutto e di ogni cosa, Qui e Ora.

In ogni caso, non sarebbe forse opportuno per i medici, le istituzioni sanitarie e 'big pharma' in generale utilizzare lo stesso emblema di Hermes, che tra le altre cose era dio del commercio ma anche dei ladri, e quindi potremmo attribuire a una questione di mera convenienza la scelta del bastone di Asclepio rispetto al più antico, e più decisamente 'pagano' caduceo... 
Comunque sia, negli ultimi tempi sono state condivise da vari gruppi 'salutistici' su Facebook le notizie di alcuni "scandali" (come sempre molto effimeri) originati dalle gravi accuse contro diversi medici i quali hanno 'diagnosticato' un tumore a pazienti che al contrario erano perfettamente sani, e riporto qui la notizia del caso più recente e più clamoroso, quello del Dr. Farid Fata di Detroit (Michigan), condannato a 45 anni di carcere per avere letteralmente rovinata la vita a oltre 500 pazienti, sottoposti a 'cure' inutili, devastanti per la loro salute e non  di meno costosissime, riducendoli contemporaneamente sul lastrico e  diventando multi-milionario nel processo:


Il sorridente birbantello nell'articolo del Daily Mail Online


Questo moderno, occasionale 'capro espiatorio' (che  curiosamente è anche un sinonimo dell'originale pharmakos dell'antichità Greca) non soltanto incarna l'essenza malefica (appunto) della medicina, ma è anche l'occasione per riflettere sulla realtà del recente e sempre più intenso 'boom' di malattie gravi e gravissime, le quali richiedono ogni genere di terapia e/o "intervento" da parte dello 'specialista' di turno, che si tratti di una costosa chemioterapia (in genere ben più dannosa del presunto male stesso) o di un'operazione chirurgica. Tutto considerato, seppure accantonando per un attimo la presunta ombra diabolica rappresentata dall'inconfondibile figura del serpente, eletto a simbolo della categoria e della potentissima lobby farmaceutica, abbiamo già avuto modo di considerare più sopra quali siano di fatto -e non sulla carta- le attività dei 'portatori di pace' dell'ONU, la quale ha adottato il simbolo del 'vero mondo' distinto dalla Grande, Grande Palla, in quelle 'circostanze straordinarie' che richiedono l'intervento dei temibilissimi caschi blu, non è lecito per noi a questo punto -se non altro- immaginare quali potrebbero essere i reali intenti nelle circostanze affatto 'ordinarie' delle nostre anamnesi, di tutti coloro i quali hanno prestato il giuramento di Ippocrate per poi (questo è certo, e verificabile immediatamente leggendone il testo) contravvenire puntualmente e senza eccezione ad ognuno dei suoi principi tanto lodevoli e caritatevoli sulla carta, visto e considerato che la OMS ha eletto a proprio simbolo lo stesso "mondo reale" sconosciuto al 99% dei pazienti globali, e che la "innocua" aspirina e altri comuni anti-infiammatori prescritti a ogni piè sospinto e/o comprati senza ricetta uccidono una media di almeno 16.500 persone ogni anno tra i soli pazienti affetti da artrite (secondo le stime del 1998 di una testata autorevole come il The American Journal of Medicine, citata qui) ?

(I dottori dicono "Non sono sicuro di cosa ci sia che non va in te...
Ma sto per darti un po' di veleno"
)
Postato da Natural Cures Not Medicine ieri su Facebook

Se l'Organizzazione Mondiale per la "Pace", come si è visto, porta qualcosa che è per certi versi anche peggio della guerra dove questa è già in atto, cosa potrebbe portare l'Organizzazione Mondiale per la "Salute", dove la malattia ha già fatta la sua parte? 

