Cerca su VerOrizzonte

martedì 15 marzo 2016

I 10 PUNTI INAMOVIBILI

CHE PROVANO LA REALE COSMOLOGIA TERRESTRE CORRISPONDENTE AD UN PIANO LIVELLATO E IMMOTO:


1. LA "SFIDA ELIOCENTRICA" (HELIOCENTRIC CHALLENGE) E' SEMPRE APERTA: CI SONO ANCORA $ 100.000 IN PALIO PER CHIUNQUE SIA IN GRADO DI PROVARE IN MODO INCONFUTABILE E SCIENTIFICAMENTE ESATTO CHE LA TERRA E' UNA PALLA ROTANTE -- Questo punto da solo dovrebbe bastare, interessando individui di ogni popolo e nazione, di qualunque sesso e professione religiosa, di qualunque classe sociale e d'ogni levatura culturale; letteralmente CHIUNQUE al mondo sia in grado di provare che viviamo su una Grande, Grande Palla, ha il DIRITTO legale di riscuotere 100.000 dollari Americani; questo prova già in partenza, e al di là di ogni ragionevole dubbio, che il Modello Eliocentrico è di fatto soltanto un modello teorico, dal momento che è già possibile indire un simile concorso a premi, per non parlare del fatto che lo si può fare avendo la certezza di non dover sborsare un centesimo bucato: ancora, per inciso, io sarei disposto a scommettere un miliardo di dollari sul fatto che nessuno vincerà mai questo premio, così come nessuno l'ha fatto finora.
Il fatto che nessuno al mondo sia in grado di provare la supposta curvatura della Terra, o uno dei suoi presunti moti, funge come prova del contrario, che la Terra è un PIANO IMMOBILE.

2. Gli INGEGNERI, civili e militari, non sono iscritti alla Flat Earth Society, ma spesso nemmeno alla massoneria, e pertanto non hanno regole del silenzio da rispettare; se un Sig. Ingegnere, che ha passata tutta la sua vita a progettare e dirigere i lavori di costruzione di ponti e ferrovie, dichiara che in tutta la sua rispettabile carriera non ha mai tenuto in alcuna considerazione il fattore di TOLLERANZA relativo alla presunta curvatura della Terra, non abbiamo nessun motivo di dubitare della sua parola. O perlomeno, IO non ne ho alcun motivo, e quindi il secondo punto mi basta per confermare quello che i 100.000 dollari del punto 1. restano a provare in maniera inconfutabile. 
Ricordo qui la testimonianza dell'Ing. Winckler, citato da Earth Review: "Come ingegnere con una annosa esperienza, mi sono reso conto che questa assurda tolleranza esiste soltanto nei libri scolastici. Nessun ingegnere si sognerebbe di calcolare niente del genere. Ho progettate diverse miglia di ferrovia e molte altre di canali e questo fattore non è mai stato tenuto in considerazione, e tantomeno è stata calcolata la tolleranza. Questa tolleranza per la curvatura significa questo, che ci sono otto pollici per il primo miglio di un canale, e la misura aumenta in proporzione del quadrato della distanza in miglia; quindi un piccolo canale navigabile, diciamo di 30 miglia, dovrebbe secondo la suddetta regola avere una tolleranza per la curvatura di 600 piedi. Pensate a questo, e poi perfavore non dite in giro che gli ingegneri sono tanto stupidi. Niente di simile viene mai calcolato. Non ci preoccupiamo di calcolare 600 piedi di tolleranza per un tratto ferroviario o un canale di 30 miglia, più di quanto non pensiamo di far quadrare un cerchio"

http://www.testingtheglobe.com


I PILOTI che utilizzano quotidianamente il giroscopio, sono tutti testimoni viventi di un Piano Terreno, fintanto che non correggono la loro rotta in funzione della presunta curvatura terrestre, cosa che non hanno mai fatta, che non fanno, nè faranno MAI. E tra i soci della Flat Earth Society non ci sono nemmeno molti piloti...Etc., etc., etc.

3. Le LINEE AEREE non pubblicano false rotte con tanto di falsi scali, per qualche motivo del tutto inspiegabile; quindi nei due articoli precedenti -FUORI DI ROTTA e CARTA CANTA, utilizzando come esempi due rotte dell'aviazione civile, si è DIMOSTRATO molto chiaramentee che in entrambi i casi gli scali intermedi lungo le rotte transoceaniche corrispondono a dei punti su una linea retta, ovvero la via più rapida ed economica dal punto A al punto B, soltanto sulla mappa planare di Gleason, mentre sarebbero situati a migliaia di kilometri di distanza sulla mappa globulare; NON ESISTE UN MOTIVO POSSIBILE E PLAUSIBILE per giustificare questa discrepanza; così come le compagnie aeree NON hanno motivo di pubblicare delle rotte fasulle, con i loro scali completamente inspiegabili e anti-economici di-segnati sul mappamondo, allo stesso modo NON avrebbero proprio alcun motivo di sprecare tanto carburante e tante ore di volo per compiere quegli stessi scali, che sono ovviamente del tutto ingiustificabili nella falsa-realtà dei fatti "globali", ovvero proiettata su una mappa planisferica.

