Cerca su VerOrizzonte

venerdì 22 gennaio 2016

100 prove alla volta

Mi sono risolto di dividere l'ebook di Eric Dubay "200 proofs Earth is not a spinning ball" in due capitoli da 100 prove alla volta, di cui pubblico qui il primo centinaio mentre proseguo con la traduzione della seconda parte. Il testo completo in Inglese è accessibile in HTML con tanto di illustrazioni sul sito The Atlantean Conspiracy (http://www.atlanteanconspiracy.com/2015/08/200-proofs-earth-is-not-spinning-ball.html) con questo link per scaricare il file PDF dell'ebook.
Su Youtube è visibile il video-libro in Inglese, pubblicato e narrato dallo stesso Dubay, che allego qui sotto, prima della mia traduzione. 


200 prove che la Terra non è una palla rotante 
di Eric Dubay / Parte prima

1) L'orizzonte appare sempre perfettamente piatto per 360 gradi attorno all'osservatore, a prescindere dall'altitudine. Tutti i filmati di missili, aerei e droni mostrano un orizzonte completamente piatto ad oltre 20 miglia d'altezza. Solo la NASA e altre "agenzie spaziali" governative mostrano una curvatura nei loro falsi video/fotografici.

2) L'orizzonte si pone sempre al livello dell'occhio dell'osservatore acquistando altezza, per cui non è mai necessario guardare in basso per vederlo. Se la Terra fosse di fatto un globo, non importa quanto grande, mentre si sale l'orizzonte dovrebbe restare fisso al di sotto, e l'osservatore dovrebbe inclinarsi sempre più verso il basso per poterlo vedere.

3) La fisica naturale dell'acqua è quella di raggiungere e mantenere il proprio livello. Se la Terra fosse una sfera gigante inclinata, che gira e rigira nello spazio infinito, delle superfici consistenti d'acqua con un livello invariato non esisterebbero. Ma da che la Terra è di fatto un piano questa proprietà fisica fondamentale dei fluidi che raggiungono e permangono ad un certo livello corrisponde all'esperienza e al buon senso.

4) I fiumi scorrono in basso verso il livello del mare trovando la via più semplice a Nord, Sud, Est e Ovest e in ogni direzione intermedia sulla Terra. Se la Terra fosse una palla rotante molti di questi fiumi scorrerebbero in modo impossibile verso l'alto, ad es. il Mississippi nelle sue 3000 miglia dovrebbe percorrere in salita 11 miglia prima di raggiungere il Golfo del Messico.

5) Una parte del fiume Nilo scorre per un migliaio di miglia con una discesa di un solo piede. Tratti del Congo nell'Africa Occidentale, secondo la presunta inclinazione e il movimento della Terra-palla, scorrerebbero alternativamente verso l'alto e verso il basso. Lo stesso accadrebbe con il Paranà in Uruguay, e altri lunghi fiumi.

6) Se la Terra fosse una palla di 25.000 miglia di circonferenza come la NASA e la moderna astronomia sostengono, la trigonometria sferica vorrebbe che la superficie di tutte le acque si incurvasse verso il basso per una misura facilmente riscontrabile di otto pollici per miglio, moltiplicato per il quadrato della distanza. Questo significa che lungo un canale idrico di sei miglia la Terra dovrebbe apparire abbassata di 6 piedi dal punto centrale. Ogni volta che questo esperimento è stato condotto, tuttavia, le acque si sono sempre dimostrate essere perfettamente a livello.

7) Agrimensori, ingegneri e architetti non hanno mai dovuta tenere in considerazione la presunta curvatura della Terra nei loro progetti. Canali, ferrovie, ponti e tunnels, per esempio, sono sempre costruiti e posati orizzontalmente, talvolta per migliaia di miglia senza alcun riguardo per curvatura.

8) Il canale di Suez che connette il Mediterraneo con il Mar Rosso è lungo 100 miglia, senza una sola congiunzione che renda le acque una continuazione ininterrotta dei due mari. Quando fu costruito la supposta curvatura della Terra non fu tenuta in considerazione, fu scavato lungo una linea di riferimento orizzontale 26 piedi al di sotto del livello del mare, passando attraverso diversi laghi da un mare all'altro, con la linea  di riferimento e le acque sempre perfettamente parallele per oltre 100 miglia.

9) L'ing. Winckler fu citato a proposito della curvatura dalla rivista Earth Review, in cui affermò: "Come ingegnere con una annosa esperienza, mi sono reso conto che questa assurda tolleranza esiste soltanto nei libri scolastici. Nessun ingegnere si sognerebbe di calcolare niente del genere. Ho progettate diverse miglia di ferrovia e molte altre di canali e questo fattore non è mai stato tenuto in considerazione, e tantomeno è stata calcolata la tolleranza. Questa tolleranza per la curvatura significa questo, che ci sono otto pollici per il primo miglio di un canale, e la misura aumenta in proporzione del quadrato della distanza in miglia; quindi un piccolo canale navigabile, diciamo di 30 miglia, dovrebbe secondo la suddetta regola avere una tolleranza per la curvatura di 600 piedi. Pensate a questo, e poi perfavore non dite in giro che gli ingegneri sono tanto stupidi. Niente di simile viene mai calcolato. Non ci preoccupiamo di calcolare 600 piedi di tolleranza per un tratto ferroviario o un canale di 30 miglia, più di quanto non pensiamo di far quadrare un cerchio"


10) La ferrovia London and Northwestern Railway forma una linea retta di 180 miglia tra Londra e Liverpool. Il punto più alto della ferrovia che è a mezza strada, alla stazione di Birmingham, è solo 240 piedi SLM. Se il mondo fosse di fatto un globo, con una curva di otto pollici per miglio al quadrato, la  tratta di 180 miglia formerebe un arco con il punto centrale a Birmingham alto più di un miglio, oltre 5.400 piedi sopra Londra e Liverpool.

11) Un agrimensore e ingegnere di trent'annni pubblicò sul Birmingham Weekly: "Ho una conoscenza completa della teoria e della pratica dell'ingegneria civile. Per quanto bigotto possa essere qualcuno dei nostri professori nella teoria dell'agrimensura secondo le regole prescritte, è ben noto tra noi che tali misurazioni teoriche sono INADATTE A QUALUNQUE FIGURA PRATICA. 
Tutte le nostre locomotive sono disegnate per funzionare su quello che si può considerare LIVELLATO o PIANO. Esistono, ovviamente, inclinazioni parziali o dislivelli qua e là, ma sono sempre accuratamente definiti e devono essere attentamente calcolati. Ma su qualunque cosa che si avvicini a otto pollici per miglio, e che aumenti al quadrato della distanza, NESSUNA MOTRICE CHE SIA MAI STATA COSTRUITA POTREBBE FUNZIONARE.

Confrontando le stazioni in tutta Inghilterra e la Scozia, si potrebbe dire che tutte le piattaforme sono SULLO STESSO LIVELLO RELATIVO. La distanza fra la costa Orientale e quella Occidentale dell'Inghilterra si può stabilire sulle 300 miglia. Se la prevista curvatura fosse davvero com'è figurata, le stazioni centrali a Rugby o Warwick dovrebbero essere prossime alle tre miglia in altezza, su una corda tracciata fra le due estremità. Se questo fosse il caso, non si troverebbe un conducente o un fuochista nel Regno che si prenderebbero l'incarico di portare un treno. Possiamo soltanto ridere di coloro tra voi lettori che hanno seriamente dato credito a simili azzardate millanterie, come il condurre treni attorno a curve sferiche. Le curve orizzontali sul livello sono già abbastanza pericolose, le curve verticali sarebbero mille volte peggio, e con le locomotive costruite attualmente sarebbe fisicamente impossibile." 

12) La Manchester Ship Canal Company fu citata sullo Earth Review: "E' consuetudine nella costruzione di ferrovie e di canali che tutti i livelli si riferiscano a un dato livello che è nominalmente orizzontale e così viene rappresentato in ogni sezione. Non appartiene alla pratica nella stesura di lavori pubblici considerare la tolleranza della curvatura terrestre. (SIC)

13) In un esperimento Francese del 19mo Secolo condotto da M.M. Biot e Arago una potente lampada con buoni riflettori fu posizionata sulla sommità del Desierto las Palmas in Spagna così che risultasse visibile da Camprey, sull'Isola di Ibiza. Da che l'elevazione dei due punti era identica e la distanza tra i due era di ca. 100 miglia, se la Terra fosse stata una palla di 25000 miglia di circonferenza, la luce avrebbe dovuta essere oltre 6600 piedi -un miglio e un quarto- al di sotto della linea del campo visivo!

14) Per l'esperimento del Tenente Colonnello Portlock si utilizzarono luci di Drummond all'ossidrogeno ed eliostati per riflettere i raggi del Sole fra stazioni poste lungo le 180 miglia del canale di St. George. Se la Terra fosse davvero una palla di 25000 miglia di circonferenza le luci di Portlock avrebbero dovuto essere nascoste da un miglio e mezzo di curvatura.

15) Se la Terra fosse davvero una sfera con una circonferenza di 25000 miglia, i piloti d'aereo dovrebbero costantemente correggere la loro altitudine verso il basso per non volare via dritti nello "spazio esterno"; un pilota che volesse semplicemente mantenere la sua altitudine alla tipica velocità di crociera di 500 mph, dovrebbe costantemente abbassare il muso per scendere di 2777 piedi (oltre mezzo miglio) ogni minuto! Altrimenti, senza compensazione, in un'ora il pilota si troverebbe 31,5 miglia più in alto del previsto.

16) L'esperimento noto come “Airy’s Failure” (il fallimento di Airy) provò che le stelle si muovono in relazione a una Terra stazionaria e non viceversa. Riempiendo un telescopio d'acqua per rallentare la velocità della luce al suo interno, e calcolando l'inclinazione necessaria per ricevere la luce stellare nel tubo in maniera diretta, Airy fallì nel provare la teoria eliocentrica da che la luce stellare arrivava già nell'angolatura corretta senza bisogno di modifiche, e quindi provava invece corretto il modello geocentrico.

17) Nel "Paradosso di Olber" si afferma che se esistessero davvero bilioni di stelle come il Sole, il cielo notturno sarebbe completamente pieno di luce. Come disse E.A. Poe, "se le successioni di stelle non avessero fine, allora lo sfondo del cielo presenterebbe una luminosità uniforme, da che non potrebbe assolutamente esistere alcun punto, di tutto lo sfondo, in cui non vi fosse una stella." Di fatto il "Paradosso di Olver" non è più un paradosso di quanto l'esperimento di Airy fu un fallimento. Entrambi sono infatti eccellenti confutazioni della palla rotante del modello eliocentrico. (? SIC)

18) Con l'esperimento di Michelson-Morley e di Sagnac si cercarono di misurare le variazioni nella velocità della luce dovute al presunto moto della Terra nello spazio. Dopo averle misurate in ogni possibile direzione differente in svariati luoghi non si trovarono tracce di alcuna modificazione significativa di sorta, il che comprovò nuovamente il modello geocentrico stazionario.

19) Tycho Brahe è famoso per aver contestata la teoria eliocentrica, dicendo che se la Terra girasse attorno al Sole, il cambiamento nelle relative posizioni delle stelle dopo 6 mesi di moto orbitale non potrebbe passare inosservato. Egli dedusse che le stelle dovrebbero sembrare separarsi quando ci avviciniamo, e avvicinarsi quando ci allontaniamo. Nella realtà dei fatti, comunque, dopo 190,000,000 miglia di presunta orbita attorno al Sole non un singolo pollice della parallasse dovrebbe risultare invariato tra le stelle, il che prova che non ci muoviamo affatto.