Non voglio fare come si dice "di ogni erba un fascio", ma se esiste un solo dottore 'buono', sapendo del pericolo reale e tangibile costituito da ogni singolo farmaco di sintesi e da tutti loro, chi tra noi conosce quel medico che, al contrario di tutti i suoi colleghi, prescrive ai suoi pazienti una 'ricetta' davvero salutare come quella consigliata dallo stesso World's Last Chance, e che consiste  esclusivamente di:
  1. Alimentazione (a base di frutta e verdura, naturalmente -- aggiungo io)
  2. Esercizio
  3. Acqua
  4. Luce solare
  5. Astinenza dall'alcol
  6. Aria pura
  7. Riposo
e l'eventuale 8. Attitudine alla gratitudine, quale che sia il nostro credo e il nostro pensiero riguardo quello stesso dio che il curatore del sito in questione sembra davvero adorare ignorando forse il fatto che le suddette Organizzazioni Mondiali per la Guerra, la Malattia e la Morte sono state benedette dai vicari del suddetto sulla Terra, e che la chiesa Cattolica Romana è di fatto La Più Grande Holding Company Mai Esistita?


Qualcuno ha mai sentito dire questo da qualche altro oncologo, o letta una simile informazione altrove?
(postato oggi su Facebook)

Un ultimo fattore degno di considerazione a questo proposito è che una cura ormai accertata da tutti tranne che dai presunti 'esperti', per malattie gravi e invalidanti e anche 'incurabili' come certi cancri, è una pianta notoriamente bandita dal consorzio civile, la temibilissima canapa, che avevo già citata nel mio post di cui sopra e che per qualche motivo incomprensibile continua a figurare (anche in Italia) nella "tabella" delle droghe illecite considerate prive di ogni possibile proprietà curativa e anzi dannose per la salute, motivo per cui la coltivazione e il commercio sono vietati dalla legge fin dal lontano 1937, mentre sul sito governativo dei brevetti (patents) USA risulta dal 2003, archiviata nel 1999 e con una prima  registrazione del 1942 (!!!) come avente "proprietà antiossidanti", "utile nella profilassi di una vasta gamma di patologie associate all'ossidazione", ovvero "ischemiche, relative all'anzianità, infiammatorie e autoimmunitarie", e dove i cannabinoidi (principi attivi della canapa) sono definiti come neuroprotettori, "utili per limitare i danni neurologici post-ischemici, come colpi apoplettici e traumi, e nel  trattamento di patologie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer, di Parkinson, e HIV"...
Il documento completo è accessibile all'URL seguente sul sito ufficiale dei brevetti statunitensi:
http://patft.uspto.gov/netacgi/nph-Parser?Sect1=PTO1&Sect2=HITOFF&d=PALL&p=1&u=%2Fnetahtml%2FPTO%2Fsrchnum.htm&r=1&f=G&l=50&s1=6630507.PN.&OS=PN%2F6630507&RS=PN%2F6630507

"E' una cosa strana quando la natura è considerata illegale"
ma cosa potrebbe non essere 'strano' su una palla rotante a 1000 miglia orarie...?


E va notato anche questo, nel brevetto non si menziona nemmeno il cancro, ovviamente, malgrado questa 'terapia alternativa' anti-tumorale sia già ufficialmente disponibile in qualche paese meno disastrato del nostro, ed è in fondo questa la sua proprietà più nota tra i veri salutisti, ma è anche la meno propagandata e la più temuta in assoluto dal mondo medico poichè, come titola giustamente questo articolo di Health Impact News "L'Industria del Cancro è Troppo Prospera per Permettere Una Cura"... 
Non parliamo nemmeno del fatto che i carboidrati sono sospettati di essere una delle cause primarie di questo "male incurabile"... Non per adesso, almeno. Questo post è già talmente pesante che comincio a sentire un lieve malessere...