Ripropongo di seguito i due esempi:


Tokyo-Santiago, con scalo a Miami sulla Gleason's New Standard Map Of The World (1892); 


Tokyo-Santiago, con scalo a Miami FL o Fort Worth TX sulla mappa di Google Flights
(Texas e Florida sono evidenziati in giallo)


Perth-San Paulo, con scalo a Singapore, sulla proiezione di Marcatore della Virgin Airlines



Perth-San Paulo, con scalo a Singapore, sulla Gleason's New Standard Map Of The World


Come ho ripetuto nei due articoli suddetti, CHIUNQUE con una mappa "ufficiale" propria, o data dalla stessa compagnia aerea, e comparando le rotte con i loro relativi scali sulla "Nuova Mappa Standard del Mondo" accessibile online, è in grado di CONSTATARE immediatamente e definitivamente, da sè, questi FATTI, che non sono a mio parere giustificabili in alcun modo se non ri-conoscendo la realtà della esattezza del modello planare che è riprodotto sulla Gleason's Standard Map Of The World. Come ho titolato il mio secondo post a questo proposito, "CARTA CANTA".
Questi primi tre punti dovrebbero bastare a CHIUNQUE con un po' di materia grigia attiva nella testa a comprendere la REALTA': che la Terra NON è una Grande Palla, e che non si muove, e che per chi vuole SAPERLO c'è un intero mondo di prove su cui contare, senza nemmeno menzionare il titolo di un libro.

Ma se proprio occorre farlo, allora dei titoli come

4. LA BIBBIA, IL CORANO, I VEDA dovrebbero essere abbastanza autorevoli da esser menzionabili come antiche fonti di verità, più o meno perdute, più o meno OCCULTE, e più o meno PATENTI per chiunque al mondo; per chi ha RI-conosciuta questa realtà nel proprio mondo fisico, non stupisce che le tre più grandi correnti religiose al mondo concordino tutte sulla COSMOLOGIA GEOCENTRICA e sul modello di un Piano Terrestre Immoto, dal momento che questa concezione corrisponde alla sua propria realtà, esperita quotidianamente, da che ne ha memoria; ma per chiunque altro, questo deve costituire un Mistero Maiuscolo e apparentemente ancora più grande di quello divino e umano messi insieme: infatti ci possono facilmente mentire sulla natura degli dèi, possono raccontare mezze verità e bugie intere su qualunque soggetto possibile e immaginabile, con argomentazioni speciose e circonvoluzione surrettizie che si attagliano al presunto moto della Terra, e questo è certo per ogni religione, ma se le cosmologie descritte dagli antichi testi sacri alle varie civiltà corrispondono ad un modello geocentrico, che deve corrispondere per forza di cose alla realtà dei fatti, e il quale del resto è noto oggi come il paradigma pre-copernicano, conosciuto e diffuso ovunque per centinaia di migliaia o milioni di anni nel contesto storico e "secolare", o "profano" della Storia, e infine in quello distinto come "scientifico" rispetto a quello "religioso", allora opponiamo questi fatti noti e certi, a quella che al contrario è definita propriamente come Teoria Eliocentrica, e che non è altro. Forse i preti preferiscono sostenere la versione "scientifica", malgrado la chiarezza dei testi biblici a proposito della Terra, inamovibile dai suoi pilastri sotto la vòlta celeste; ma questa loro iniqua modernità di pensiero non modifica quei testi stessi su cui fu edificata la chiesa di Roma, e che chiunque sia in grado di leggere può ritrovare altrettanto fissi, immobili, numerati, sulla propria Sacra Bibbia. O nel Corano, o nel  Rig Veda. L'ebraismo, il cristianesimo, l'Islam e l'Induismo, così come il Buddismo, e ogni dottrina di matrice esoterica (cioè, ogni vera dottrina), trovano tutti letteralmente il FONDAMENTO di una com/unione nella medesima cosmologia terrestre, che prevede un modello geocentrico, e si riflette in ognuno dei testi sacri con svariate differenze, ma che non di meno affrontando la Questione Più Fondamentale di Tutte, riguardante questa Terra, si oppone direttamente, con il peso di un corpus letterario immenso che costituisce la pietra d'angolo della cultura mondiale (basti pensare alla vulgata per la lingua Italiana) a tutti i dogmi scientifici della moderna astronomia, nei suoi presunti moti, nelle sue inestimabili distanze, e nel suo intero Universo ormai sostituito da un Software Universale sviluppato da qualche famosa Università.
Non è che l'umanità abbia sempre CREDUTO di vivere su un piano immobile, e poi magicamente, in un certo anno del XVII secolo si è scoperto che non era così; da che nessuno ancora oggi (V. punto 1.) è in grado di provarlo in qualche modo nella pratica, l'unica cosa certa è che qualcuno ha deciso un giorno che il Falso avrebbe dovuto sostituire il Vero a questo mondo; a livello, appunto, mondiale, o meglio globale; e così oggi abbiamo il "fenomeno" della globalizzazione. Che non viene definito "centralizzazione", o "unificazione", o "standardizzazione", e nemmeno "americanizzazione", ma -badate bene- GLOBALizzazione.
In conclusione, CREDERE alla teoria eliocentrica come realtà scientifica significa NON credere al più fondamentale di tutti i fondamenti della Conoscenza Umana trasmessa nel corso dei millenni dalla tradizione esoterica, quello che riguarda appunto il Piano d'Appoggio del mondo intero, il Grande Palcoscenico (o Set) in fondo al cielo, e questo comporta delle conseguenze di ordine intellettuale, filosofico, cognitivo ed educativo, ma anche comportamentale, di portata inimmaginabile. Non credere, in generale, alla Bibbia come "testo sacro", è un conto; ignorarne i contenuti che definiscono un contesto storico, è un altro conto; e se poi aggiungiamo alla Torah, condivisa dall'ebraismo, il Corano e i Veda, dobbiamo snobbare la Tradizione Storica Religiosa di mezzo mondo per rinnegare il geocentrismo, ed è inutile aggiungere che ovviamente anche l'altra "metà del mondo" -l'Oriente- contempla il medesimo modello geocentrico nella propria cosmologia antica; perchè è l'unica cosmologia che riguardi la realtà di questo mondo.