20) Se la Terra fosse davvero in costante rotazione a oltre 1000 miglia orarie verso Est, una palla di cannone o un altro proiettile sparato verticalmente dovrebbe spostarsi significativamente in caduta verso Ovest. Nella realtà dei fatti, invece, in ognuna delle occasioni in cui fu sperimentato, le palle di cannone sparate in alto con una media di 14 secondi di ascesa e 14 di discesa ritornarono al suolo a non più di 2 piedi di distanza dal cannone, e spesso direttamente nella bocca stessa.

21) Se davvero la Terra roteasse costantemente verso Est a oltre 1000 mph, elicotteri e mongolfiere dovrebbero essere in grado di gravitare semplicemente sulla superficie della Terra, aspettando che la loro destinazione arrivasse da loro!

22) Se davvero la Terra roteasse costantemente verso Est a oltre 1000 mph, durante il tuffo dalla stratosfera della Red Bull Felix Baumgartner, dopo 3 ore di salita sopra il New Mexico, avrebbe dovuto atterrare 2500 miglia a Ovest, nell'Oceano Pacifico, mentre invece atterrò a poche decine di miglia a Est rispetto al punto di lancio.

23) I globularisti affermano spesso che la "gravità" trasporta magicamente e inspiegabilmente l'intera bassa-atmosfera della Terra in perfetta sincronia fino ad una certa indeterminata altitudine, dove questa atmosfera progressivamente più veloce lascia posto alla non-rotante, non-gravitazionale, non-atmosfera dell'infinito vuoto spaziale. Simili teorie insensate sono smentite però dalla pioggia, dai fuochi artificiali, dagli uccelli, dagli insetti, dalle nuvole, dal fumo, dagli aerei e dai proiettili, i quali si comporterebbero tutti molto diversamente se la Palla-Terra e la sua atmosfera fossero constantemente in moto rotazionale antiorario a 1000 miglia all'ora.

24) Se la Terra e la sua atmosfera ruotassero costantemente verso Est a oltre 1000 miglia orarie, allora puntando dei cannoni Nord/Sud si potrebbe verificare che i proiettili sparati verso Est cadano come dovrebbero, decisamente più lontano degli altri, mentre quelli sparati a Ovest dovrebbero cadere decisamente più vicino. Nella realtà dei fatti, invece, a prescindere dalla direzione in cui i cannoni sparano la distanza coperta è sempre la stessa.

25) Se la Terra e la sua atmosfera roteassero costantemente verso Est a oltre 1000 miglia orarie, allora un normale aereo commerciale di linea che viaggiasse a 500 mph non sarebbe mai in grado di raggiungere le sue destinazioni a Oriente prima che esse arrivassero a lui da dietro! Allo stesso modo le destinazioni a Ovest sarebbero raggiunte al triplo della velocità, ma non è così che vanno le cose.

26) Citando “Heaven and Earth” di Gabrielle Henriet, "Se il volo fosse stato inventato ai tempi di Copernico, non c'è dubbio che egli si sarebbe presto reso conto che la sua argomentazione riguardo la rotazione della terra era sbagliata, in base alle relazioni esistenti tra la velocità di un aviogetto e quella della rotazione terrestre. Se la terra ruota, come si dice, a 1000 miglia all'ora, e un aereo vola nella stessa direzione a sole 500 miglia, è ovvio che il luogo della sua destinazione si allontanerebbe sempre di più ad ogni minuto. D'altro canto, se il volo fosse diretto in direzione contraria a quella della rotazione, una distanza di 1500 miglia dovrebbe essere coperta in un'ora, invece di 3, da che la velocità di rotazione va aggiunta a quella dell'aereo. Va inoltre fatto notare che la velocità di 1000 miglia all'ora, che è quella presunta della rotazione della terra, è stata raggiunta di recente, cosicchè un aereo che volasse a questa velocità nella stessa direzione della rotazione non potrebbe coprire alcuna distanza. Rimarrebbe sospeso a mezz'aria sopra il punto da cui è decollato, da che entrambe le velocità sono le stesse."

27) Se la Terra e la sua atmosfera ruotassero costantemente verso Est a oltre 1000 miglia orarie, l'atterraggio degli aerei su una pista che si muovesse a una simile velocità sarebbe praticamente impossibile, mentre nella realtà una simile preoccupazione è completamente trascurata.

28) Se la Terra e la sua atmosfera ruotassero costantemente verso Est a oltre 1000 mph, allora le nuvole, i venti e le condizioni atmosferiche locali non si sposterebbero casualmente e imprevedibilmente dove parrebbe loro, con le nuvole che spesso si muovono in direzioni opposte e a varie altitudini simultaneamente.

29) Se la Terra e la sua atmosfera ruotassero costantemente verso Est a oltre 1000 mph, questo in qualche modo e da qualche parte dovrebbe essere stato visto o sentito, avvertito o misurato da qualcuno, mentre nessuno nella Storia ha mai esperito questo presunto moto verso Est; intanto, malgrado tutto, possiamo sentire, avvertire e misurare sperimentalmente anche la più leggera brezza che spira verso Ovest.

30) Nel suo libro “South Sea Voyages,” l'esploratore Artico e Antartico Sir James Clarke Ross, descrive la sua esperienza della notte del 27 novembre 1839 e la sua conclusione che la Terra deve essere immobile: "Essendo il cielo molto terso - ci permise l'osservazione del più alto strato di nubi moventesi in una direzione esattamente opposta a quella del vento--una circostanza che è frequentemente testimoniata nel nostro giornale metereologico sia per gli alisei di Nord-Eest che di Sud-Est, ed è inoltre stata spesso rilevata in esplorazioni precedenti. Il capitano Basil Hall è stato testimone del fenomeno sulla cima del Picco di Tenerife; e il conte Strzelechi, ascendendo il monte vulcanico di Kiranea, ad Owhyee, raggiunse a 4000 piedi una elevazione superiore a quella degli alisei, ed esperì l'influenza di una corrente opposta le cui condizioni igrometriche e termometriche erano differenti. Il conte Strzelechi mi informò inoltre delle seguenti circostanze apparentemente anomale -- che all'altezza di 6000 piedi egli incontrò una corrente d'aria che soffiava ad angolo retto in entrambi gli strati inferiori, pure di condizioni igrometriche e termometriche differenti, ma più calda dell'inter-strato. Un simile stato dell'atmosfera è compatibile soltanto con il fatto che altre prove hanno già dimostrato, che la terra non si muove."

31) In “Zetetic Cosmogeny” Thomas Winships afferma: "Lasciamo che la 'immaginazione' dipinga nella mente quale forza avrebbe l'aria messa in moto da un corpo sferico di 8000 miglia di diametro, il quale in un'ora ruotasse 1000 miglia, filando a 65000 miglia orarie mentre rotea nei cieli? Poi lasciamo che la 'congettura' si sforzi di scoprire se gli abitanti di un simile globo potrebbero tenersi dell'aria? Se le terra-globo ruotasse sul proprio asse alla terrificante velocità di 1000 miglia orarie, una tale enorme massa causerebbe necessariamente una tremenda quantità di vento nello spazio occupato. Il vento si muoverebbe tutto in una direzione, e ogni cosa come le nuvole che fossero nella 'sfera d'influenza' della sfera rotante dovrebbero muoversi nello stesso senso. Il fatto che la terra è immobile è provato da un aquilone in volo."

32) Se la "gravità" fosse come si dice una forza sufficientemente potente da trattenere gli oceani, gli edifici, la gente e l'atmosfera attaccata alla superficie di una palla che rotea velocissimamente, allora sarebbe impossibile che la stessa "gravità" fosse simultaneamente tanto debole da permettere a uccellini, insetti, e aerei di decollare e volare liberamente in ogni direzione.

33) Se la "gravità" fosse una forza tanto potente da curvare l'immensa distesa degli oceani attorno a una terra globulare, sarebbe impossibile per i pesci e le altre creature nuotare in un'acqua trattenuta da una simile forza.

34) I capitani delle navi che percorrono grandi distanze per mare non hanno mai bisogno del fattore della presunta curvatura della Terra nei loro calcoli. 
Tanto il plane sailing che il Great Circle Sailing le tecniche di navigazione più diffuse, utilizzano la trigonometria piana, e non sferica, basando ogni calcolo matematico sulla base del fatto che la Terra è perfettamente piatta. Se la Terra fosse di fatto una sfera, un tale erroneo presupposto porterebbe continuamente a delle lampanti inesattezze. Nondimeno, il "plane sailing" ha funzionato perfettamente nella teoria e nella pratica per migliaia di anni, e la trigonometria piana si è sempre dimostrata più accurata di quella sferica per determinare le distanze attraverso gli oceani.

35) Se la Terra fosse veramente un globo, allora ogni linea di latitudine a Sud dell'equatore dovrebbe misurare una circonferenza gradualmente sempre più piccola tanto più si va a Sud. Se, invece, la Terra è un piano disteso, allora ogni linea di latitudine sotto l'equatore dovrebbe misurare una circonferenza tanto più larga quanto più si va a Sud. Il fatto che molti capitani, credendo alla teoria del globo, si sono trovati drasticamente fuori rotta navigando a Sud dell'equatore, e in una situazione tanto peggiore quanto più si spingevano a Sud, comprova il fatto che la Terra non è una palla.

36) Durante le circumnavigazioni del Capitano James Clark Ross attorno all'Antartico, egli scrisse spesso sul giornale di bordo di essere perplesso per come si trovavano continuamente in disaccordo con le mappe, affermando di essere ad una media di 12-16 miglia fuori rotta ogni giorno, e fino a 29 miglia spingendosi più a Sud.

37) Il tenente di vascello Charles Wilkes guidò una spedizione esplorativa Statunitense in Antartide dal 1838 al 1842, e anch'egli nel suo giornale scrisse di trovarsi decisamente più ad Est della rotta prevista, talvolta di oltre 20 miglia in meno di 18 ore.

38) Citando il Reverendo Thomas Milner, "Nell'emisfero Sud, i navigatori diretti in India hanno spesso creduto di essere ad Est del Capo mentre erano ancora ad Ovest, e si sono ritrovati sulla costa Africana che, secondo i loro calcoli si trovava dietro di loro. Questa sventura capitò ad una bella fregata, The Challenger, nel 1845. Come accadde che la nave di sua Maestà, il 'Conqueror', andò perduta? Perchè tanti altri nobili vascelli perfettamente integri, perfettamente equipaggiati, perfettamente governati, sono naufragati in acque calme, non solo nelle notti scure, o nelle nebbie, ma in pieno giorno e alla luce del Sole -nel primo caso sulle coste, nel secondo su rocce affioranti - trovandosi 'fuori rotta'?" 
La risposta è semplice: la Terra non è una palla.

39) La misurazione effettiva della distanza in linea retta tra Sydney e Nelson secondo il “The Australian Handbook, Almanack, Shippers’ and Importers’ Directory” è di 1550 miglia terrestri (o miglia Inglesi). Pertanto, se sottraendo 22 gradi 2'14" da 360 abbiamo 1550 miglia, l'intero dovrebbe misurare 25.182 miglia. Questa non è soltanto una misura superiore a quella presunta della Terra-Palla all'equatore, ma è di 4.262 miglia maggiore di quanto dovrebbe essere la latitudine a Sud di Sydney su un globo di tali proporzioni.

40) Da Capo Horn, in Cile a Port Philip di Melbourne, in Australia, la distanza è di 10.500 miglia, o a 143 gradi di longitudine. Calcolando i gradi rimanenti per raggiungere 360, si ottiene una distanza totale di 26.430 miglia a questa particolare latitudine, che è oltre 1500 miglia più di quanto la Terra si supponga sia all'equatore, e svariate migliaia di miglia maggiore di quanto dovrebbe essere a questa latitudine Sud.