Ma un fattore estremamente importante che dev'essere considerato infine è quello che riguarda appunto le cosiddette 'droghe', o sostanze d'abuso, che esse siano di fatto lecite o illecite a seconda della legislazione vigente; a differenza del singolo caso, dell'individuo trasformato in 'paziente' dal sistema sanitario, quale che sia il male che lo affligge, qui si tratta della regolamentazione a livello mondiale di tali sostanze e del loro consumo, e se abbiamo ogni valido motivo per ritenere quella che attualmente è vietata dalla legge, ma allo stesso tempo è stata scientificamente provata essere una vera e propria panacea (V. post-it), una CURA universale e universalmente proibita, dal momento che i Governi non brevettano sostanze inefficaci con le motivazioni di cui abbiamo letto sopra -e del resto abbiamo l'intera storia della medicina a testimoniare che la canapa è sempre comparsa nella farmacopea dell'umanità, fino al tragico momento in cui subentrò la sua proibizione- dobbiamo allo stesso modo considerare quelle che invece sono le sostanze d'abuso lecite, le quali non di meno sono monopolizzate dagli stessi governi che proibiscono la canapa nella grandissima parte del mondo Occidentale (ma anche in quello Orientale) e che purtroppo conosciamo tutti, sono l'alcol e il tabacco.Per non re-citare ancora l'antico adagio popolare che vale comunque la pena di ricordare, dal momento che parla solo di 'bacco e tabacco' e non prevede altro al di là di ciò che invece non si può vietare (ma si può vendere), è la stessa WHO (World Health Organization), che noi conosciamo come OMS a fornirci alcune informazioni interessanti in proposito dell'alcol in questa pagina, da cui risulta che "nel 2012 3.3 milioni di morti , o il 5,9% dei decessi globali (SIC) sono stati attribuiti al consumo di alcol". Sappiamo per certo che lo stesso anno, come in ogni altro anno dall'alba dei tempi a oggi le morti attribuibili al consumo di canapa sono state 0, e non c'è verso che tale dato statistico possa essere modificato in alcun modo in futuro, mentre quelli riguardanti l'alcol sono destinati a peggiorare in proporzione diretta alla crescita demografica, e alla invariabilità delle leggi.
Qui leggiamo pure che la "politica d'intervento" dell'OMS/WHO in questo caso è quella di fare qualunque cosa tranne proibire un simile veleno alla stregua della canapa, come di ogni altra sostanza illecita, e se non ci chiediamo ancora il motivo di questa vergognosa assurdità, sicuramente abbiamo dei seri problemi di alcolismo, oppure siamo pronti per il ricovero in una clinica per pazzi furiosi.
Nella pagina dedicata al tabacco, la stessa WHO ci informa del fatto che esso "uccide metà dei consumatori", ovvero 6 milioni di persone ogni anno, delle quali oltre 600.000 sono vittime del "fumo passivo"; l'ultimo punto di questo breve elenco curiosamente riporta il fatto che "circa l'80% del miliardo di fumatori vivono in paesi a basso/medio reddito"..
Come a dire, "tanto sono dei poveracci, che vivono a fare?"
Ovviamente, sappiamo che la canapa non uccide nè ha mai ucciso un singolo consumatore, e il 100% dei fumatori di "erba" vivono in tutto il mondo, e rientrano in ogni fascia di età, sesso e religione -- e reddito (!)

Dunque questi sono i dati che riguardano le 'sostanze lecite', quelle sulle quali i governi di tutto il mondo intascano regolarmente la tassa del monopolio statale, per come sono illustrati sul sito di quella che chiamano "Organizzazione Mondiale della Salute"; a questo punto non è lecito per noi domandarci perchè invece non si chiami 'Organizzazione Mondiale della Malattia e della Morte', dal momento che se costoro sono i diretti responsabili della politica e della regolamentazione legislativa riguardante qualunque tipo di sostanza (naturalmente di origine vegetale) venduta nel mondo, il loro DOVERE primario dovrebbe essere di proibire quelle nocive e MORTALI, le quali sono invece le più vendute e le più diffuse a livello internazionale? Inutile ribadire il fatto che quelle "sostanze" (vegetali) le quali al contrario sono notoriamente salutari e benefiche dovrebbero essere non soltatnto liberamente accessibili da tutti, ma coltivate e distribuite gratuitamente (poichè questo è il costo reale di una pianta, quello di un seme) tra i "pazienti" di qualunque malattia possibile...
Lo sappiamo bene, esistono le 'lobbies' al governo, le cose non sono "così facili" come sembrano, nel quadro generale; ma questo non modifica poco o punto, nè tantomeno può giustificare in alcun modo, lo stato delle cose attuale.