Devo ricordare ancora al mio lettore che questo è essenzialmente un mondo di parole, tanto che in lingua Inglese basta aggiungere una lettera "L" al termine "word", parola, per ottenere "world", mondo.

5. Il mio primo pensiero sulla Questione Più Fondamentale è stato espresso nel primo post di questo blog, ed è tutt'ora la base del test efficace, economico, rapido e indolore, per provare a sè stessi che sicuramente la Terra non è una Grande, Grande Palla moventesi alla velocità di 1600 Km/h all'equatore, con un balzo della durata di un centesimo di secondo, durante il quale il suolo sotto i nostri piedi dovrebbe spostarsi di oltre due metri, secondo i Dati Ufficiali relativi al modello Eliocentrico della Terra-Trottola roteante nello "spazio"; dati che sono accessibili sempre e da chiunque, da che vengono replicati in modo pressochè invariato su qualunque testo "scientifico", scolastico o enciclopedico di sorta.

Se dunque possiamo credere -solo perchè lo vogliamo fare- che la Terra rotei sul proprio asse alla velocità di 2.7 metri per centesimo di secondo, dovremmo per forza constatare di conseguenza che, rimanendo sospesi in aria in  quel breve periodo dovremmo ricadere a 2.7 metri di distanza dal punto in cui abbiamo spiccato il nostro balzo, seguendo il suolo la velocità di rotazione della Grande, Grande Palla, oppure dovremmo accettare il fatto di essere stati momentaneamente tramutati in un gas leggero, che non risentisse delle modificazioni fisiche cagionate dal nostro balzo -ovvero del moto di un corpo solido sospeso in un fluido gassoso- quando poi de facto ricadiamo nello stesso identico punto in cui ci siamo staccati dal suolo, nemmeno una briciola a destra, o a sinistra, avanti o indietro.
Se vogliamo credere che la Terra gira, allora dovremmo anche credere che lo fa a 277 metri al secondo, come vuole l'astronomia ufficiale, e il modello "copernicano", e di conseguenza il più breve salto che abbiamo mai compiuto basta a smentire definitivamente che la Terra  si sia MAI mossa di un solo millimetro, dall'inizio dei tempi a Qui e Ora; questo, lo ripeto, è l'unico vero Grande Balzo che l'Umanità possa compiere, soltanto per discolparsi dalle vergogne delle "missioni spaziali" che sono state sostenute su scala massiva dall'utenza televedente negli ultimi cinquant'anni.

ASTRO-NOTS

6. ABBIAMO LE PROVE STORICHE, quando il mondo "laico" della scienza punta al sodo, e crede solo in quelle prove materiali che la stessa meccanica quantistica ha già provate tutte, una tantum, esser tutt'altro che 'solide', allora ci affidiamo alla realtà più burocratica possibile, quella dell'ufficio storico, e ci chiediamo ancora per quale motivo l'affair Galileo, ricalcato su quello di Kopernik, abbia avuta tanta popolarità a suo tempo, per divenire un esempio universale e un monito eterno; ce lo chiediamo, ma conosciamo la risposta: si trattava di RINNEGARE la realtà delle cose relativa alla cosmologia geocentrica, che partecipò della cultura umana dall'inizio dei tempi fino a quel momento disgraziato, quando la conoscenza supportata dalla nostra COSCIENZA decadde in favore della insostenibile teoria eliocentrica, che fu in seguito inspiegabilmente e affatto incredibilmente "perdonata" e "abbracciata" dalla Madre Chiesa Romana Cattolica e Apostolica, e di conseguenza assurta da mera eresia a Supremo Dogma Scientifico per il Gentile Pubblico Alfabetizzato, in Secula Seculorum.