41) Un calcolo simile fatto da Capo di Buona Speranza, in Sud Africa a Melbourne, Australia, ad una latitudine media di 35.5 gradi Sud, risulta in una approssimazione di oltre 25.000 miglia, che di nuovo è pari o superiore alla massima circonferenza terrestre all'equatore. I calcoli da Sydney in Australia a Wellington in Nuova Zelanda con una media di 37.5 gradi risultano in una circonferenza approssimata di 25.000 miglia, ancora superiore! Secondo la teoria della Terra-palla, la circonferenza della Terra a una latitudine di 37.5 gradi Sud dovrebbe essere di sole 19.757 miglia terrestri, quasi seimila miglia inferiore a quella delle reali misurazioni.

42) Nel modello della Terra-palla, l'Antartide è un continente di ghiaccio che copre il fondo della palla da 78 gradi di latitudine Sud fino a 90, ed è quindi non più di 12.000 miglia di circonferenza. Tuttavia, molti pionieri dell'esplorazione compresi il Capitano Cook e Clark Ross, nei loro tentativi di circumnavigarlo impiegarono da 3 a 4 anni e misurarono oltre 50-60.000 miglia. Anche la nave Britannica 'Challenger' compì una circumnavigazione indiretta ma completa dell'Antartico attraversando 69.000 miglia. Il che è completamente discordante dal modello globulare.

43) Se la Terra fosse una palla, diversi voli nell'emisfero Sud seguirebbero il percorso più rapido e più diretto sopra il continente Antartico, come quelli da Santiago del Cile a Sydney in Australia. Invece di scegliere la rotta più breve e più veloce in linea retta sull'Antartide, tutti questi voli fanno invece ogni tipo di deviazione giustificate con il fatto che le temperature sarebbero troppo basse perchè un aereo possa volare! Considerando il fatto che esistono svariati voli per/da/sopra l'Antartide, e che la NASA afferma di possedere una tecnologia che permette loro di volare a temperature decisamente più basse (e anche molto più alte) di tutte quelle registrate sulla Terra, una tale scusa non è chiaramente altro che una scusa, e questi voli non si compiono soltanto perchè sono impossibili.

44) Se la Terra fosse una palla, e l'Antartico fosse troppo freddo per volarci sopra, l'unico modo logico di volare da Sydney a Santiago sarebbe di seguire una linea retta sopra il Pacifico rimanendo nell'emisfero Sud per tutto il tragitto. Il rifornimento si potrebbe fare in Nuova Zelanda, o un'altra destinazione nell'emisfero Sud lungo il percorso se assolutamente necessario. Nella realtà dei fatti, tuttavia, i voli Santiago-Sydney fanno tappa a Los Angeles (LAX) e altri aeroporti Nordamericani prima di tornare di nuovo nell'emisfero Sud. Queste deviazioni contorte non hanno alcun senso sul globo ma sono perfettamente spiegabili e formano linee praticamente dritte sulle mappe della Terra piana.

45) Su una Terra-palla [un volo da] Johannesburg, in Sudafrica a Perth in Australia dovrebbe essere una linea retta sopra l'Oceano Indiano con una tappa di rifornimento conveniente alle Mauritius o in Madagascar. Nei fatti, tuttavia, la maggioranza dei voli J-P curiosamente fanno tappa a Dubai, Hong Kong o in Malesia, che non hanno senso sulla palla, ma sono perfettamente comprensibili sulla mappa piana della Terra.

46) Su una Terra-palla [un volo da] Cape Town in Sud Africa a Buenos Aires in Argentina dovrebbe essere una linea retta sull'Atlantico seguendo sempre la stessa linea di latitudine, mentre invece ogni volo fa tappa in luoghi dell'emisfero Nord, da Londra alla Turchia a Dubai. Anche in questo caso essi non hanno senso sul globo ma sono opzioni completamente comprensibili sulla mappa di una Terra piana.

47) Su una Terra-palla da Johannesburg in Sud Africa a San Paolo in Brasile dovrebbe essere una linea retta lungo la latitudine del 25mo parallelo ma invece quasi ogni volo fa uno scalo di rifornimento al 50mo grado di latitudine Nord a Londra! L'unica ragione per una simile ridicola tappa è in realtà dovuta al fatto che la Terra è piatta.

48) Su una Terra-palla da Santiago del Cile a Johannesburg in Sud Africa dovrebbe essere un volo facile su una linea continua al di sotto del Tropico del Capricorno nell'emisfero Sud, ma ogni volo fa una curiosa tappa di rifornimento in Senegal, vicino al Tropico del Cancro nell'emisfero Nord! Tuttavia quando viene segnata su una mappa piana della Terra il motivo risulta chiaro, il Senegal è di fatto su una linea retta a mezza strada tra i due punti.

49) Se la Terra fosse una palla rotante scaldata da un Sole lontano 93 milioni di miglia, sarebbe impossibile avere simultaneamente estati torride in Africa mentre a poche migliaia di miglia si hanno inverni rigidissimi nell'Artico e nell' Antartico, con poco o niente calore proveniente dal Sole. Se il calore del Sole ha percorso 93 milioni di Km fino al deserto del Sahara, sarebbe assurdo affermare che altre 4.000 miglia (lo 0.00004%) fino all'Antartide potrebbero ridurre tale calore risultando in una simile drastica differenza.

50) Se la Terra fosse veramente un globo, le regioni polari di Artico e Antartico e le aree a latitudini prossime, al Nord e al Sud dell'equatore, dovrebbero avere condizioni e caratteristiche simili come temperature, cambi di stagione, durata della luce diurna, vita animale e vegetale. Tuttavia, nella realtà dei fatti le regioni Artiche e Antartiche e le aree a una simile distanza dall'equatore differiscono enormemente in molti modi, completamente inspiegabili sul modello globale e perfettamente spiegabili sul modello piano.

51) L'Antartide è di gran lunga il luogo più freddo sulla Terra, con una temperatura media annuale approssimata di -57 gradi Fahrenheit, e una minima da record di -135.8! La temperatura media annuale al Polo Nord, tuttavia, è al confronto un tepore di 4 gradi. Durante l'anno, le temperature Antartiche subiscono variazioni che sono meno della metà di quelle a latitudini comparabili dell'Artico. Le regioni Artiche del Nord godono di estati moderatamente tiepide , e inverni sopportabili, mentre nelle regioni meridionali dell'Antartico non sono mai abbastanza calde da sciogliere le nevi e i ghiacci perenni. Su una Terra-palla che si inclina sul proprio asse e rotea uniformemente attorno al Sole, le temperature di Artide e Antartide non dovrebbero variare così enormemente.

52) L'Islanda, a una latitudine di 65 gradi Nord ospita 870 specie vegetali e un'abbonante varietà di fauna. Se la confrontiamo con l'Isola della Georgia a soli 54 gradi Sud, vediamo che su di essa esistono solo 18 specie di piante e la vita animale è quasi inesistente. Alla stessa latitudine di Canada e Inghilterra in cui abbondano dense foreste di altifusti, l'infame Capitano Cook scrisse della Georgia che non fu in grado di trovare un singolo cespuglio abbastanza grande per farne uno stuzzicadenti! Cook scrisse, "Non un solo albero è visibile. Le lande meridionali sono condannate dalla natura ad una perpetua frigidità - a non provare mai il calore dei raggi solari; del suo aspetto orribile e selvaggio, non trovo parole per descriverlo. Persino la vita marina è rara in alcuni tratti di vasta portata, e gli uccelli marini sono raramente visti volare sopra simili distese solitarie. Il contrasto fra i limiti della vita organica dell'Artico e dell'Antartico è rimarchevole e significativo."

53) Nei luoghi a latitudini comparabili tra Nord e Sud, il Sole si comporta molto diversamente da come dovrebbe su una palla rotante, ma precisamente come dovrebbe su una Terra piana. Ad esempio, i giorni estivi più lunghi a Nord dell'equatore sono molto più lunghi di quelli a Sud dell'equatore, e i giorni invernali più brevi a Nord dell'equatore sono molto più brevi di quelli a Sud. Questo è inspiegabile su una Terra-palla che si inclina sul proprio asse, ma corrisponde esattamente al modello piano con il Sole che si sposta in circoli sopra e attorno alla Terra da Tropico a Tropico.

54) Nei luoghi a latitudini comparabili tra Nord e Sud, l'alba e il tramonto avvengono molto diversamente da come dovrebbero su una palla rotante, ma precisamente come dovrebbero su una Terra piana. Al Nord alba e tramonto avvengono lentamente e durano molto più che al Sud, dove sono molto più rapidi. In alcune zone del Nord il tramonto può durare più di un'ora mentre a latitudini comparabili del Sud in pochi minuti la luce del Sole scompare completamente. Questo è inspiegabile su una palla-Terra che si inclina e rotea sul proprio asse, ma è esattamente quello che ci si aspetterebbe su una Terra piana con il Sole che si muove più velocemente in circoli più larghi al Sud, e più lentamente, in circoli più piccoli, sopra il Nord.

55) Se il Sole gira sopra e attorno alla Terra ogni 24 ore, spostandosi regolarmente da Tropico a Tropico ogni 6 mesi, ne consegue che le regioni centrali e settentrionali ricevono annualmente molto più calore e luce solare delle regioni meridionali lungo la circonferenza. Dal momento che il Sole si sposta più rapidamente sopra la regione meridionale nelle stesse 24 ore deve passare sopra la regione settentrionale, più piccola, e il suo passaggio sarà in proporzione necessariamente più veloce. Questo spiega perfettamente le differenze delle temperature fra Artico e Antartico, delle stagioni, della durata della luce diurna, della vegetazione e della vita animale; è per questo che l'alba e il tramonto dell'Antartide sono molto più repentini che non al Nord; e questo spiega anche perchè durante molte notti di mezza estate nell'Artico il Sole non tramonta mai!

56) Il fenomeno del "Sole di mezzanotte" nell'Artide si ripete annualmente durante il solstizio estivo, dove per diversi giorni consecutivi un osservatore all'estremo Nord può vedere il Sole muoversi in circoli sopra di sè, salendo e calando nel cielo durante il giorno, senza però mai tramontare completamente per oltre 72 ore! Se la Terra fosse davvero un globo rotante che gira attorno al Sole, gli unici luoghi in cui un fenomeno come il Sole di mezzanotte sarebbe osservabile sarebbero i poli. In qualunque altro punto di osservazione da 89 gradi di latitudine in giù, in ogni caso, non si potrebbe mai vedere il sole per 24 ore consecutive. Per poter vedere il Sole durante l'intera rivoluzione di un globo rotante, in qualunque punto oltre i poli, si dovrebbe guardare attraverso miglia e miglia di terra e acqua durante parte della rivoluzione!

57) La scienza ufficiale afferma che il Sole di mezzanotte si verifica anche in Antartide ma non esiste alcun video non montato che lo mostri, nè viene permesso ad esploratori indipendenti di andare in Antartide durante il solstizio invernale per verificare o confutare questa affermazione. Al contrario, sono accessibili al pubblico dozzine di video non montati che mostrano il Sole di mezzanotte nell'Artico, e questo è stato verificato senza ombra di dubbio.