Infine, la cosa che risulta più preoccupante, e che del resto spiega il motivo per cui simili mostruosità non sono soltanto possibili, ma molto facilmente attuabili a livello massivo, e addirittura spesso accolte a braccia aperte dall'Untente Medio -non mi riferisco ovviamente a stupri e massacri "segreti", ma all'accettazione passiva e al supporto attivo delle pratiche mediche e delle terapie chimiche suddette, benchè le due cose siano evidentemente correlate- come le legislazioni inique delle varie 'sostanze', è il fatto che quella stessa gente che pur avendo ri-conosciute le origini indubitabili e il vero significato dello swastika (di cui ho scritto qui) come uno dei simboli più antichi e più diffusi, e senz'altro il più positivo in assoluto, ancora lo ritiene 'sconveniente' solo a cagione dell'uso che ne fece il partito nazionalsocialista Tedesco in un'epoca storicamente recente, mentre al contrario non si preoccupa affatto di quelle realtà attuali altrettanto innegabili che impongono all'intera popolazione mondiale trattamenti che nell' "immaginario collettivo" moderno corrispondono perfettamente a quelle atrocità che sono state propagandate per decenni come "naziste", per cui anzichè temere e divulgare la realtà degli scempi compiuti dall'ONU e dall'OMS tanto in tempi di guerra come in quelli di (relativa) 'pace' insistono nel fare il gioco dei padroni delle loro menti, e seppur avendo magari riconosciutà la Realtà del Piano Terreno in quanto tale ignorano o negano quella che dovrebbe indurli spontaneamente e istintivamente a disprezzare l'emblema della 'terra piatta' per come viene utilizzato dai suddetti, per aggravare ulteriormente la sorte del Simbolo del Benessere destinato da qualcuno a rappresentare il 'male' in un mondo che oggi invece è notoriamente soggiogato al potere di matrice sionista, di cui non starò a ricordare ancora le origini. Un simile sfoggio di pochezza intellettuale, ma anche intellettiva, porta a pensare che in fondo ognuno ha quello che si merita, ma dal momento che si tratta di realtà che nostro malgrado riguardano tutti noi indistintamente, del motivo stesso per cui esistono simili associazioni mondiali, e per cui esse hanno il potere necessario per fare ciò che fanno, per questo blogger è impossibile chinare la testa e ignorarle come ritiene "conveniente" fare la maggioranza, e per la stessa ragione per cui mi dedico alla ricerca della Questione Più Fondamentale trattata in questo blog, mi sento obbligato a portare all'attenzione del mio lettore l'assurdità di questo comportamento generale che rivela il potere infinito del Controllo Mentale esercitato sulle masse tele-vedenti, ammaestrate ad accettare le verità ufficiali a discapito della realtà e di una libertà che di questo passo potrà soltanto essere sempre più ridotta, e calpestata quotidianamente con la complicità di ogni singolo individuo dotato di ragione il quale rimanga indifferente  o peggio si aggreghi ai sostenitori di verità impossibili, il fondamento della Falsità Dominante, e si dimostri in questo modo disposto a 'far girare il mondo' per come lo conosciamo oggi, per come viene imposto in tutta la sua incredibile iniquità, malgrado la sua eterna, pacifica immobilità sul fondo dei cieli.

P.S.: merita una nota il logo dell'American Cancer Society; è un'immagine che rappresenta efficacemente l'idea del "cancro", anche se nel contempo può suggerire che questo termine sia una analogia riferita alla stessa Società del Cancro Americano:


"Inquietante"

Nessun commento:

Posta un commento