Cerca su VerOrizzonte

venerdì 8 luglio 2016

Notiziario Geocentrico

Finalmente abbiamo un valido aggettivo per l'Eliocentrista Coatto:


Trad.:
Ultracrepidariano: Qualcuno che dà opinioni 
su soggetti di cui non conosce nulla.

Purtroppo su Wikipedia il lemma compare solo in Inglese, Portoghese e Bosniaco.

Io mi accontenterei di metterci una "O" finale, anche se cercando questa forma maccheronica su Google compaiono solo 3 (tre) risultati..

John Howard ha condiviso questo nel gruppo di Facebook Jain 108 Mathemagics



Trad.:
"C=666: Simbolo del Sole"

"666 è invero un simbolo della Luce,
la sua associazione mistica è che funge da portale attraverso il Sole
il che significa che è una Energia Solare.
Gli antichi credevano che il Sole, come la Terra, e come una Mela,
fossero un Toroide, con un Nord interno e un Polo Sud esterno,
e per attraversare verso un altro mondo,
si doveva semplicemente [SIC] compiere il rituale del mito di Icaro,
cercando di volare nel Sole [SIC!]

Infatti, la storia di Icaro è un avvertimento a non farlo.
Ma essi non vogliono che voi sappiate questo,
che possiate accedere ad altre dimensioni, altri mondi,
così Essi fecero Cattiva Stampa [SIC] sul Sole e associarono la Paura al valore di 666.
così voi non ci andate, ve lo scordate.
(proprio come la stella a 5 punte che è spacciata per maligna, come roba da streghe,
eppure ogni proteina nel vostro corpo è un Pentacolo!)

Un altro simbolo associato al Sole è lo Swaztika [SIC!!] Induista o Circolo Rotante della Vita,
ancora un altro simbolo bastardizzato, per mantenervi ignoranti.
Dovete soltanto riconoscere che il Sole, 666 e lo Swaztika [....SIC]
sono energie vitali, e dovete imparare a non aver paura di nulla, tranne della paura stessa.
Jain 108"

Anche in questo caso non mi baso certo sulla correttezza grammaticale e sulla forma dell'in/forma/zione, così come per Mr. Stu, che pure ci ha rivelati indizi di grande interesse per la nostra indagine.
Conosco almeno tre versioni del 666 oltre il "canonico" Nerone: quella del WWW (World-Wide Web) che ha un riscontro reale nell'alfabeto ebraico , per cui la lettera "vau" che equivale a V e W nel nostro alfabeto corrisponde al n.6:



Poi c'è la molecola del carbonio, con 6 protoni, 6 elettroni e 6 neutroni:


"Il marchio dell'Uomo"

e infine quella della presunta inclinazione della Grande Palla di Terra sul proprio asse, che però per i non-complottisti eccede di quei gradi che annullano il suo valore "diabolico", e generalmente viene indicata come 6.68, in luogo del fatidico 6.66:




in ogni caso questo riguarderebbe la Grande, Grande Palla, quindi sicuramente non ha Fondamento, ed è Campata Per Aria.

Per quanto riguarda lo sgrammaticato John Howard (che pure si direbbe un nome di origine Inglese!), abbiamo appena letto dell'avvertimento sulla "trappola solare per anime", e questa sua è una teoria apparentemente divergente; apparentemente, dico, perchè quella riguarda le anime, mentre il Sig. Icaro era ben vivo quando compì la sua mitica impresa, rovinando al suolo e trovando solo POI la morte.

E del resto anche le favolose avventure dei Sumeri e degli Ebrei raccontate da Sitchin prevedevano una "rilettura" della Torre di Babele come rampa di lancio per missili, che l'Arconte (plurale) Israelita avrebbe sabotata definitivamente... E di nuovo, da tutto quello che ha raccontato Sitchin dovremmo guardarci bene, conoscendone le Vere Origini (non-Sumere), ma l'episodio compare comunque nella Bibbia, che come sappiamo è un libro "mosaico" non solo per la presenza di Mosè fra i protagonisti principali...

Come poi si possa considerare un "toroide" -cioè, una ciambella- questa Terra senza essere Homer Simpson, per me è difficile da comprendere, ma del resto tante cose sono ancora tutt'altro che chiare malgrado la mia consapevolezza di neo-geocentrista... Non si finisce MAI di imparare.
Tanto meno, presumo, da "morti".