58) La Reale Società Geografica Belga nella sua “Expedition Antarctique Belge,” ha rilevato che durante i periodi più rigidi dell' inverno Antartico, da 71 gradi di latitudine Sud in avanti, il Sole tramonta il 17 Maggio e non è più visibile sopra l'orizzonte fino al 21 Luglio! Questo contrasta completamente con la teoria della Terra-palla, ma è facilmente spiegabile sul modello della Terra piana. Il Sole di mezzanotte è visibile da grandi altezze alle estreme latitudini Nord durante l'estate Artica perchè il Sole, durante suo ciclo più interno, gira attorno al centro polare abbastanza strettamente da esser visibile sopra l'orizzonte per chi si trovi in un tale punto di osservazione. Allo stesso modo, alle latitudini meridionali più estreme durante l'estate Artica, il Sole scompare completamente alla vista per oltre 2 mesi perchè al Tropico del Nord, lungo l'arco più interno del suo percorso a boomerang, il Sole è troppo prossimo al centro settentrionale per essere visibile dalla circonferenza meridionale.

59) Citando Gabrielle Henriet, "La teoria della rotazione terrestre dovrebbe essere definitivamente accantonata come impossibile una volta per tutte, a causa della seguente inavvertenza. Si dice che la rotazione dura ventiquattro ore e che la sua velocità è costante per cui, necessariamente, giorno e notte dovrebbero avere una identica durata di dodici ore ciascuno per tutto l'anno.
Il Sole dovrebbe levarsi invariabilmente al mattino e calare alla sera sempre alla stessa ora, e di conseguenza ci dovrebbe essere un equinozio ogni giorno, dal primo di Gennaio fino al 31 di Dicembre. Bisognerebbe fermarsi a riflettere su questo prima di dire che la Terra compie un movimento rotatorio. In che modo il sistema di gravitazione spiegherebbe le variazioni stagionali nella durata dei giorni e delle notti, se la Terra ruota ad una velocità costante per ventiquattro ore?"

60) Chiunque può provare che l'orizzonte sul mare e la Terra intera sono perfettamente piani senza usare altro che una livella, un treppiede e un'asse di legno. A qualunque altezza sopra il livello del mare, semplicemente fissando una tavola liscia di 6-12 piedi di taglio sul treppiede e osservando l'orizzonte all'altezza dell'occhio dietro di essa. L'orizzonte sarà sempre perfettamente parallelo al bordo superiore della tavola. Inoltre, se si sposta in un semicerchio da un'estremità all'altra la tavola mentre si osserva l'orizzonte, è possibile tracciare una linea retta di 10-12 miglia a seconda dell'altitudine. Ciò sarebbe impossibile se la Terra fosse un globo di 25.000 miglia di circonferenza; l'orizzonte sarebbe allineato al centro della tavola ma scenderebbe notevolmente verso le estremità. Soltanto 10 miglia su ogni lato dovrebbero già mostrare una curvatura di 66.6 piedi da ogni estremità al centro.

61) Se la Terra fosse effettivamente una grande palla di 25.000 miglia di circonferenza, l'orizzonte sarebbe notevolmente curvo anche al livello del mare, e ogni cosa all'orizzonte, o vicina ad esso apparirebbe leggermente inclinata nella nostra prospettiva. Gli edifici lontani posti all'orizzonte sembrerebbero tutti pendenti come torri di Pisa, inclinati sui lati dell'osservatore. Un pallone aerostatico che si alzasse da terra e poi si allontanasse da noi, su una Terra-palla apparirebbe inclinarsi lentamente ma costantemente allontanandosi, con il fondo della cesta più vicino a noi mentre la parte superiore del pallone si allontanerebbe. Nella realtà, edifici, mongolfiere, alberi, persone, tutto e ogni cosa posti ad angolo retto rispetto al terreno/orizzonte rimangono tali, a dispetto della distanza e dell'altitudine dell'osservatore.

62) L'esperimento di Samuel Rowbotham sullo Old Bedford Level provò definitivamente che le acque del canale erano completamente piane per una lunghezza di 6 miglia. Dapprima egli si posizionò nel canale con il suo telescopio posto a 8 pollici sopra la superficie dell'acqua, poi il suo amico su una barca con una bandiera alta 5 piedi navigò fino a 6 miglia di distanza. Se la Terra fosse una palla di 25.000 miglia di circonferenza, le 6 miglia del tratto d'acqua avrebbero dovuto coprire un arco di 6 piedi esatti in altezza al centro, pertanto sia la barca che la bandiera sarebbero dovute scomparire, mentre di fatto barca e bandiera furono visibili alla stessa altezza per l'intero tragitto.

63) In un secondo esperimento, il Dr. Rowbotham fissò delle bandiere alte 5 piedi lungo la sponda, una ad ogni miglio. Quindi, usando il suo telescopio montato a 5 piedi di distanza dietro la prima bandiera osservò sopra la cima delle 6 bandiere che erano allineate lungo una linea perfettamente dritta. Se la Terra fosse stata una palla di 25.000 miglia di circonferenza le bandiere avrebbero dovuto abbassarsi oltre la prima linea d'osservazione, la seconda sarebbe dovuta apparire più in basso di 8 pollici, la terza di 32 pollici, la quarta di 6 piedi, la quinta di 10 piedi e otto pollici e l'ultima di 16 piedi e 8 pollici.

64) Citando “Earth Not a Globe!” ("La Terra non è un globo!") di Samuel Rowbotham, 
"E' noto che l'orizzonte marino, a qualunque distanza si estenda a destra e a sinistra dell'osservatore sulla terra, appare sempre come una linea retta. Il seguente esperimento è stato compiuto in varie parti del Paese. A Brighton, su un terreno scosceso presso l'ippodromo, due pali furono fissati al suolo a sei iarde di distanza, e in direzione opposta al mare.
Tra questi pali fu teso un cavo parallelo all'orizzonte. Dal centro del cavo la visuale comprendeva non meno di 20 miglia per lato, per una distanza di 40 miglia. Un vascello fu osservato navigare diretto ad Ovest; il cavo tagliava il sartiame appena sopra il parapetto, per diverse ore o fintanto che il vascello aveva percorse tutte le 40 miglia. Una nave in avvicinamento da Est avrebbe dovuto risalire un piano inclinato per 20 miglia fino a raggiungere il centro dell'arco, da cui avrebbe poi dovuto discendere per la stessa distanza. Il quadrato di 20 miglia moltiplicato per 8 pollici dà 266 piedi, sotto tale misura il vascello sarebbe dovuto essere al di sotto del cavo, al principio e al termine delle 40 miglia."

65) Citando ancora il Dr. Rowbotham, 
"Sulla costa presso Waterloo, qualche miglio a Nord di Liverpool, un buon telescopio fu montato ad una elevazione di 6 piedi sopra l'acqua. Fu puntato verso una grande vaporiera, che aveva appena lasciato il fiume Mersey, in rotta per Dublino. Gradualmente la testa d'albero del vascello si avvicinò all'orizzonte fino a che, dopo molto tempo, trascorse più di quattro ore esso scomparve. La velocità media di crociera delle vaporiere per Dublino era di otto miglia all'ora; pertanto il vascello doveva essere, perlomeno, a trentadue miglia di distanza quando l'albero di testa raggiunse l'orizzonte. L'elevazione di 6 piedi del telescopio avrebbe dovuto richiedere che tre miglia fossero dedotte per la convessità, il che lasciava 29 miglia, il quadrato delle quali, moltiplicato per otto pollici, dà 560 piedi; dedotti 80 piedi per l'altezza dell'albero di testa, si concluse che, secondo la dottrina della rotondità, l'albero di testa della vaporiera in partenza avrebbe dovuto essere 480 piedi al di sotto dell'orizzonte. Molti altri esperimenti di questo tipo sono stati condotti su vaporiere dirette in mare, e sempre con risultati intieramente incompatibili con la teoria che la Terra è un globo."

66) Il Dr. Rowbotham condusse altri esperimenti utilizzando telescopi, livelle, sestanti e "teodoliti", speciali strumenti di precisione utilizzati per misurare gli angoli su piani orizzontali o verticali. Posizionandoli a distanze uguali puntati l'uno verso l'altro in successione egli provò svariate volte che la Terra era perfettamente piana per miglia senza un singolo pollice di curvatura. Le sue scoperte causarono fermento nella comunità scientifica e grazie ai 30 anni dei suoi sforzi la forma della Terra divenne un tema scottante di dibattiti alla fine del '900.

67) La distanza sul Mare d'Irlanda tra Douglas Harbor sull'Isola di Man al capo di Great Orme nel Galles Settentrionale è di 60 miglia. Se la Terra fosse un globo la superficie delle acque tra loro dovrebbe formare un arco di 60 miglia, il cui centro sarebbe di 1944 miglia più alto delle coste ad entrambe le estremità, E' ben noto e facilmente dimostrabile, tuttavia, che in una giornata tersa, dalla modesta altezza di 100 piedi, il terrapieno di Great Orme è visibile dalla spiaggia di Douglas. Questo sarebbe completamente impossibile su un globo di 25.000 miglia. Dato che l'altitudine di 100 piedi fa apparire l'orizzonte a una distanza approssimata di 13 miglia, le 47 miglia rimanenti significano che la costa Gallese doverebbe essere 1472 piedi al di sotto della linea della visuale.

68)  Philadelphia è chiaramente visibile da Apple Pie Hill a Pine Barrens nel New Jersey a 40 miglia di distanza. Se la Terra fosse una palla di 25.000 miglia di circonferenza, Philadelphia sarebbe ben nascosta da 335 piedi della curvatura.

69) Il profilo della città di New York è perfettamente visibile da Bear Mountain nello Harriman State Park a 60 miglia di distanza. Se la Terra fosse una palla di 25.000 miglia di circonferenza, il teorema di Pitagora stabilisce che la distanza dell'orizzonte sarebbe 1.23 volte la radice quadrata dell'altezza in piedi, e New York dovrebbe essere invisibile sotto i 170 piedi della curva Terrestre.

70) Da Washington’s Rock in New Jersey, a 400 piedi di altezza, nelle giornate terse è possibile vedere contemporaneamente sia il profilo di New York che di Philadelphia in direzioni opposte, per una distanza totale di 120 miglia! Se la Terra fosse una palla di 25.000 miglia di circonferenza, entrambe le città sarebbero nascoste da oltre 800 piedi della curva Terrestre.

71) E' spesso possibile vedere la città di Chicago a livello del mare, a 60 miglia di distanza oltre il Lago Michigan. Nel 2015, dopo che il fotografo Joshua Nowicki aveva fotografato questo fenomeno diversi telegiornali annunciarono prontamente che la sua fotografia era un "miraggio superiore", una anomalia atmosferica causata da una inversione della temperatura. Mentre questo accade sicuramente, l'immagine in questione appariva nitida e chiara a differenza di ogni illusione ottica, e su una Terra-palla di 25.000 miglia di circonferenza avrebbe dovuto essere 2.400 piedi sotto l'orizzonte.

72) Il 16 Ottobre 1854 il quotidiano Times annunciò la visita della regina al Great Grimsby; dalle testimonianze di Hull [Kingston upon Hull, ndt] essi furono in grado di vedere la [Grimsby] Dock Tower da 70 miglia di distanza. Su una Terra-palla di 25.000 miglia di circonferenza, data l'elevazione di 10 piedi sopra il livello del mare e l'altezza della torre di 300 piedi, a 70 miglia essa avrebbe dovuta essere 2.600 piedi sotto l'orizzonte.

73) Nel 1872 il Cap. Gibson e il suo equipaggio, a bordo della nave “Thomas Wood” in rotta dalla Cina a Londra videro l'isola di St. Helena, in una giornata tersa, a 75 miglia di distanza. Calcolata la loro altezza durante la misurazione su una Terra-palla di 25.000 miglia di circonferenza, risulta che l'isola avrebbe dovuto essere 3.650 piedi sotto la linea della visuale.

74) Da Genova, in Italia all'altezza di 70 piedi sul livello del mare l'isola di Gorgona può spesso essere vista a 81 miglia di distanza. Se la Terra fosse una palla di 25.000 miglia di circonferenza, Gorgona dovrebbe essere nascosta 3.332 piedi sotto la curvatura.