Oggi chiunque CREDE nella TEORIA eliocentrica, senza nemmeno aver notizia del fatto che si tratta di una teoria, mentre la stessa REALTA' geocentrica di cui l'umanità (come ogni bambino ignorante, ma sano di mente) ha sempre avuta coscienza, viene rinnegata in massa dall'utenza scientifica, per quanto nessuno di questi presunti scienziati si sia ancora intascati i 100.000 dollari del punto .1;
così come la realtà dei fatti che dovrebbero riguardare una immensa palla rotante nello spazio continuano a comprovare con esattezza matematica l'esattezza di una figura della Terra geo-centrica e di un piano immobile, allo stesso modo la realtà dei fatti storici per come sono comunemente accessibili dall'utenza letteraria globale COMPROVANO in maniera definitiva la fonte dell'Inganno, il quale è di tali proporzioni che non si potrebbero comunque avere dubbi sul possibile potere necessario alla sua attuazione, quello a cui sono inevitabilmente associati i quasi-preti e massoni passati alla storia come grandi scienziati,  il Copernico e il Galileo.
Se questa non è una PROVA inconfutabile e incontrovertibile, per qualunque essere umano dotato di intelletto, dopo i 5 punti suddetti, io non saprei come altro definirla, nè sarei in grado di produrne una più valida, ribadisco, DOPO i 5 punti suddetti. La messinscena storica del processo a Galileo, e la sua ingiustificabile "redenzione postuma", non sono altro che la conferma più evidente e indiscutibile di un Grande Disegno che io non esiterei a definire diabolico; e a questo proposito ricordiamo ancora le parole del Baudelaire:

7. "La più grande astuzia del diavolo è quella di farci credere che non esiste"; è un aforisma noto, che tratta di una verità archetipica, riguardante il concetto stesso dell'archetipo diabolico rispetto a quello divino e umano; a cosa pensate che si riferisse colui, forse a qualche entità soprannaturale che potrebbe apparirci dinnanzi all'improvviso nella notte, in uno sbuffo di fumi tra le fiamme sulfuree del regno infero, dotato di coda, barba e corna caprine, forcone e zoccolo fesso?
O pensate forse che M.sieur Baudelaire avesse un'idea meno fiabesca, e per così dire più prosaica, per quanto poetica, dell'entità diabolica che di fatto domina questo mondo, e lo fa da sempre al di sopra di tutte le leggi destinate ai comuni mortali, avendo facoltà di legiferare per i fatti suoi? E se esiste di fatto una entità "diabolica" maligna opposta a quella benigna di un "dio", potrebbe mai essere peggiore di quella che nega la stessa Realtà di questo mondo a quel "gregge" in cui ogni singolo individuo è destinato da principio a seguire ciecamente le posteriora di chi lo precede, reiterando le regole, i dati, le date, le cifre e i nomi, tutte le filastrocche e le assurde leggi dogmatiche relative ad un intero universo artefatto?
Se la realtà del "diavolo" corrisponde al potere di NEGARE l'evidenza dei fatti, e far sì che chiunque sottoposto alla "educazione" coercitiva sia programmato per negarla automaticamente, e sistematicamente, e grazie all'ammaestramento subìto nella prima infanzia sostenga l'insostenibile assurdità del modello Eliocentrico, con tutte le palline dell'Universo, e da allora fosse disposto a credere a tutto ciò che può essere sì incredibile, ma infine non TANTO incredibile quanto lo è la Grande Palla di Terra, e tutta l'infinità di Palloni e Palline che conseguono a questo principio cosmologico decisamente ludico, ridicolo, e completamente falso, che non ha il più minuscolo punto in comune con le antiche cosmologie di civiltà avanzatissime, con astronomi impareggiabili come quelli dei Babilonesi, degli Egizi e degli "imperi del Sole" Aztechi e Maya, di cui pure conosciamo l'uniformità fondamentale di un modello geocentrico attraverso i testi "mitologici"; l'intera storia della scienza umana non prevede teorie bislacche come le sfere astrali, che si sappia, fino a Pitagora e altri pitagorici, che furono lungi dal rivoluzionare la Figura della Terra come potè fare soltanto la Chiesa decine di secoli dopo, dopo la Grande Farsa Copernicana, grazie alla Propaganda Massonica e al nuovo tipo di Universo Scientifico insegnato dalle Università di tutto il mondo.
QUESTO è il genere di potere di cui parliamo, un tipo di potere estremamente palpabile, tangibile, tutt'altro che "occulto" e "segreto", un potere che non deriva da una concezione soprannaturale, nè tantomeno superstiziosa, del SISTEMA di cui tutti noi partecipiamo in vario grado, più o meno coscientemente, e più o meno informati sullo stato delle cose; se la chiesa oggi si può propriamente definire come la Più Grande Holding Company Mai Esistita Sulla Faccia Della Terra, perchè questo di fatto è la chiesa, non possiamo davvero dubitare della realtà del suo potere, esteso da un livello mondiale a quello Globale;
come unico indizio, riguardo il punto .7 di questa lista, io suggerirei che pertanto il diavolo potrebbe esistere, e per questo esisterebbe tanto male a questo mondo, ma una simile figura potrebbe esistere soltanto laddove si è disposti a parlare seriamente di diavoli, e quindi di dèi; e non è quel tipo di logosfera eterna e immortale che viene comunemente associata alle osterie, ai circoli canottieri o di lavoro a maglia, ma al contrario, è direttamente assimilata alla logosfera mitologica nel suo aspetto sociale e pratico, quotidiano, che è quello religioso.
E non può essere altro, dal momento che la realtà della gnoseologia può esistere soltanto a livello individuale, in una cultura essoterica, e non è mai stata altro che questo, nella storia della "conoscenza" propria degli gnostici, distinta da ogni altra conoscenza non-gnostica nel corso dell'evoluzione umana. Se la realtà "diabolica" insidia la realtà umana a tal punto da potersi dire con cognizione di causa che il "diavolo" governa questo mondo, dobbiamo soltanto pensare a chi rappresenta i massimi vertici del potere che non viene IMPOSTO come una legge del sistema politico, ma al contrario viene ACCETTATO di buon grado da chiunque cerchi una qualche sorta di guida e/o di conforto spirituale, in un un mondo "ateo" e caotico, governato ufficialmente dai politici, e sia disposto ad integrarsi nel sistema religioso in virtù della sua preminenza culturale nella propria logosfera dove, lo sappiamo, cultura è sinonimo di cOltura. Questo significa Tutte Le Più Grandi Palle Mai Concepite Da Mente Umana, compresa quella relativa al nostro mondo, la più fondamentale, davanti alla quale ogni altra Palla sembra cosa da poco.