Ritengo possibile, se non probabile, che così come le stelle sono "buchi nel cielo", il "Sole" potrebbe essere un varco verso quella "dimensione luminosa" supera, che secondo la tradizione Induista porta verso l'Altissimo, e come si è visto nel corso del blog il concetto di un cielo suddiviso in (7-9) livelli è sopravvissuto almeno fino al Medioevo, e probabilmente era ancora noto quando trovarono il piccolo Kopernik sotto un cavolo. Resta la questione delle "acque superiori" da considerare, e io ritengo che potrebbero far parte della nostra "copertura", così che lo "abisso di sopra" oscuri l'intero firmamento (quando il Sole è su un lato del "disco terreno" noto) tranne i due "luminari" maggiori - di cui uno -la "Luna"-"insabbiato" in qualche modo, e quindi che la Vera Luce proveniente dall'Altissimo (pur degradante verso il Basso) sia completamente controllata dall' "orologio celeste" costruito per l'occasione sopra le nostre teste, ridotta ad un "proiettore" che rafforza l'analogia della nostra esistenza come di una "recita cosmica in fondo ai cieli...

video

Purtroppo ho perse le tracce della pagina di Facebook da cui è stato scaricato, ma di chiunque sia opera, in questo video viene illustrata (manualmente) con Grande Semplicità e impeccabile logica la completa impossibilità delle "piogge meteoriche" cadenti sempre e solo dall'Alto verso il Basso, anche quando vengono viste nel supposto emisfero Australe, e del resto a qualunque latitudine possibile. 

Ora su una Palla di Terra rotante nello spazio (alla media di oltre 1000 km/h) queste "meteore", che abbiamo viste prima descritte come "pezzi di cielo" cadenti in una curva parabolica da G. Herriette, ridotte anch'esse a "palline" vaganti nel nulla teorico, si vedrebbero volare in ogni direzione, a destra e a sinistra ma anche dal basso verso l'alto, come illustrato nel video. Questo ovviamente non succede MAI nella realtà, perchè di fatto le "meteore" cadono sempre e soltanto dall'Alto verso il Basso, e già questi due concetti sono estremamente relativi nell'universo eliocentrico... Praticamente, inutili a livello cosmico. Ed è anche inutile dire che tali "palline vaganti" e il loro moto "apparente" dall'Alto verso il Basso in ogni punto della Terra verrebbe magicamente spiegato con la solita, Magica Forza di Gravità dallo scienziato dogmatico; perchè lo sappiamo, qualcosa che NON esiste è in grado di fare qualunque cosa, compresa la più impossibile e la più incredibile, come trattenere i mari sul fondo laciando però nuotare tutti i loro abitanti... Etc., etc., etc..

Questa image macro di Azad Mamedov cita il Corano:


precisamente, la Sura 54:11-12:
"Apertura delle cateratte dei cieli
Il Corano descrive come le cateratte
dei cieli furono aperte per rilasciare le
acque per il Diluvio di Noè.

Questo implica non soltanto un
Cielo solido, ma anche l'esistenza 
di vasti oceani d'acqua sopra il cielo."
(trad. mia)

E questo ribadisce anche l'esistenza di una tradizione primordiale per cui il "mito del diluvio" è diffuso in ogni cultura antica dell'Est e dell'Ovest, con diversi protagonisti e mezzi, ma sempre basato sui fatti noti...

Visto che qualche lettore ha gradite le bellezze zoologiche locali dello scorso post, questa sera offro qualche visione telefonica più floreale per celebrare lo splendore della Bella Stagione; virtualmente parlando:

Un cucciolo di girasole: mai visto prima!

lo stupefacente Oleandro


 Un'esplosione di Campsis radicans su una strada secondaria


 L'ibisco, fiorito proprio ieri in tutta la città

e dulcis in fundo, un bel banano..

colle banane! =)

6 commenti:

  1. Non avrai vicino il mare, ma vivi in un paradiso terrestre!! Questi fiori hanno dei colori incredibili....chissà il profumo. Addirittura un banano (non è che è un platano?). E poi il "cucciolo" :) di girasole: stu-pen-do, ma lui lo sa che è il sole a giragli sopra e che non è lontano 150 milioni di km? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi macino diversi km al giorno per raggiungere questi angolini di paradiso ai confini della città e oltre.. e per visitare i miei molti amici prigionieri (dell'uomo).. Ho notato anch'io che certi fiori appaiono letteralmente "incredibili" se fotografati con un apparecchio digitale come il cellulare... sapevo ormai da anni che queste quasi-macchine fotografiche non riescono a catturare il rosa dei tramonti (tecnologia primitivissima!!!) ma da poco ho scoperto che specialmente le tonalità rosso-violette di alcuni fiori appaiono "innaturali", e talvolta creano un "effetto technicolor anni '50" come se la macchina non fosse in grado di gestire le informazioni correttamente... riguardo il sospetto platano, ti saprò dire non appena mi capita un frutto maturo... e gli chiederò anche a proposito del Sole, ma lo farò a tuo nome ;-)

      Elimina
  2. http://halfpasthuman.com/bhatcave.html

    Some interesting conclusions that naturally spring from the Helical motion model versus the heliocentric model of the solar system and beyond.