75) Da Genova, in Italia, all'altezza di 70 piedi sul livello del mare la Corsica è spesso visibile a 99 miglia di distanza. Se la Terra fosse una palla di 25.000 miglia di circonferenza, la Corsica dovrebbe essere 5.245 piedi, ovvero quasi un miglio, al di sotto dell'orizzonte.

76)  Da Genova, in Italia all'altezza di 70 piedi sul livello del mare è possibile vedere anche l'isola di Capraia, lontana 102 miglia. Se la Terra fosse una palla di 25.000 miglia di circonferenza, Capraia dovrebbe essere nascosta da 5.605 piedi, più di un miglio, sotto la supposta curvatura.

77) Sempre da Genova, nelle giornate terse, l'Isola d'Elba è visibile a una incredibile distanza di 125 miglia! Se la Terra fosse una palla di 25.000 miglia di circonferenza, l'Elba dovrebbe essere sempre invisibile sotto 8770 piedi di curvatura.

78) Da Anchorage, in Alaska ad una altitudine di 102 piedi in una giornata tersa il Monte Foraker è visibile ad occhio nudo a 120 miglia di distanza. Se la Terra fosse una palla di 25.000 miglia di circonferenza, il Monte Foraker di 17.400 piedi dovrebbe essere coperto fino a 7.719 piedi dalla curvatura terrestre. Tuttavia, nella realtà l'intera montagna è ben visibile dalla base fino alla sommità.

79) Da Anchorage, in Alaska ad una altitudine di 102 piedi in una giornata tersa il Monte McKinley è visibile ad occhio nudo a 130 miglia di distanza. La elevazione del monte dovrebbe risultare nascosta all'osservatore quasi per metà, dai 9.220 piedi della curvatura terrestre. In realtà, tuttavia, l'intera montagna è facilmente visibile in tutta la sua altezza dai piedi alla cima.

80) Nel "Chambers’ Journal" del Febbraio 1895, un marinaio vicino alle Mauritius nell'Oceano Indiano testimoniò di aver avvistato un vascello che si scoprì poi essere all'incredibile distanza di 200 miglia! L'evento causò dibattiti nei circoli nautici dell'epoca, e si ebbe una riconferma ad Aden, nello Yemen, dove un altro testimone disse di avere avvistata una vaporiera Bombay scomparsa, a 200 miglia di distanza. Egli descrisse con precisione l'aspetto, la posizione e la direzione della vaporiera, poi corroborati e confermati dagli altri a bordo. Tali avvistamenti sono completamente inspiegabili su una palla di 25.000 miglia di circonferenza, da che le navi distanti 200 miglia dovrebbero essere 5 miglia al di sotto della linea visuale!

81) La distanza dalla quale la luce di svariati fari nel mondo è visibile dal mare è decisamente superiore a quella che dovrebbe essere su una Terra-palla di 25.000 miglia di diametro. Ad esempio, il faro di Dunkerque nel Sud della Francia, ad una altezza di 194 piedi è visibile da una barca (10 piedi s.l.m.) a 28 miglia di distanza. La trigonometria sferica dichiara che se la Terra fosse un globo con una curvatura di 8 pollici per miglio elevati alla seconda, questa luce dovrebbe essere nascosta 190 piedi sotto l'orizzonte.

82) Il faro di Port Nicholson in Nuova Zelanda è 420 piedi s.l.m. e visibile da 35 miglia mentre dovrebbe essere 220 piedi sotto l'orizzonte.

83) Il faro di Egerö in Norvegia è 154 piedi s.l.m. e visibile da 28 miglia Inglesi mentre dovrebbe essere 230 piedi sotto l'orizzonte.

84) Il faro di Madras, nell'Esplanade, è alto 132 piedi e visibile da 28 miglia, mentre dovrebbe essere 250 piedi sotto la linea visuale.

85) Il faro di Cordonan sulla costa Ovest della Francia è alto 207 piedi e visibile da 31 miglia mentre dovrebbe essere 280 piedi sotto la linea visuale.

86) Il faro di Cape Bonavista, a Terranova, è 150 piedi s.l.m. e visibile a 35 miglia, mentre dovrebbe essere 491 piedi sotto l'orizzonte.

87) La torre del faro della chiesa di St. Botolph’s a Boston è alta 290 piedi e visibile a oltre 40 miglia di distanza, quando dovrebbe esser nascosta 800 piedi sotto l'orizzonte!

88) Il faro dell'Isola di Wight in Inghilterra è alto 180 piedi e può essere visto da 42 miglia, mentre a tale distanza secondo i moderni astronomi dovrebbe essere 996 piedi sotto la linea visuale.

89) Il faro di Cape L’Agulhas in Sud Africa è altro 33 piedi, 239 piedi s.l.m., e visibile da oltre 50 miglia. Se il mondo fosse un globo, questa luce dovrebbe essere 1.400 piedi al di sotto della linea visuale dell'osservatore.

90) La Statua della Libertà a New York si erge 326 piedi s.l.m. e in una giornata tersa è visibile a 60 miglia di distanza. Se la Terra fosse un globo, Lady Liberty sarebbe sprofondata 2.074 piedi sotto l'orizzonte.

91) Il faro di Porto Said, in Egitto, a una elevazione di soli 60 piedi è visibile ad una incredibile distanza di 85 miglia, mentre secondo la moderna astronomia dovrebbe essre 2.182 piedi sotto la linea visuale!

92) La guglia di Notre Dame Antwerp si eleva per 403 piedi dalla base della torre a Strasburgo, 468 piedi s.l.m.. Con un telescopio le navi possono esser viste all'orizzonte e i capitani affermano di poter vedere la guglia dalla straordinaria distanza di 150 miglia. Se la Terra fosse un globo, tuttavia, a quella distanza la guglia dovrebbe essere un miglio intero, 5.280 piedi sotto l'orizzonte!

93) Il Canale di St. George tra Holyhead e Kingstown Harbor presso Dublino è largo 60 miglia. A mezza via i passeggeri del traghetto possono vedere il faro del molo di Holyhead dietro di loro, così come di fronte a loro il faro di Poolbeg nella Baia di Dublino. Lo Holyhead Pier è alto 144 piedi mentre il faro di Poolbeg è 68 piedi, pertanto da un vascello nel mezzo del canale, a 30 miglia da entrambe le rive e sul ponte a 24 piedi s.l.m. sono chiaramente visibili entrambe le luci. Su una Terra-palla di 25.000 miglia di circonferenza, tuttavia, entrambe le lui dovrebbero essere nascoste oltre 300 piedi sotto l'orizzonte!

94) Dalla collina presso Portsmouth Harbor nello Hampshire, in Inghilterra, guardando attraverso Spithead verso l'Isola di Wight, lungo l'intera base dell'isola, acqua e terra compongono una linea perfettamente dritta di 22 miglia Inglesi. Secondo la teoria della Terra-palla, l'isola di Wight dovrebbe abbassarsi di 80 piedi dal centro alle estremità a causa della curvatura. Il mirino di un buon teodolite fissato su quel punto, tuttavia, ha ripetutamente dimostrata la linea di acqua e terra perfettamente a livello.

95) In una giornata tersa, dalla collina presso Douglas Harbor sull'Isola di Man, l'intera lunghezza della costa Gallese del Nord è spesso completamente visibile ad occhio nudo. Da Point of Ayr all'imbocco del fiume Dee a Holyhead il tratto comprende 50 miglia che pure è stato ripetutamente comprovato esser perfettamente orizzontale. Se la Terra avesse effettivamente una curvatura di 8 pollici per miglio al quadrato, come la NASA e la moderna astronomia affermano, la lunghezza di 50 miglia della costa Gallese vista all'orizzonte dalla Baia di Liverpool dovrebbe abbassarsi dal punto centrale per una misura facilmente osservabile di 416 piedi ad entrambe le estremità!

96) Da "100 prove che la Terra non è un globo" di William Carpenter, 
"Se facciamo un viaggio verso Chesapeake Bay di notte, dovremmo vedere il 'faro' di Sharpe's Island un'ora prima che il vapore arrivasse. Potremmo prendere posto sul ponte così che il parapetto a lato del vascello fosse in linea con il 'faro', e sulla linea visuale; vedremmo allora che durante l'intero tragitto il faro non varierebbe minimamente nella sua apparente elevazione. Ma, se una distanza di tredici miglia è stata percorsa, la teoria della 'curvatura' degli astronomi vorrebbe una differenza (in un modo o nell'altro!) nell'apparente elevazione del faro, di 112 piedi e 8 pollici! Dal momento, tuttavia, che non vi è una differenza dello spessore di 100 peli, abbiamo una chiara prova che le acque della baia di Chesapeake non sono curve, il che prova che la Terra non è un globo."

97) La NASA e l'astronomia moderna dicono che la Terra è una gigantesca palla inclinata, che rotea a 1.000 miglia orarie sull'asse centrale, mentre orbita a 67.000 miglia orarie attorno al Sole, viaggiando a 500.000 mph in un moto a spirale attorno alla Via Lattea, mentre l'intera galassia viaggia alla ridicola velocità di 670.000 miglia orarie nell'Universo, e che tutti questi moti furono originati da una presunta esplosione cosmogenica o "Big Bang" avvenuta 14 bilioni di anni fa. La somma totale di queste velocità simultanee è di 670.568.000 miglia orarie in svariate direzioni, eppure nessuno ha mai osservato, misurato o provato che uno solo di questi singoli movimenti esista, in alcun modo.

98) La NASA e l'astronomia moderna dicono che Polaris, la Stella Polare, è a qualcosa come 323-434 anni-luce, ovvero circa 2 quadrilioni di miglia da noi! Innanzitutto, va fatto notare che tra 1.938.000.000.000.000 e 2.604.000.000.000.000 miglia, c'è una differenza di 666.000.000.000.000 (oltre seicento trilioni di) miglia! Se i moderni astronomi non sono nemmeno in grado di accordarsi sulla distanza dalle stelle nell'ordine di centinaia di trilioni di miglia, forse la loro "scienza" è inesatta e le loro teorie andrebbero riesaminate. In ogni caso, anche concedendo loro la misteriosa distanza stellare, è impossibile per gli eliocentristi spiegare come Polaris sia in grado di restare perfettamente allineata sopra il Polo Nord con tutte gli svariati moti di precessione, inclinazione, orbitazione e rotazione.

99) Dalla Terra-palla Polaris, situata direttamente sopra il Polo Nord, non dovrebbe essere visibile in nessun luogo nell'emisfero Sud. Perchè Polaris fosse visibile dall'emisfero meridionale di una Terra globulare, l'osservatore dovrebbe essere in grado in qualche modo di guardare "attraverso il globo" e miglia di terra e mari dovrebbero essere trasparenti. Ciò nonostante, Polaris è visibile fino a una latitudine di 20 gradi Sud.

100) Se la Terra fosse una palla, la Croce del Sud e altre costellazioni Australi sarebbero visibili contemporaneamente da ogni longitudine e alla stessa latitudine come avviene a Nord con Polaris e le costellazioni circostanti. L'Orsa Maggiore e Minore e molte altre sono visibili da ogni meridiano al Nord simultaneamente mentre al Sud costellazioni come la Croce del Sud non lo sono. Questo dimostra che l'emisfero Sud non è "sottosopra" come nel modello della Terra-palla, ma è semplicemente disposto molto esternamente rispetto al punto centrale a Nord, come nel modello della Terra piana.