LA STESSA GENTE CHE VI HA PORTATO IL "9/11" VI PORTA LA FALSA PALLA DI TERRA
"Tutte le immagini sono fotografie ufficiali della NASA, diffuse attraverso i mass-media e le maggiori agenzie stampa del mondo; chiedetevi quanto è grande l'America? Che colore sono gli Oceani, e le terre? Perchè non esistono video della Terra mentre ruota, ma solo immagini fisse? Perchè tutte le immagini sono diverse? Credete davvero di vivere qui? Credete davvero alla NASA?"

8. Così come è possibile CREDERE per tutta la vita in qualcosa che NON corrisponde, per quanto palesemente, alla realtà dei  fatti, allo stesso modo sembra talvolta arduo smettere di farlo, per RI-conoscere quella stessa realtà negata in principio dallo Scolaro dell'Obbligo, che fu Obbligato a credere dai suoi Maestri all'Incredibile Frottola della Trottola Mondiale nei primissimi anni del suo ammaestramento sociale, e socio/logico. E che, in generale, non ha mai smesso di CREDERE.
Questo come si è detto produce una profonda, profondissima e oserei dire fondamentale crisi, di DISSONANZA COGNITIVA che molto evidentemente pochi individui sono pronti ad affrontare assieme alla Questione Più Fondamentale Di Tutte, ricercando da sè la realtà che soggiace all'Impero di Bugie dei Globularisti.

Tecnici della NASA al lavoro


Il potere dei globularisti è tale che TUTTI gli utenti scolastici sono programmati in partenza, per accettare l'idea del mappamondo magico sospeso nel vuoto della teoria scientifica, ciecamente e indiscutibilmente, proprio come un dogma religioso; è il potere di imporre alle masse di ogni Paese il Contrario della Verità, nella forma di una Bugia immensa, grande quanto il mondo intero, ed estesa al concetto dell'intero "cosmo" per come viene dipinto dall'astronomia moderna, e per come questo di fatto nega il principio del "cosmo" stesso come ordine naturale delle cose, in favore di madornali castronerie che possono esistere solo nella mente di uomini malati, di potere o altro, e che sono tutte indistintamente, e letteralmente, campate per aria;
ma il lettore deve sempre considerare la FONTE delle sue informazioni, e chi tra gli scrittori di cui apprezza l'opera potrebbe avere un certo interesse nel sostenere una certa visione in luogo dell'altra, e se chi produce l'evidenza di fatti palesi e inconfutabili, per quanto siano paradossalmente opposti all'opinione comune, potrebbe avere come unico fine la diffusione di quella stessa conoscenza di cui ha avuta notizia e conferma al di fuori del "mainstream" multimediale, storico e mondiale, a sostegno della sua propria, indipendente, libera intuizione istintiva, che può favorire soltanto la propria coscienza; perchè infine noi siamo gli unici veri maestri di noi stessi, e siamo anche gli unici a poter imparare qualcosa dalle nostre lezioni, non abbiamo nulla di preferenziale, a cui potremmo attribuire un valore superiore alla nostra stessa opera di ricerca e di apprendimento che nel suo insieme costituisce la conoscenza dell'uomo e quindi, in ogni singolo caso, di ognuno di noi.

Una volta ri-conosciuta la realtà dei fatti espressa al punto .1, per cui nessuno di noi finora è stato in grado di intascare quei famosi centomila dollari, e nessuno lo farà mai in futuro, dobbiamo ri-conoscere tutte le conseguenze di questa nozione fondamentale, e in primis il Potere Della Falsità e Della Ipocrisia che sono inevitabilmente fattori FONDAMENTALI in questo stato delle cose. Il "geocentrista" dell'ultima ora non ha proprio nulla da GUADAGNARE nel diffondere la sua conoscenza, e tutto da perdere, conoscendo la vacuità intellettuale del panorama mondiale, e la mera indifferenza del "grande pubblico" ammaestrato dai maestri delle bugie e ipnotizzato dai mass-media, rispetto all'attività inesorabile, sistematica e implacabile, di quelle potenti forze che al contrario operano incessantemente alla continua restaurazione dello status quo.