    For one thing the model clearly explains why none of our NASA launched space ships have ever, nor will ever leave our solar system. Since the sun is in effect dragging us all along behind it at super fantastic speeds greater than we can effectively measure, it therefore makes perfect sense why Nasa's Voyager space machines have not yet left the solar system. Our solar system is more of a cometary body surrounded by a coma of vast size than a stationary sun being orbited lazily by planets. Therefore the energy required to leave our solar system will of necessity be greater than the speed of the sun through interstellar space. Thus the 'escape velocity' of our or any other solar system will be the 'drag' effected by the sum of the total of the mass in the solar system multiplied by its speed and its rotation.

    The above, now of course puts serious doubt to ANY interstellar travel in the conventional sense. Further, it means that Sitchen's 3600 year 'orbiting' Nibiru or Planet X cannot be 'on the other side of the sun', nor for that matter can any other body in our solar system. If such a body were to exist, it must therefore be within the coma of the sun, and again, thus constantly visible from earth....therefore Sitchen's understanding, as well as his transliteration are flawed. If not deliberate disinformation.

    This understanding now makes clear that all solar systems in universe could be easily identified by a single number that expresses their motion, coma intensity, and 'disturbances' in their coma body. This would allow a 'dialing guide' for solar systems to be developed independently of their 'position/location' in our presumed understanding of space.

    Also, as the sun is probably moving as Dr. Bhat describes, ALL of the work of all of the space agencies on this planet are working measuring the 'space' which is behind the sun, and within its coma, and is, as Dr. Bhat projected, mostly a vacuum. Our problem is that our science is projecting this idea of a 'vacuum' as being also applicable for the 'space' between stars (solar systems). There is a very high probability that this is NOT the case.
    ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "co·ma2 /ˈkōmə/
      nounASTRONOMY
      noun: coma; plural noun: comae
      a diffuse cloud of gas and dust surrounding the nucleus of a comet.
      OPTICS
      aberration that causes the image of an off-axis point to be flared like a comet."

      ... never heard of that before...!

      I wonder how they came to understand that "Nasa's Voyager space machines have not yet left the solar system" because "the sun is in effect dragging us all along behind it at super fantastic speeds greater than we can effectively measure" and yet they CAN'T get how an ordinary plane CANNOT leave an airport that is moving away at 1000 mph, NOR it could ever land on a runway in the very same scenario... what a JOKE!! =(( and of course "Sitchen"'s information is dis-information, i do agree -- Thanks for commenting!

      Elimina
  3. ...
    Further the helical understanding of solar systems allows for questioning of the concept of 'dark matter'. At first taste in the gnawing, it would appear that dark matter is likely quite 'hard', in a relative fashion, and thus the huge amounts of energy displayed as solar systems blaze their way through it.

    The helical model corroborates the possibility of the Mayan (meso American) concept of the planet Venus being a 'recent capture' for our solar system. This may even be the appropriate manner in which suns gain planets, which is to say, by zipping around and vacuuming them up. After all, Nasa keeps announcing yet another 'orphan planet'. What if these are not 'orphans', but rather glimpses into the natural planetary birthing process?

    Of course this means we need to totally rethink our concepts of 'periodic comets'. These may never leave our solar system, likely do not ever go around the sun, so where are they when they are not whipping over our heads?

    The helical solar system model also supports and explains growing planets; periodic 'inundations from space', and other planetary 'irregularities'.

    Of course, we now need to reexamine all our assumptions about the ancient myths, especially dragon myths. Further we need to look again at spiral oriented petroglyphs and the Mayan long count. Many of our interpretations of ancient symbols are wrong, and need to be seen in light (pun intended) of the helical model. This also impacts all our sun and solar system symbology. After all, who knows what the ancients actually knew? Have we been merely too blinded by our ignorant schooling to really decode these messages from the past?

    This understanding now makes solar-earth interactions more demanding a discipline, but may actually allow humans to work up long term forecasting ability for such things as earth expansion events, and thus volcanoes, and earthquakes. Other forms of predictive modeling will arise from the helical solar system model, and absolutely this will include a totally new view of astrology.

    Gnawing on a lot of the implications for the wujo produced a veritable flood of tasty bites of thinking. Some explanations arise from this such as where the Mayan/Aztec/Olmec civilizations got all that gold? And where did all the gold from ancient South Africa mining civilization go? And does this explain why there is a 'handed-ness' found in nature with a 'right-hand' spin being predominant?

    And does this explain why the 'generative force' component of the stream spins clockwise?

    Further does the helical spin rotation of the sun not only warp light, but time?

    Does the helical spin explain solar system harmonics? It could explain the 'destruction' of the fifth planet as well as the relative placement by size of the planets as a function of the diameter of the coma at their 'orbital' harmonic.

    RispondiElimina