--Fine della Prima Parte--

Le "Altre 100 Prove" sono pubblicate in questo post

60 commenti:

  1. Non li ho letti tutti 100 ovviamente, ma ci sono delle cazzate clamorose! Tipo il punto 25 sul fatto che un aereo non riuscirebbe a stare dietro alla rotazione della Terra.
    L'atmosfera ruota insieme alla Terra!
    Se la Terra ruotasse e l'aria stesse ferma, cioè se la Terra ruotasse dentro all'atmosfera, ci sarebbe sempre un vento pazzesco.
    Se una mosca dentro ad un vagone ferroviario si stacca da una superficie, mica viene schiacciata contro il fondo del vagone; vola dentro all'aria che si muove insieme al vagone e quindi, dal punto di vista della mosca, lei vola dal sedile A al sedile B avanti due metri, ma rispetto alla superficie della Terra si è spostata molto di più perché il vagone (e l'aria contenuta) nel frattempo sono andati avanti, ma per la mosca è ininfluente perché per lei l'aria è ferma in quanto solidale al vagone,
    L'atmosfera gira insieme alla Terra e quindi agli aerei e agli uccelli non gliene frega niente di quanto la Terra e l'atmosfera stanno ruotando.

    RispondiElimina
  2. Non so se stai cercando di dirmi che abiti all'interno di un vagone ferroviario, ma per tutti noi che viviamo all'esterno, le cose funzionano diversamente; utilizzando l'analogia del treno, noi siamo sul tetto, mentre quello va a 1000 all'ora; puoi CREDERE che l'aria si muova insieme al treno, se proprio ci tieni, e che anche tu lo stia facendo proprio in questo momento, perchè puoi CREDERLO, ma se tu salti sul tetto di un treno mentre quello viaggia a 1000 km/h (di media) io temo che farai una gran brutta fine... a meno che non credi in una Magica Forza che ti tenga appiccicato al treno, come una gravità ferroviaria. Comunque sia, non occorre tirare in ballo gli aerei e i treni per capirlo, devi solo fare un saltello; e se ritieni che il tuo corpo sia solido, così come dovrebbe essere anche la immaginaria palla rotante, ti accorgerai improvvisamente che durante il tuo salto la superficie solida sotto di te non si è mossa di mezzo millimetro, ne' tantomeno decine di metri, come avrebbe invece dovuto fare secondo il dogma copernicano, in un modello globulare. Questo l'ho scritto nel primo articolo di questo blog. Ma, ovviamente, non hai letto nemmeno quello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    2. non occorreva fare del sarcasmo e offendere la giusta osservazione del lettore.

      Elimina
    3. il tetto non c'èntra niente. in questo caso il vagone simula la terra l'aria che c'è dentro simula l'atmosfera terrestre e la mosca simula tutto cio' che vola all'interno l'atmosfera. Tu trascuri in tutte le tue affermazioni una componente essenziale LA GRAVITA'. l'atmosfera terrestre e anche l'acqua degli oceani è curva perchè tenuta incollata al globo tramite gravità che va in tutte le direzioni verso il centro della terra e non risente del moto allo stesso modo in cui la mosca dentro un vagone che va a 100 km orari non risente della velocità del vagone.

      Elimina
    4. Caro Salvatore A., il sarcasmo mi è necessario per non ricorrere ai termini più volgari e diretti che si meriterebbero certe "osservazioni"; del resto, potrei intitolare questo blog "sarcasmo", malgrado la tua più viva opposizione, e trattare tutte le teste-di-globo come si meriterebbero ma, come avrai notato, invece di scrivere inutili improperi rivolti ai miliardi di poveretti che sono fermamente convinti di vivere su una trottola rotante in uno spazio teorico, sto raccogliendo dati, informazioni, testi e immagini e prove di ogni sorta e provenienza, che siano d'aiuto per il lettore di questo blog; io non ho il benchè minimo interesse personale nel sostenere una o l'altra parte della Questione Elio/Geocentrica, e quello che faccio in questa sede è di condividere le mie conoscenze con chiunque vi sia interessato; se considerassi "giusta" la osservazione del lettore suddetto non avrei bisogno di ricorrere al sarcasmo per evitare l'attacco diretto alle sue patenti limitazioni; non dimenticare che tutti noi siamo stati indottrinati allo stesso modo dal sistema scolastico, pertanto ripetere a pappagallo delle nozioni dogmatiche che non hanno alcun riscontro nella realtà di questo mondo, e che pure sono note da decenni al blogger almeno quanto lo sono al lettore, non è sicuramente una attività degna di un individuo dotato di intelligenza; se poi ti piace la Magica Gravità --ovvero l'unica forza teorica in grado di giustificare tutte le madornali scempiaggini del modello eliocentrico-- da non poter smettere di crederci io non posso certo impedirti di farlo, ma oso sperare che questo tuo intervento, la mia risposta, e l'interesse che hai dimostrato nella questione ti possa condurre ad una ricerca mirata e sensata della realtà geocentrica, e possibilmente anche alla sua accettazione malgrado la tua evidente, e grave dissonanza cognitiva in atto. Quanto sostieni qui sopra è possibile soltanto CREDENDO ciecamente e illogicamente nella forza della gravitazione universale, che non è mai stata provata empiricamente e non lo sarà mai, essendo una mera teoria alla stregua dello stesso modello eliocentrico; se davvero ci tieni, continua pure a crederci per sempre, fino alla tua morte, ma il mio amichevole consiglio personale è di provare almeno a CONOSCERE i fatti, di cui potrai trovare qualche indizio fra le centinaia di articoli pubblicati in questo blog.
      Con i miei migliori auguri, e la promessa di eliminare istantaneamente qualunque altro tuo commento basato sulla ripetizione automatica di baggianate assurte a dogmi scientifici, ti saluto.

      Elimina
    5. A proposito dell'allegoria del treno...noi siamo sul tetto, non all'interno. Non abbiamo una cupola che ci protegge dai forti venti del treno. Giusto?

      Elimina
  3. Quindi, invece che una palla, la Terra è un disco. E che ci sarà sul lato B?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niente, perché la terra non è piatta

      Elimina
  4. Ciao...
    Jack daw mi puoi spiegare le stagioni e il in che modo si muove? Grazie

    RispondiElimina
  5. Scusa in che modo si muove il sole

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Ciao...
    Jack daw mi puoi spiegare le stagioni e il in che modo si muove? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come avrai letto nel mio ultimo post attendo di recuperare le mie facoltà scrittorie ..nel frattempo sei libero di curiosare alla ricerca di indizi che sono disseminati nel corso di questo blog.
      grazie per il tuo commento, a presto

      Elimina
    2. Caro Speck, ti offro una versione breve, che è questa gif animata:
      https://2.bp.blogspot.com/-xBk_wrVHwsw/V2G1mCGoITI/AAAAAAAARck/PyLLIKQaZOY1us_wG5LTzSmKs6dY-YlFQCLcB/s640/SunAnimation.gif
      e una versione lunga, quasi-biblica, quella del "Libro Delle Rotte Dei Luminari Celesti" che ho tradotto in questo post: http://verorizzonte.blogspot.it/2016/05/libro-delle-rotte-dei-luminari-celesti.html
      Altri complicatissimi indizi nel Libro dei Segreti di Enoch:
      http://verorizzonte.blogspot.it/2016/05/libro-dei-segreti-di-enoch.html
      Questo video riporta le nozioni fondamentali sulle stagioni:
      https://youtu.be/n13pAy3mC2Y
      Spero di esserti stato d'aiuto; grazie per il tuo commento, a presto.

      Elimina
    3. In quei testi riesco a trovare anche la spiegazione del ciclo lunare nella terra piatta(da crescente a calante)? O se tu con due parole me lo spiegheresti, te ne sarei veramente grato.

      Elimina
    4. ne ho scritto in questo post con video (in Inglese) e illustrazioni da me tradotte; http://verorizzonte.blogspot.it/2016/02/e-severamente-vietato-star-bene.html -- le "fasi lunari", cioè l'ombra sulla luna, sono date dalla differenza nella velocità delle due luminarie; la luna è leggermente più lenta (24.50 h contro le 24 del Sole) e pertanto quando il sole si distanzia da essa si crea un ombra su un lato o dall'altro; quando sono perfettamente allineati, ogni 29 gg. è plenilunio -- Stinky Cash ha pubblicato un video dettagliato sull'argomento: https://www.youtube.com/watch?v=n4GmeI2omfM -- Grazie per il commento, a presto

      Elimina
    5. Grazie della risposta. Qusando parlo con qualcuno dell'argomento pensa che sia matto... niente paura!!! Grazie ancora

      Elimina
    6. Non c'è di che ...anzi sono io che ti ringrazio per il tuo interesse nella Questione Più Fondamentale Di Tutte, perché siamo ancora pochissimi rispetto alla massa del gregge eliocentrico. Niente paura! Tu conosci la Realtà, rispetto a quanti si limitano a credere nel dogma scientifico, e questo ti rende superiore a tutti loro messi assieme... Grazie, a presto =)

      Elimina
  8. scusami: tu sei dentro un automobile con i finestrini chiusi ad una velocità di 100 km orari se lanci una pallina di carta verso il cruscotto è lo stesso se la lanci nel sedile di dietro, non fai piu sforzo per farla arrivare dietro. e se la lanci dal lato passeggero compie una traiettoria lineare, non la lanci verso il passeggero e la palla finisce nel sedile di dietro. Questo perchè l'aria all'interno della macchina sta viaggiando anche a 100 chilometri e quindi anche tu viaggi a 100 chilometri ma all'interno sembra ferma. questi sono concetti che spiego a mio figlio di 8 anni di certo tu ti devi ripassare un po di cose!!!!!

    RispondiElimina
  9. jack, vorrei sapere, se posso cosa fai nella vita, i tuoi titoli di studio, sempre se è possibile e non ti metto a disaggio.

    RispondiElimina
  10. Lo ammetto, la cosa mi mette a "disaggio", per ovvi motivi;-) riguardo ai miei titoli di studio, mi considero un pioniere nella nuvologia applicata, ma al di là della facile ironia che non dev'esser presa per sarcasmo (perchè non ho nessun motivo per straziare le tue carni) pensandoci bene, in tanti anni di "tempo libero" non ho fatto altro che espandere la mia coscienza e la mia conoscenza, che è sinonimo di scienza, e pertanto non sarebbe improprio definirmi scienziato, se soltanto questo titolo non fosse immediatamente assimilabile alle figure di tanti loschi individui la cui opera ha resa infamante l'idea stessa di una erudizione accademica e formale in qualunque branca dello scibile umano; del resto, se pure io fossi la più grande autorità nel campo della scienza astronomica ti racconterei (del)le medesime Grandi e Grandissime Palle universali che insegnano tutti i docenti universitari, così come gli insegnanti delle elementari, e non penserei nemmeno per un istante di affrontare un tabù come la Realtà Geocentrica in opposizione alla Teoria Eliocentrica, se volessi mantenere intatta la mia figura professionale e sociale; non ho alcun titolo di studio da vantare, o da celare al mio lettore, ma mi risulta che questo blogger sia l'unico utente alfabetico Belpaesano a rifiutare l'abominevole "accordo del participio passato", e tanto dovrebbe bastare a comprendere al di là di ogni titolo, il livello del mio studio. Grazie per il tuo commento, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S.; in ogni caso, volendomi intitolare in qualche modo, quella di "osservatore" è la definizione che trovo più attagliata, come vedi dal mio profilo su blogger.it

      Elimina
    2. In cosa consiste la nuvologia applicata?