9. NESSUNO può quindi veramente insegnare nulla a nessun altro, ma TUTTI noi siamo potenzialmente in grado di ri-conoscere -perlomeno- la realtà manifesta nella natura del nostro presunto habitat, affidandoci completamente, immediatamente (=in assenza di alcun medium di sorta) e naturalmente alla nostra Intuizione Istintiva, e per questo l'osservazione della natura, sulla quale si basa ogni principio scientifico, deve divenire parte integrante del nostro essere, durante la nostra indagine che può rivelarsi più lunga del previsto, ma d'altro canto riguarda TUTTO ciò che è manifesto, e da quanto ne sappiamo anche gran parte di ciò che al contrario è OCCULTO.

Dobbiamo interrogarci ugualmente sulle realtà storiche, sulle evidenze scientifiche, sulle stesse informazioni che sono poste in bella vista sotto il naso di tutti noi, sulle enciclopedie, sui libri di testo per giungere a quelle conclusioni esposte qui, e che infine non fannno altro che confermare ciò che abbiamo sempre saputo, non avendo mai avvertita alcuna sensazione di moto su una supposta trottola geoide rotante nel vuoto a una media di 1000 km/h, non avendone mai avuta alcuna prova nè sensoriale nè tantomeno scientifica e dimostrabile nella pratica, semplicemente percependo nel suo insieme la eterna stabilità, la inamovibilità di questo regno terreno, o terrestre, mirabilmente descritto in quei versetti biblici snobbati da tutti i suoi lettori cristiani sì, e magari praticanti, ma anche scientificamente preparati. Sistematicamente ammaestrati.
Oltre al Grande Balzo ho ripetuta spesso nel corso del blog quella che riguarda la mia esperienza personale, intima, tra me e il Grande Carro, che continuo a vedere ripetere la sua Grande Swastika (V.) esattamente sopra il mio terrazzo, nel corso delle stagioni da almeno trent'anni a questa parte; in realtà fino al momento della pubblicazione di quel post non avevo mai potuta apprezzare la corrispondenza geometrica del moto di quella particolare costellazione in quella particolare forma, ma posso dire che in generale il Grande Carro è sempre girato sopra il nostro terrazzo, da che ho memoria, e questa realtà quotidiana e annosa che ho sempre apprezzata positivamente e immediatamente per unico mezzo dei miei propri occhi, non è quel tipo di realtà che si potrebbe in qualche modo conciliare con quella descritta dai Gran Giramenti di Palle dipinti nella famosa .gif animata;


poichè non c'è proprio modo che io possa continuare a vedere, nel 2016, la stessa costellazione che vedevo nel 1986, in questo scenario da incubo astronomico, dove in effetti, come disse qualche astronomo famoso, l'intero quadro della parallasse dovrebbe essere evidentemente molto diverso dopo almeno una piccola parte di tutte quelle distanze "siderali", e di fatto impossibili, che separano nel continuum spaziotemporale tutte le Grandi Palle astronomiche sospese nell'Immensità del Vuoto Teorico. 
E da questo semplice FATTO, dalla mera visione del Grande Carro che ha sempre continuato a girare proprio sopra il terrazzo,e continua a farlo oggi, ho potuto CONSTATARE che nella realtà dei fatti quelle mostrate nelle animazioni CGI della NASA non possono essere altro, nient'altro che le Grandi Palle che sembrano.  Per questo, quindi, la Questione Più Fondamentale è non di meno altrettanto intima, personale, come il mio rapporto con questa particolare costellazione, Ursa Minor, la cui stella più visibile è la famosa Stella Polare, il Punto Fisso che è il riferimento del navigatore siderale, da sempre.

Che possibilità potrebbe mai avere di non perdersi continuamente, e inevitabilmente, per sempre, un navigatore che vedesse sopra di sè un cielo come quello animato qui sopra, io mi chiedo. Queste teorie eliocentriche sono in continuo peggioramento, da che l'idea più recente di una spirale di Palle astrali che sfrecciano nell'infinito a velocità inverosimile sfida apertamente le conoscenze elementari di qualunque astronomo, del più sprovveduto marinaio, e persino di ogni astrologo che si rispetti, ma finanche dello studente delle elementari, e non di meno continuano ad essere propinate come dogma scientifici all'Utenza Globale. Il navigatore che abbia persa la bussola ha ancora le stesse probabilità di salvarsi guardando le stesse stelle che guardava Ulisse per orientarsi, ma per chi ha "persa la bussola" interiore, e si è definitivamente rassegnato alle fanfaluche scientifiche globali, non c'è alcuna speranza di arrivare in alcun porto, dal momento che i FATTI contrastano con tutti i DATI diffusi in quanto tali, su questo io non ho bisogno di altre prove di un'occhiata al cielo dal terrazzo, e degli unici mezzi per comprenderle, che sono i miei occhi e il mio cervello.

