Cerca su VerOrizzonte

lunedì 26 giugno 2017

Mangiarsi Le Mani

Forse non tutti sanno che....

...esiste una Ball Earth Society su Facebook -- questa è la sua "cover":


Il loro ultimo post risale allo scorso Aprile 2017, con questa immagine:


E il testo: "It's clearly a ball"
(E' chiaramente una palla).

Certo, fare l'amministratore di un gruppo globaLLista su Facebook è la cosa più facile del mondo; una volta pubblicate tutte le "biglie blu" di NASA &C., il tuo lavoro è finito. E non sono molte.
E infatti, dall'Aprile scorso non ci sono state novità di sorta.


...Una VERA PALLA...


Se qualcuno aveva ancora dei dubbi sul fatto che la Terra vista dalla NASA fosse "chiaramente una palla", con questo post ce li siamo tolti proprio tutti, e ringraziamo il gruppo dei pallisti di Facebook.

...

Per dimostrare il potere della parola, e del passa-parola in particolare, prendo ad esempio i lettori del post precedente, che ieri qualcuno ha linkato su Facebook:


rispetto alla media (sempre deludente) dei precedenti
elencati al di sotto

Addendum (delle 2:13 A,M)



Condividete! LINKATE!! Fate come Monika:


Un gran bel post, da quanto ricordo =)

DIFFONDETE! PROMUOVETE!
PROPAGANDATE!

...

Ieri avevo preparato l'ingrandimento di un fotogramma del film The Truman Show (1998), preso dal video segnalato da Mr. Ricci su Facebook:

Trad.: "Continuiamo a chiamarle coincidenze...."
"The Truman Show Scene Tagliate - I sospetti aumentano (1998)
- Film con Jim Carrey HD"

ma poi la notizia bombastica mi ha coinvolto tanto da dimenticarmene.

Questo è il video:



E questo qui sotto è il fotogramma in questione, seguito dalla stessa immagine "migliorata" con Photoshop:



Purtroppo non sono riuscito a rimediare una copia migliore della sequenza su YouTube, e in questa riversata da VHS le scanlines deformano parecchio l'immagine; mi pare però di intravvedere un circolo terrestre con un fiume che scorre al centro e, al di sotto, quello che potrebbe essere uno "spigolo" della Terra circondato da un mare... Ma questa è solo la mia impressione.

...

Questa sera ho visionata una prima parte del documentario What The Health (al momento visibile qui in streaming) in cui un Mr. Kip Andersen di S. Francisco (già autore di Cowspiracy) questo qui:


si presenta come un ipocondriaco sotto copertura, cresciuto in una famiglia di malati di "diabete, disturbi cardiaci e cancro", e come tale indaga nel campo dell'alimentazione a partire da quello che è ormai un motto per il lettore di VerOrizzonte:


Trad.: "Fa che il tuo cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo."
-Ippocrate"

e che leggiamo prima dei titoli di testa.

Per inciso, di nuovo, l'aforisma ippocratico rimanda alla visione respirariana, per cui ci si chiede: perché cibarsi di una medicina? La risposta la conosciamo tutti; ma non è completa-mente giusta.

Come abbiamo visto l'anno scorso, nel 2015 la OMS/WHO ovvero Organizzazione Mondiale per la Sanità - World Health Organization, ha annunciato al mondo intero che la carne rossa e/o lavorata è da considerarsi cancerogena;


Trad.: "EDIZIONE STRAORDINARIA
RAPPORTO: BACON E SALSICCE PROVOCANO IL CANCRO
LA OMS DICE CHE LA CARNE ROSSA E' "PROBABILMENTE"
CANCEROGENA"

lo scorso Settembre la stessa Organizzazione ha annunciato che tasseranno la carne "fino a che nessuno la mangerà più"; ad oggi non mi risulta che sia stata presa qualche iniziativa economica di questo tipo, ma il punto non è questo; la stessa OMS classifica la carne come cancerogeno del gruppo 1, assieme a fumo di tabacco, amianto e plutonio:


Lo shock decisivo per Mr. Andersen, dopo aver constatato che sul sito web della American Cancer Society non compaiono  le suddette informazioni, è arrivato con gli "Spuntini Veloci e Salutari" elencati sul sito stesso:


Evidenziato all'inizio "Prosciutto di tacchino (1 oz.) e grissini di pane morbido
con salsa "per spaghetti" (2 cucchiai da tavola)" (Trad. mia)


"Carni: tonno in scatola, salmone, molluschi tritati e pollo" (Trad. mia)

Dopo aver ottenuto telefonicamente l'appuntamento per un' intervista con un portavoce della ACS, questo viene disdetto; e infine, dopo uno scambio di (misteriosi) messaggi email con l'associazione Mr. Andersen non ha più avute notizie di sorta.......... 
Questi eventi portano alla conclusione più ovvia e che è sotto gli occhi di tutti noi, e cioè; che si tratta della American Cancer Society; come lo traduciamo in Italiano?
"Società Americana del Cancro"... Potrebbe essere più chiaro di così?

Cosa dovremmo pensare quindi di TUTTI gli altri "spuntini veloci e salutari" della loro lista?
Il burro di arachidi, sarà cancerogeno? Certo, io ho ben pochi dubbi sulla minaccia che rappresenta un "latte evaporato", ma ad es. gli aceti? "Di sidro, rosso e bianco e balsamico"?
L'olio? "Di oliva, di canola, di arachidi", e anche lo "spray per cucinare"?!?

...SPRAY!?!?!

In breve, Mr. Andersen scopre che in realtà il diabete non è provocato dai carboidrati, cioè dagli zuccheri, come vuole la diceria popolare, ma dalla carne: un certo Dott. Barnard, fondatore del PCRM, dice: "il diabete è provocato da ciò che aumenta la quantità di grassi nel sangue", e la patologia viene chiaramente illustrata con una animazione:


I GRASSI (GIALLO) RICOPRONO LE CELLULE 
(INSULINO-RESISTENZA) E GLI ZUCCHERI
(AZZURRI) "NON POSSONO ANDARE DOVE
DEVONO: SI ACCUMULANO NEL SANGUE,
E QUESTO E' IL DIABETE." (>>Trad. mia)

Come tutti noi, Kip ha sempre sentito dire che il diabete è causato dallo zucchero, ma questa è l'unica relazione del diabete con lo zucchero, cioè che le cellule ricoperte di grassi non sono più in grado di assorbirlo; e purtroppo lo zucchero è indispensabile per far funzionare la macchina umana, cosa che rende il diabete un disturbo mortalmente fastidioso.

Un certo Dott. Garth Davis afferma poi che un grosso studio ha provato che i carboidrati sono di fatto "inversamente correlati" al diabete, ovvero tanti più se ne assumono, meno è probabile l'insorgere della malattia; quindi, ancora una volta, ciò che si "sa" per sentito dire si rivela l'esatto opposto della realtà delle cose; ormai a questo ci siamo abituati...


ed egli aggiunge infine:
"più o meno ogni malattia
che esiste, è causata da quello
che la gente mangia"


Perché stiamo ancora parlando sempre e soltanto di intossicazioni, come recita il motto ippocratico; la medicina, o farmakos, o droga, è il nostro "cibo"; e ogni medicina ha un effetto collaterale.

Questo è ormai il mio principio a questo riguardo, una realtà non meno inamovibile della Terra stessa; mentre sono semplice-mente, ma anche intuitiva-mente convinto che la dieta pranica sia l'unica dieta davvero valida per l'uomo, non esiste una singola prova che qualunque altra dieta potrebbe in qualche modo essere considerata salutare in senso assoluto, da che ogni medicina ha delle controindicazioni, e tutte le medicine del mondo, compreso il cosiddetto "cibo" costituito dalle più svariate specie vegetali esistenti, hanno tutte le controindicazioni del mondo; ergo, sono letali.

Lo posso riassumere in una brevissima frase: mangiare significa morire. E molto probabilmente non esiste altra intossicazione, o altra attività abituale di sorta, che possa competere con questo tipo di intossicazione profonda, interiore, che modifica assieme al metabolismo e al nostro DNA il nostro stato di coscienza, nell'ostacolare il flusso di energia all'interno dell'organismo umano; per questo l'ascetismo, la santità, i "rigori" delle pratiche spirituali, sono sempre stati associati al digiuno e all'economia alimentare più stretta, che io so per certo essere un'esperienza sublime.