      Elimina
  11. adesso capisco!!!! ciao ciao auguri

    RispondiElimina
  12. Ti dico solo che una persona puo dare una spiegazione a quello che osserva solo se ha coscienza delle forze che stanno dietro il fenomeno, se no ahi me! il fenomeno non viene neanche visto e passa inosservato. A mio parere dovresti smetterla di fare copia incolla di fenomenologia complottista presa un po di qua e un po di là. Dovresti fermatti un po, osservare, prendere i dati e verificarli tu stesso sul campo. Comunque sei bravo a scrivere e ad esporre i tuoi fatti. Sembra quasi che hai padronanza della lingua italiana con un pò di aggiunta di psicologia. In fondo cosa dice la psicologia? Dice: "Continua a ripetere alla gente sempre la stessa cosa, mescola fatti veri con bugie crea un quadro credibile, non importa se reale e alla fine la gente ti crederà". Non ho voglia di continuare qui la discussione perchè se una persona è convinta non puoi e non devi forzare la mano. La presa di coscienza è un processo assolutamente personale quindi sta solo a te capire veramente come stanno le cose. Buona fortuna!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altrettanto a te, ne hai veramente bisogno ;-)

      Elimina
    2. Da bambini ci viene insegnato che la Terra sia rotonda. Da grandi, quando si prende un aereo per la prima volta e si osserva fuori dal finestrino, vediamo che l'orizzonte non curva come ci hanno insegnato. Solo enti come la nasa hanno la possibilotà e i mezzi per vedere come stanno veramente le cose. Noi, da profani, possiamo osservare e farcii delle domando. Sono stai impiegati secolo per verificare con la matematica tutto quello che è stato osservato , ma sarà vero? Servirà altrettanto tempo per smontare tali teorie. Abbiamo iniziato con l'osservazione e le domando. La ceetezza verrà a galla prima o poi. Se non verrà soffocata da grandi enti per motivi che non ci è dato sapere, al momento.

      Elimina
  13. Interessante, ma perché ai poli ci sono 6 mesi di giorno e 6 mesi di notte?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Maurizio, benvenuto al Piano Terra;
      un 'esperto' (virtuale, e per inciso MOLTO probabilmente eliocentrista coatto, come sono TUTTI, o quasi=) risponde riguardo il "polo Nord":
      "...Se ti posizioni esattamente sul circolo polare artico hai solo un giorno in cui il sole non tramonta mai (21 giugno) e uno in cui non sorge mai (21 dicembre). Negli altri giorni hai albe e tramonti.
      Man mano che procedi verso nord aumentano i giorni in cui hai dì e notti perenni, fino ad arrivare al Polo [Sud -- NdB]dove hai sei mesi di luce alternati da sei mesi di notte" -- Però tengo a precisare che sull'attendibilità di quest'ultima informazione possiamo solo affidarci alle informazioni diffuse dalle presunte "autorità" in loco, che sono scienziati dell'establishment o militari, e altri 'turisti cronici' disposti a raccontare che le cose stiano di fatto così come le hai descritte tu, mentre a quanto pare gli abitanti di Ushuaia (Tierra del Fuego, Argentina) il luogo abitato più prossimo al Circolo Antartico, esperiscono dei cicli giorno/notte molto simili a quelli dell'intero continente Americano, come sappiamo dal sito citato nel video (https://www.youtube.com/watch?v=18RKoYIu0GA) che NON è un sito di "flat earthers", ma TIMEANDDATE.COM:
      https://www.timeanddate.com/sun/argentina/ushuaia
      e che puoi verificare tu stesso al link qui sopra-
      ora, puoi credere che in quei 700 km scarsi che separano l'aeroporto di Ushuaia dalle propaggini più esterne della costa (o meglio, muraglia) "antartica" avvenga un tale fenomeno (soprannaturale) per cui da questa parte del Canale di Beagle il Sole sorge e tramonta normalmente, mentre dall'altra parte "ci sono 6 mesi di giorno e 6 mesi di notte", secondo la tua descrizione?
      Dovremmo CREDERE al fatto che soltanto sul FIABESCO "continente bianco" si potrebbe verificare tale fenomeno, e solo sulla base delle informazioni provenienti dalla stessa gente che interdisce l'accesso alla Zona Proibita; è la stessa cosa che è necessario fare per CREDERE nella Grande, Grande Palla di Terra, una cosa che è possibile soltanto credere, più o meno obbligatoriamente, da che essa contrasta con ogni percezione immediata -istintiva, intuitiva e sensoriale- che possiamo avere di una superficie evidentemente piana e molto ovviamente stazionaria sotto i nostri piedi.
      Ora, io non ho parenti stretti o amici fidati residenti al "polo Sud" (soltanto Babbo Natale può viverci, perché come il luogo stesso è immaginario) e pertanto non sono in grado di accertarmi della realtà delle cose nei ristretti confini della mia definizione di Credibilità; ritengo però altamente improbabile che una simile discrepanza cronologica possa avvenire in uno spazio tanto limitato, e per smentire i dati riportati da timeanddate.com sarebbe necessario interrogare un abitante di Ushuaia, anziché il blogger italico... Cosa che ti invito fare se la mia risposta di non-abitante dell'Antartico non dovesse soddisfarti, come in effetti NON dovrebbe fare. Quindi ti ringrazio per il commento, e ti saluto; a presto.

      Elimina
  14. Il signor Carpenter, che riporti in diversi punti, visse nell'800 era uno stenografo che non aveva alcuna nozione né di fisica, né astronomia né geologia. Stai quindi riportando una teoria scritta ai tempi non si conoscevano neppure tutti i pianeti del sistema solare, e la corrente elettrica faceva a malapena capolino. Giusto per inquadrare il contesto.

    La maggior parte dei punti che elenchi rilevano una totale mancanza di conoscenza di qualunque argomento trattato. E volendo si può anche affermare che tutto ciò è un grave insulto all'intelligenza e al lavoro di migliaia di scienziati e studiosi, persone serie che hanno dedicato e che dedicano tutt'ora la loro vita alla ricerca e alla scienza.
    Non so che lavoro fai te, ma cosa diresti se qualcuno affermasse che quello che dici e cha fai non vale nulla, che fai parte di un complotto e che se così non fosse vuol dire che non hai capito niente?

    Comunque è notevole la fede che hai in questa teoria, qualcosa che va contro tutto e tutti, ma sarebbe bello che la tua energia la convogliassi verso qualcosa di più utile. Ma fondamentalmente sei inoffensivo per cui contento te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come forse avrai notato "200 proofs Earth is not a spinning ball" NON è opera mia, ma di mr. Eric Dubay; io mi sono limitato a tradurre il suo ebook nella sua integrità, comprese tutte le citazioni dal libro di mr. Carpenter, alcune delle quali io stesso trovo discutibili. Ma se qualcuno affermasse che quello che dico non vale nulla, innanzitutto mi chiederei PERCHE' questo qualcuno dovrebbe fare una cosa simile, e quali sono le basi della sua affermazione; se ad es. quello che sostengo in questo blog fosse basato esclusivamente sul libro di un Eric Dubay, sarei decisamente messo male, per quanto molte nozioni basilari esposte qui siano letteralmente inconfutabili; ma come potresti sapere leggendo gli altri 300 articoli di VerOrizzonte, c'è un intero mondo e la sua intera storia a sostenere la Realtà Geocentrica di cui esso partecipa, e questo dovrebbe essere sufficiente anche per chi non sia (più) in grado di avere una percezione immediata, intuitiva e istintiva, e qualche residuo di buon senso che gli permettessero di comprendere che questa Terra è un piano stazionario; perché è la Terra stessa sulla quale camminiamo ogni giorno, in tutta la sua immobilità, e con tutta l'orizzontalità del suo orizzonte, a dire tutto quello che è necessario sapere ai suoi abitanti, e il fatto che dopo 5 secoli di indottrinamento dogmatico dell'utenza scientifica essa creda ciecamente, contro ogni evidenza e contro la propria esperienza sensoriale, di vivere su una palla rotante nel vuoto, non è semplicemente uno schiaffo alla nostra intelligenza, ma è un crimine che viene commesso quotidianamente in ogni scuola, e anche per questo -al di là della mia grafomania cronica- ho iniziato a scrivere questo blog: quindi io non ho alcuna "fede" in nessuna "teoria" di sorta, e al contrario io SO di cosa sto parlando, e non lo faccio perché qualcuno mi ha ammaestrato a farlo quand'ero un bambino, facendomi giocare con il globo girevole;
      capirai che la mia intenzione qui non è di offendere nessuno, ma di riparare ad una Offesa senza pari nella storia dell'uomo, e di contribuire alla diffusione di quelle realtà che le masse dei consumatori del XXI Sec. tendono a trascurare con estrema facilità, per quanto si possa trattare di quella che chiamo La Questione Più Fondamentale Di Tutte; ho sempre convogliata la mia energia nella scrittura -per un motivo ignoto a me stesso- ma il veicolarla qui a sostegno di una realtà soppiantata dalla più incredibile delle teorie nella mente di miliardi di persone mi pare qualcosa di più utile che non lo scrivere diari, o racconti, o qualunque altra cosa; altrimenti, è chiaro, questo è ciò che farei. Ad es., leggendo un commento come il tuo, che in pratica dice "scrivi solo boiate, ma non fai male a nessuno e tanti saluti", mi sarei facilmente risparmiata questa tiritera cliccando sul tasto "elimina commento", perché personalmente non ho alcun interesse nel rispondere ad uno solo dei miliardi di eliocentristi coatti, che sono destinati in partenza -e rassegnati- a reiterare all'infinito sempre e soltanto le stesse corbellerie che vengono insegnate nelle scuole e stampate sui libri, cerca di capire almeno questo; sei TU ad avere fede in qualcosa, che molto evidentemente NON ne merita alcuna. Mi auguro che questa mia risposta ti possa essere di qualche aiuto, più di quanto lo sarebbe stato il mio "silenzio" con la cancellazione del tuo commento. Buona vita =)

      Elimina
  15. Beh io non ho affatto detto che scrivi boiate, e cancellare un commento come il mio sarebbe stato come dire, "non accetto che qualcuno la pensi diversamente da me", e questo non sarebbe stato molto carino.
    Come avrai notato non mi sono messo a discutere su alcun punto da te riportato, perché il gioco di argomenti e contro argomenti non avrebbe mai fine.
    Per cui non mi rimane che ricordarti che sebbene nessuno di noi "umani"(intesi come non astronauti) sia mai su una navicella spaziale a verificare di persona se la terra è piatta o sferica, con l'imminente avvio del turismo spaziale presto saranno decine, poi centinaia e in seguito migliaia le persone che potranno fotografare dalla stratosfera e anche oltre la forma della terra e magari si potrà invitare qualche guru del terrapiattismo a verificare di persona la cosa, così da poter chiudere definitivamente questa follia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, questo mi ha fatto sorridere... Un consiglio da amico, non prenotare un viaggio su Marte, potresti rimanere molto deluso ;-)

      Elimina
    2. Non sto parlando di viaggi spaziali, sto semplicemente parlando di voli ad un'altitudine sub-orbitale. Non è tantascienza, ma si parla di un paio di anni al massimo.
      Non mi prendere per stupido solo perché faccio affermazioni banali o superficiali, mi limito a replicare sullo stesso piano di quanto trattato.

      Elimina
    3. Non posso negarlo, è un piano terra-terra =D

      Elimina
    4. A proposito di piano, lo sapevi che nella foto che hai messo nella testata si può rilevare la curvatura terrestre? Basta utilizzare un qualunque programma di grafica per scoprirlo.
      Ciao!