 A questo proposito, cito i saggi Arabi con questa provvidenziale image macro condivisa su Facebook:


"Gli occhi non servono a nulla per un cervello cieco." - Proverbio Arabo

(la qualità dell'arte è discutibile, ma il messaggio è chiaro per tutti)

I DATI del modello eliocentrico e del paradigma copernicano contrastano con TUTTO quello che possiamo osservare di persona, di giorno e di notte, ovunque ci troviamo, e quindi soltanto la nostra incapacità di comprensione è in dubbio, fintanto che la fortuna di avere due occhi funzionanti è sottintesa; chi sostiene la teoria eliocentrica deve necessariamente ricorrere ad una base teorica che non ha alcun tipo di fondamento nella realtà delle cose esperite Qui e Ora, dove TUTTO indica invece l'esattezza inequivocabile del modello geocentrico, e di un "firmamento" distinto dalla terraferma come dai mari. Per questo essere convinti globularisti significa credere soltanto alla esattezza della propria cecità, affidandosi a tutte le declinazioni patologiche del suo proprio caso personale, come l'umanità si è sempre affidata alla propria cecità per essere condotta in docili greggi attraverso l'ignoto, verso l'ignoto, che è l'unica meta possibile dell'ignorante. E come diceva il filosofo, tutto quello che sappiamo è di non sapere. Ma almeno questo, continuiamo a saperlo.


10. CI SONO SEMPRE QUEI $ 100.000 IN PALIO PER CHIUNQUE SIA IN GRADO DI PROVARE IN MODO INCONFUTABILE E SCIENTIFICAMENTE ESATTO CHE LA TERRA E' UNA PALLA ROTANTE -- Nessuno ha ancora riscossa la vincita, dall'inizio del post a questo momento, e quindi il mio lettore è ancora in tempo a inviare le sue prove a sostegno del fatto che viviamo su una Grande Palla Rotante, e incassare il malloppo. Ci sono ancora centomila dollaroni sonanti nel piatto, e io sarei sempre pronto a scommettere un miliardo, e anzi DUE, che nessuno riuscirà mai a intascarli.

18 commenti:

  1. bel pezzo! mi permetto una piccola correzione la stella polare non fa parte del grande carro ma del piccolo carro. due delle stelle del grande carro che formano il trapezio vengono utilizzate come riferimento per trovare con esattezza in cielo la stella polare che però fa parte della costellazione ursa minor :D
    correggetemi se mi sbaglio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Errore mio, grazie per la segnalazione, la sillaba errata è stata sostituita e ora la "stella" brilla più che mai!

      Elimina
  2. La forza di Coriolis. Come faccio a riscuotere i soldi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo per te (e per tutti noi) qui si richiedono "prove sperimentali qualificate" che dimostrino la Terra rotante intorno al Sole; la capacità di ripetere delle parole non si può considerare nemmeno una prova valida dell'intelligenza umana (V. https://4.bp.blogspot.com/-OPJsICynJKo/V12YY0qKqfI/AAAAAAAARZE/RNcQPZnVSeEQ-tkqGRSbmPNwJJO4-IJugCLcB/s1600/polly.jpg)

      Elimina
  3. 1) se prendo un aereo da Londra direzione Seul viaggio verso Est per tutto il viaggio. Se prendo un aereo da Seul a San Francisco viaggio verso Est per tutto il viaggio e lo stesso se viaggio da San Francisco a Londra... come è possibile arrivare allo stesso punto senza cambiare mai rotta? al limite la terra potrebbe essere un cilindro, ma sicuramente non è piatta.

    2) come funzionerebbe la forza di gravità su di un piano? la forza di gravità presuppone esclusivamente forme sferiche, altrimenti non potrebbe esistere

    RispondiElimina
  4. 1) Non sono un pilota e nemmeno un marinaio, onestamente non saprei orientarmi per andare da Londra a Seul, o da S.Francisco a Londra; quello che so PER CERTO è che per gli aerei di linea esistono delle tappe di rifornimento in luoghi che distano migliaia di kilometri dalla loro rotta, secondo le mappe pubblicate dalle stesse compagnie aeree, mentre questi scali risultano essere punti di una linea retta su una mappa della Terra piana; questo lo puoi vedere chiaramente qui sopra; non mi pare invece che una figura della terra cilindrica potrebbe spiegare questi FATTI.
    2) la gravità NON funziona su un piano, ma nemmeno altrove -- la "forza di gravità" nella teoria eliocentrica è un prodigio in grado di impedire agli oceani di essere lanciati nello "spazio esterno", trattenendoli con la sua immensa attrazione, mentre nel contempo lascia volare i moscerini, e nuotare le sardine, e del resto permette anche a tutti noi di deambulare liberamente; se questo non ti sembra almeno un tantinello strano, dal momento che è fisicamente inspiegabile, dovresti rivedere i tuoi propri parametri di stranezza;
    la forza di gravità "si suppone", come dici giustamente tu, e nient'altro; è una forza teorica, ma finora per dimostrarla nella pratica il meglio che abbiano escogitato sono i video e le fotografie di "onde gravitazionali"
    (http://verorizzonte.blogspot.it/2016/02/carnevale-news.html)
    "scoperte" proprio in occasione dell'anniversario della teoria einsteniana, e che per quanto mi riguarda potrebbero essere quelle prodotte da un telefonino... In breve, il problema non è che la gravità funziona solo con le forme sferiche, ma piuttosto che questa magica forza è stata inventata di sana pianta per "spiegare" tutti quei fenomeni altrimenti inspiegabili che comporta la Grande Palla Di Terra in particolare, e la Teoria Eliocentrica in generale; dal momento che non esiste affatto, la magica "forza" è in grado di fare qualunque cosa sia necessaria per sostenere il dogma scientifico, malgrado la ovvia insostenibilità del principio stesso. Per quanto mi riguarda, qualunque reale fenomeno fisico relativo alle masse che avvenga su questa Terra (piana e stazionaria) è perfettamente spiegabile con il concetto di DENSITA'. Non occorre altro.
    Spero che sarai in grado di spingerti oltre i confini imposti dall'establishment per trovare le risposte che cerchi, e che la Realtà Geocentrica ti appaia infine altrettanto chiara quanto la completa insostenibilità della Teoria Eliocentrica.
    Buona lettura.