Quando si parla di droghe "pesanti", non esiste nulla di paragonabile sul mercato degli stupefacenti, se non per quei rarissimi casi di "mangiatori di oppio", che costituiscono una minoranza storicamente irrilevante nelle percentuali di consumatori abituali di droghe illecite di qualunque genere e in ogni epoca; noi tutti, in quanto popolo Mediterraneo abbiamo ereditata assieme alla nostra famosa dieta alimentare la peculiare abitudine genetica ad uno pseudo-oppiaceo chiamato gliadina, presente nel glutine di frumento, e quindi in grande quantità nel Triticum durum della qualità creata negli anni '60; quella che oggi si coltiva ovunque nel Belpaese a discapito di ogni "grano antico".

 Innanzitutto, quanti mangiatori di pane e pasta in Italia hanno coscienza di mangiare ogni giorno una "narco-proteina" che attiva i recettori oppioidi del loro cervello?
Come sappiamo, la voce "anticorpi anti-gliadina" non è presente su Wikipedia Italia, mentre lo è nella versione Inglese; so di avere ribadito questo punto varie volte, ma dovremmo convenire tutti sul fatto che in generale gli anticorpi non esistono per passare le loro giornate giocando a carte.
A buon intenditore...

Più avanti si dice: "Una ricerca di Harvard con nove differenti studi ha dimostrato che una singola porzione di carne aumenta del 51% il rischio di diabete"; abbiamo visto cos'è il diabete, e immaginiamo che prima di rendere le cellule insulino-resistenti i grassi di origine animale sospesi nel sangue creeranno ogni possibile disturbo a livello "karmico", ovvero derivato dall'azione dell'individuo, e causa di una re-azione nella sua "vita": il fatto che questa sia l'origine del problema non sembra preoccupare le menti dei consumatori globali, né dei sarcofagi in particolare.

Abituati da sempre a lenire i sintomi di ogni disturbo invece di agire sulla causa, gli utenti sanitari del XXI secolo sono ben disposti a intossicarsi ulteriormente -e a volte definitivamente- con i farmaci di sintesi, considerati 'miracolosi' (soprattutto per le tasche dei dottori che li prescrivono) data la concentrazione innaturale dei loro principi attivi, e quindi dei loro effetti collaterali più o meno indesiderati, ugualmente magnificati; dico "più o meno", riferendomi soprattutto agli "psicofarmaci" che sono oggetto di una pericolosa "moda" recente, perché nulla come questo tipo di farmaco rappresenta meglio la sostanza d'abuso lecita, prescritta da un medico, e che in genere agisce sulla psiche e sul sistema nervoso lasciando -apparentemente- inalterate le funzioni fisiologiche primarie.
Queste sono le "trappole chimiche" più ovvie, ma non per questo le meno pericolose per il consumatore, come dimostra il trend delle vendite.

Kip fa un'altra scoperta online, sul sito della American Diabetes Association:


tra le ricette "per una vita sana" compaiono i gamberetti avvolti nel bacon:


!!!!

.... Cosa sarà dunque un cibo "malsano" per questa gente? ....

Dubito che conosceremo la risposta, ma rimando la visione e la mia trascrizione del resto del video al prossimo post.
Un indizio fonda-mentale ce l'abbiamo: si tratta della Associazione Americana per il Diabete.
Occorrono altre spiegazioni?

Rimando a poi anche la galleria fotografica domenicale, ma ribadisco il mio principio nuvologico con questa singola immagine di oggi:


Per credere che questo sia "vapore acqueo" sospeso nella "atmosfera", modellato e sospinto dai venti in cumuli singoli ma componibili, bisogna essere ciechi. Con questo, mi riferisca anche a chi sia dotato della vista, e non veda nulla

Soprattutto.