      Elimina
    5. Alberto Fazi, puoi continuare a credere fino alla tua morte alla veracità delle foto NASA fatte con il fish-eye, e a tutte le Grandi Palle Universali che insegnano nelle università; a parer mio in questo blog c'è abbastanza materiale -al di là delle 200 prove- per permettere ad un eliocentrista coatto quale tu sei di informarsi approfonditamente su "La Questione Più Fondamentale", e di trarre le sue conclusioni; sei pregato di farlo, se la cosa ti interessa, e soltanto poi sarò disposto a leggere altri commenti; se non vuoi farlo, fai a meno di "commentare"; so benissimo che una linea orizzontale si può deformare fino a sembrare curva perché lo vediamo in centinaia di video girati con un ultra-grandangolare, e allo stesso modo si può raddrizzare una linea curva usando photoshop, ma questo non cambia la Realtà dei Fatti -fotografie a parte- di cui ogni individuo dovrebbe ri-prendere coscienza osservando il fatto che la Terra non si muove, e che l'orizzonte è orizzontale. Detto questo, ti saluto e ti prego di non aggiungere altri commenti del tutto inutili come questo. Grazie.

      Elimina
    6. Scusa Jack, capisco che ti sei rotto le scatole di quelli come me che fanno sempre i soliti discorsi, ma stavo commentando questo post che è preciso e circostanziato e non vedo il motivo per cui dovrei leggermi tutto il blog prima di dare un parere.
      Se mi permetti di andare un po' più a fondo penso che tutte le prove raccolte un questo articolo, siano assolutamente prive di ogni scientificità, di una superficialità disarmante spesso colposamente mancanti di dati fondamentali di analisi, alcune apertamente false.
      Giusto come accenno tutte le prove riguardanti gli avvistamenti di isole o posti a distanze improbabili mancano di un dato fondamentale, ossia l'altitudine del punto di osservazione e l'altitudine del posto osservato, che sono parametri fondamentali per determinare la visuale a lunghe distanze. Mi riesci a spiegare il perché?
      Quanto alle “prove” riguardanti la navigazione, sia le rotte di Cook che quelle di Magellano se riportate su una terra piatta sembrerebbero state fatte da ubriachi piuttosto che da grandissimi esploratori. Tornerebbero ad avere il loro senso solo se effettuate su una terra sferica, come in effetti è.
      Andando avanti con un altro punto a caso: l’esperimento di Michelson-Morley e di Sagnac. Fu eseguito a fine ‘800 con strumenti assolutamente grossolani e senza alcuna conoscenza delle leggi della relatività scoperte decine di anni dopo. In pratica è come se qualcuno ora cercasse di misurare la variazione di altezza del mare prima e dopo averci aggiunto un secchio d’acqua e senza neppure essere a conoscenza delle maree. Per non parlare di Tycho Brahe, che nel ‘500 pretendeva di vedere muovere stelle distanti centinaia di anni luce da noi, senza avere la minima cognizione di dimensioni e distanza di ciò che stava osservando.

      Ripeto io mi limito solo a commentare quello che leggo qui sopra, se hai qualcosa di specifico da farmi leggere su questo specifico argomento nel tuo blog (magari di più attuale rispetto alle osservazioni fatte centinaia di anni fa) lo faccio volentieri, ma non dirmi di leggerlo tutto, anche perché, con tutto il rispetto per il lavoro che fai, mi pare che sia un bel minestrone eterogeneo di ipotesi molto azzardate.
      Riguardo all’”eliocentrista coatto” direi che suona simpatica come definizione, per cui simpaticamente permettimi di definirti un terrapiattista fondametalista.

      Comunque se ritieni che anche quello che ho scritto qui sopra sia inutile alzo le mani, come dicevo all’inizio è facile che ti sia stufato da un pezzo di rispondere a quelli come me, e in tal caso ti prometto che non scriverò più nulla.

      Elimina
    7. Io abito a Sidney e sfortunatamente per la vostra teoria ho amici che vivono in Chili sono venuti loro a trovare me ed io a loro i voli diretti ci sono un po' più costosi di quelli con lo scalo! In 13 ore si arriva a Santiago e sorvoli l'oceano! Basta andare a controllare ho sempre prenotato tutto su internet! Per quanto riguarda sorvolare il polo sud le temperature inferiori a meno 100 in quota renderebbero il volo impossibile e se controllate non ci sono nemmeno voli che attraversano il polo nord.

      Elimina
    8. Chiedi a qualunque fotografo...un grandangolare distorce proporzionalmente alla distanza del soggetto....quindi oggetti molto lontani non subiscono distorsione...le foto della NASA non hanno una curvatura artificiale dovuta all'obiettivo, visto che spesso sono a centinaia di km dalla terra
      a proposito, chiedi a qualunque geometra e ingegnere civile (gente che ha studiato topografia): è grazie alla trigonometria SFERICA che si possono concepire gallerie come quella del monte bianco (incontrandosi precisamente a metà) e 3000-4000 km di oleodotto....non ultimo, questi punti sono TUTTI stati smentiti (tranne quelli fideistici tipo "complotto NASA" tramite calcoli matematici...la scienza parla il linguaggio della matematica, del "secondo me è così" non importa niente a nessuno se non mostri i calcoli....dulcis in fundo l'autore del libro è un trentacinquenne istruttore di yoga americano in thailandia, complottista, che non ha la minima formazione scientifica e che riporta concetti del tardo ottocento (quando va bene)....comunque se proprio hai tempo da perdere, vai a vederti i pendoli di foucault che sono nell'emisfero boreale, in quello australe e poi all'equatore, nei primi due casi girano in senso opposto, nell'ultimo si muovono in linea retta....prima di poter confutare la fisica classica bisogna conoscerla profondamente, così fanno gli scienziati, conoscono e poi (se è il caso) smontano e sostituiscono, ma chi non ha le competenze di base (tu o l'autore del libro) non può pretendere si smontare alcunchè

      Elimina
    9. max sone... =D molto divertente

      Elimina
  16. La differenza di vegetazione tra nord e sud si spiega facilmente tenendo in considerazione la corrente del golfo che rende il clima più vivibile in Europa rispetto ad altre zone nel mondo A Londra per esempio le temperature invernali sono molto più alte di quelle americane , stessa latitudine. Basta solo pensare che New York si trova alla stessa latitudine di Napoli non credo che i due climi si possano comparare

    RispondiElimina
  17. Non capisco come sia possibile, per noi, non avvertire la velocità del movimento antiorario(e non solo) della terra a quella folle velocità! È possibile che la nostra atmosfera sia circondata da una sorta di "bolla solida" che isoli il mondo dai movimenti esterni?e in questo caso ritornerebbe l'esempio dell'automobile chiusa lanciata a100km orari dentro la quale si puo lanciare sul cruscotto o nei sedili posteriori un pezzettino di carta...ma viaggiando su una decappottabile? Sentiremmo tutta la velocità di quei 100km orari e non sarebbe possibile lanciare un pezzetto di carta come nella macchina chiusa! Perciò il mondo è un sistema chiuso e isolato rispetto a quanto succede all'esterno? Potrebbe essere visto che non siamo mai stati sulla luna..ma la Nasa afferma il contrario e con i satelliti e moduli vari entra ed esce tranquillamente dall'atmosfera..quindi non esiste nessuna barriera! E la teoria della forza di gravità non regge! Io sto ancora aspettando la prova effettiva del movimento della terra...o che in diretta dal ISS gli astronauti mostrino lo spettacolo del mondo da lassù.. Fino ad allora rimango con tutti i miei dubbi e la certezza che sicuramente qualcosa non è come la fanno apparire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto al Piano Terra, innanzitutto. E come si usa dire da queste parti, "Aspetta e spera..." Se in cinquant'anni di 'missioni spaziali' sono riusciti a mettere assieme solo due (2) immagini della 'biglia blu' ci sarà un motivo.. e quando è l'autore stesso a dire che è un fotomontaggio non si tratta più di credere o non credere, ma di capire, o non capire. Purtroppo, sembra che su quest'ultima scelta il Gentile Pubblico Pagante sia sempre molto confuso. Spero che anche tu possa schiarirti le idee, io ce la metto tutta per sgonfiare la Grande, Grande Palla -- Grazie per il commento, a presto

      Elimina
  18. Vorrei fare una domanda. Ma voi credete davvero a quello che scrivete qui o volete solo prendere in giro la gente?

    RispondiElimina
  19. Se ci credete davvero la cosa è preoccupante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiedi a te stesso quello che CREDI, e PREOCCUPATI di quello ;-)

      Elimina
    2. Apprezzo l' impegno mostrato, vanno accettate anche le critiche, anche se ritengo che siano in pochi ad avere la preparazione scientifica per confutare e/o affermare appieno molte delle informazioni discusse. Continua così...

      Elimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. Quindi in questo blog di terrapiattisti ci sono oltre 300 articoli... però contro il geocentrismo ne sono stati scritti milioni, da persone importanti come Copernico o Galileo, e quest'ultimo ha anche pasato pa fine della sua vita in carcere per non abiurare e continuare a sostenere la verità. Penso che non per rispetto per te, me o chiunque altro, dovresti smetterla di scrivere queste sciocchezze per rispetto di gente come Galileo, il padre del metodo scientifico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate l'ortografia ma il mio touchscreen non funziona molto bene

      Elimina
  22. Per quanto riguarda il fatto che le isole Gorgona,Capraia,Elba e Corsica non debbano essere visibili da Genova in condizioni di terra piatta è contestabile;in primis hanno un elevazione slm che va da 255 a 2700 m quindi sarebbero parzialmente visibili anche oltre la linea d acqua ed inoltre esiste il fenomeno di rifrazione dell atmosfera che in particolari casi di temperatura, umidità e pressione rende visibili cose che si trovano al di sotto della dell orizzonte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come puoi vedere dalle foto che trovi online (cercandole=) simili dati si riferiscono all'osservazione delle coste e delle basi di fari e costruzioni di sorta, e non ad una loro visione parziale; il caso forse meglio documentato è quello della città di Chicago, ma sono tanti, e decisamente troppi per essere giustificati come 'fenomeni ottici'; il caso in cui ciò che si presume 'al di sotto dell'orizzonte' diviene visibile è quando le condizioni atmosferiche permettono di vederlo chiaramente a grandi distanze; che poi vengano chiamate appunto "fenomeni ottici" dai giornalisti è un altro discorso...

      Elimina
    2. Trovo disarmante la caparbietà con cui i sostenitori di una Terra sferica, si ostinino nelle loro convinzioni indottrinate. Parlo della gente comune. Di semplici osservatori. Sono disposti a credere a fenomeni che gli sono stati raccontati e soffocano le loro esperienze sensoriali e visive. Ma sopratutto sono stupito di come si accaniscono nel cercare di smontare persone che cercano di portare prove verificabili da tutti i comuni mortali, preferendo invece credere a "scinziati" che si trincerano dietro a complicate formule matematiche, oscure ai più.

      Elimina
  23. Qualcuno sa dirmi come giustificano gli studiosi il fatto che alcune isole o montagne che dovrebbero sparire oltre l'orizzonte ( secondo complicati calcoli da loro inventati), siano visibili ugualmente? E come mai, anche da grandi altezze non si riesce a percepore neppure un accenno di di storicità del nostro pianeta? Sapete a quale altezza si può cominciare a vedere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accenno di storicità? Credo che dovrai salire ben oltre le nuvole per ottenere una simile visione =)

      Elimina
  24. Ah ah ah scusa....volevo scrivere sfericità della terra, non storicità. Il correttore automatico a volte sostituisce intere parole....

    RispondiElimina
  25. https://youtu.be/0hbPRi5GazE

    Secondo voi questo documentario risponde a tutte le domande che vengono poste da c'ho crede che la terra sia piatta? E se no, in quali punti le spiegazioni sono più deboli?

    RispondiElimina
  26. https://youtu.be/nXs6Fy5wico

    Questo invece è a favore della terra piatta.
    Trovo che sia più "convincente". O almeno a me ha fatto questo effetto. Sarebbe interessante analizzare punto per punto entrambi i documentari....

    RispondiElimina