    RispondiElimina
  5. https://it.wikipedia.org/wiki/Planisfero

    RispondiElimina
  6. Non so se ti sei imbattuto nei voli Qantas QF27 e QF28, Sydney Santiago del Cile, assumono consistenza solo con una terra di forma sferica. L'esistenza di questi voli non dovrebbe essere compatibile con una terra piatta o mi sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo no, non mi sono mai imbattutto nei suddetti voli, e anzi è da anni che non mi imbatto in un aeroporto, cosa che aggrava la mia condizione di umanoide attero all'inverosimile; quindi non saprei dirti se siano compatibili o meno con "una terra piatta", ma quello che so è che se questa Terra fosse una palla rotante a 1000km/h di media gli arei sopra di noi li vedremmo volare di traverso, in diagonale, e persino "all'indietro" -perchè un boing va mediamente "solo" a 900km/h, in pratica è fermo- e oltre alle strane traettorie in cui lo si vedrebbe volare -se mai potesse farlo- da una palla rotante a una simile velocità, esso non raggiungerebbe MAI, date le caratteristiche suddette, una mèta in direzione opposta al presunto moto assiale, com'è facilmente comprensibile anche per un bambino di 7-8 anni.. Persino LUI se n'è accorto: https://www.youtube.com/watch?v=-9Jp_XCvVto
      Questo è un FATTO incompatibile con la teoria della terra sferica, o mi sbaglio?

      Elimina
    2. Io ho letto di voli tra Santiago del Cile e Johannesburg che fanno scalo in Senegal... il che è compatibile solo con una mappa piatta, se no non avrebbe senso..... boooh

      Elimina
  7. Sul punto 4 ho letto cose diverse sulla tradizione ebraica: http://forumbiblico.forumfree.it/?t=1290547
    Per gli ebrei la terra sarebbe quindi sferica...
    O forse i loro rabbini ed esegeti insegnano/interpretano male pure quello :P
    ... E alla fine si scoprì che la terra è.... semisferica ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Possiamo immaginare che un sistema religioso interamente derivato da quello ebraico come quello cattolico ne condivida anche dei fondamenti scientifici come la cosmologia, la quale come si è visto nell'A.T. è descritta -come ogni altra nell'antichità- con un piano terrestre inamovibile dai suoi pilastri, e una volta celeste. Ne scriverò nel prossimo post. Grazie per il commento e a presto!

      Elimina
    2. Sì volendo non solo nell'AT ma anche nel Nuovo si possono leggere passi che farebbero pensare a un modello di terra comunque piatta; in questo video ce n'è un riassunto complessivo: https://www.youtube.com/watch?v=BDatWRwiPcI&list=FLnJEyfiCa8ggo7aeFSjYo6w&t=938s&index=1
      A presto ciaoo!

      Elimina
    3. Grazie per il commento, e il link .. a presto (ma senza s-ciao=)

      Elimina
  8. Grazie per il tuo lavoro al servizio dell'intelligenza umana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il commento, Ermanno; non è per essere ringraziato che lo faccio, ovviamente, ma devo ammettere che quando questo accade è sempre una piacevole esperienza.
      Benvenuto al Piano Terreno, e a presto =)

      Elimina
  9. Non sto dicendo che sia lecito bersi tutto quello che ci viene propinato dai media e dalla storia ufficiale. Non sto negando l’esistenza di visioni alternative o di verità nascoste.
    Semplicemente, quello che oggi finisce sotto l’etichetta “gombloddo!” è la negazione evidente del concetto stesso di cospirazionismo.
    È la versione popolare, mainstream, a portata di analfabeta funzionale con ridotte capacità di utilizzo della Rete di una galassia di concetti e teorie che potevano e potrebbero essere interessanti o addirittura vere.
    Potevano e potrebbero esserlo ancora ma, grazie ai neo cospirazionisti della domenica, ora sono del tutto insostenibili e delegittimati fino al midollo. Ragionando “come ragionavo una volta”, i neo cospirazionisti della domenica sono il braccio armato del sistema che ha trovato di ridicolizzare l’idea stessa di verità alternativa a quella ufficiale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Possono "ridicolizzare" quanto vogliono, e chi vogliono, ma non possono ridicolizzare la realtà dei fatti e dei fenomeni che osserviamo in natura, come l'orizzontalità dell'orizzonte, o lo stato di inerzia del suolo, per fare due esempi a caso. Queste non sono teorie, ma realtà ovvie e facilmente comprensibili da tutti in quanto tali. Questa non è una "verità alternativa a quella ufficiale", ma la realtà pura e semplice delle cose, se la ridicolizzi non fai che ridicolizzare te stesso, come è destinato a fare ogni eliocentrista coatto, ovvero, l'Utenza Globale. Grazie per il commento, a presto.

      Elimina