Il simbolico sipario da INature:


6 commenti:

  1. sugli zuccheri e sul diabete:

    https://well.blogs.nytimes.com/2013/07/31/making-the-case-for-eating-fruit/?_r=0

    http://www.zoes.it/appunto/appunti/diabete-peste-pilotata-valdo-vaccaro

    http://www.eticamente.net/55426/prevenzione-del-diabete-la-frutta-e-pericolosa-o-no.html


    http://www.veganlifestyle.it/2016/04/07/il-giornalista-pio-demilio-di-sky-tg24-racconta-come-e-guarito-dal-diabete-eliminando-la-carne-e-i-lattici-dalla-sua-dieta/
    sulle nuvole:

    https://youtu.be/OuP63CD7msY

    RispondiElimina
  2. avevi visto questo caro Jack?

    https://youtu.be/WN46VXo9edQ?t=2m2s

    era il 1997...

    RispondiElimina
  3. Grazie per i links, che condividerò nel prossimo post...
    riguardo lo sketch TV non l'avevo mai visto, anche se all'epoca ero un televedente la RAI era l'ultima spiaggia, e i "comici" non mi hanno mai divertito ... quanto gli altri =D grazie e a presto

    RispondiElimina
  4. http://www.andytonini.com/area-progetto-aria/effinqveg.htm https://www.arpae.it/pianetaacqua/data/inquinamento/tipologie/chimico/text1.html https://it.wikipedia.org/wiki/Inquinamento_atmosferico https://it.wikipedia.org/wiki/Inquinamento_idrico https://it.wikipedia.org/wiki/Inquinamento_del_suolo http://angoloarte.altervista.org/ECOLOGIA_INQUINAMENTO_FALDE.htm http://www.focus.it/ambiente/ecologia/pesticidi-nell-insalata-no-grazie http://www.ittfocaccia.gov.it/docenti/docenti/madaio/Inquinamento%20del%20suolo%20da%20Piombo,%20le%20principali%20tecniche%20di%20bonifica.pdf http://www.tuttogreen.it/pesticidi-nel-piatto-cibi/ potrei andare avanti..capisci cosa voglio dire?abbiamo scampo?....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Vril, capisco molto bene cosa vuoi dire... eppure mi basta una camminata nelle campagne qui attorno per capire che questo mondo è Grande. e che il sistema biologico non può essere modificato dai suoi abitanti umani al punto da renderlo inabitabile, perché questa è la sua funzione originaria e precipua; se l'infinità della natura così detta è presente e notevole in questo anonimo angolino della Terra, non è difficile per me immaginare la sua forza nell'assieme del sistema per quanto sia costretto a vedere di lontano i paesaggi delle foreste pluviali, dei monti, dei deserti, della savana, della tundra, della prateria, di paludi e fiumi e laghi e oceani... di questo Piano Terreno che può essere Infinito. Vivere inscatolati nelle città ci fa credere di avere questo enorme potere con ogni conseguenza negativa, ma è facile perdersi in un boschetto di pochi km quadrati, e in un singolo parco nazionale di una qualunque nazione puoi perderti in maniera definitiva (dove puoi adottare la dieta pranica, e diventare un abitante fisso del parco=), questa è ancora la vera proporzione fra l'essere umano e il suo "habitat", anche se vivendo in un mondo di parole dove scrivi "tutto" in un secondo, e leggi titoli come quelli da te citati, ci rende una visione distorta e sproporzionata che serve solo a reggere il gioco dei Controllori, a creare un'idea falsata della nostra realtà, che non per niente viene descritta in ambito eco-logico a livello "planetario"... o peggio, "globale". Non solo abbiamo miliardi di scampi (https://it.wikipedia.org/wiki/Caridea) ma la gente continua a farci i cocktails come antipasto, prima di passare ai cadaveri più grossi... questi sono problemi reali a cui possiamo anche pensare di porre rimedio, invece di leggere dell'"effetto serra" e dei pesticidi Monsanto, e di infinite situazioni politiche e commerciali internazionali su cui possiamo influire solo e soltanto con le nostre scelte personali e le nostre abitudini quotidiane. Grazie per i links, e per il commento, a presto =)

      Elimina
    2. (guarda l'asinello in mezzo ai fiori qui sopra... non occorrono parole per capirlo=)

      Elimina