Cerca su VerOrizzonte

sabato 24 dicembre 2016

Post NASAlizio

Due anni fa in questo stesso giorno ho pubblicato questo su Facebook; lo condivido su VerOrizzonte, con tanto di traduzione (!):


"Ho insegnata una cosa, e una cosa sola
dukkha, e la cessazione di dukkha"
(Buddha)"

Consideratelo il mio regalo per il Natalis Solis Invicti, e dal momento che questa frase contiene TUTTO quello che ci ha insegnato il Risvegliato-In-Persona, non è dir poco.

Una semplice osservazione di Nick Sangetta:


"LA GENTE DICE DI VEDERE LA ISS NELLO SPAZIO
MA ESSA E' DELLE DIMENSIONI DI UN CAMPO DA FOOTBALL
E NON SI PUO' VEDERE UN CAMPO DA FOOTBALL DALLO SPAZIO"

Probabilmente -è la mia intuizione- si può vedere qualcosa che ha la forma della "ISS" soltanto a cagione della sua natura olografica, per cui essendo composta di luce è visibile anche da Terra. Per non parlare della distanza indefinitamente ridotta rispetto a quella dichiarata, e delle effettive dimensioni della "International Fake Station"... Insomma, tutte le leggi della "relatività" relative al mondo dei mass-media, in cui tutto è relativo alla falsità di ogni cosa mostrata all'utenza televedente.

Un esempio random da YouTube:


(Anche i video che compaiono alla fine sono intressanti=)

LO SHOW SPAZIALE DEVE CONTINUARE.....

Freschi freschi da Facebook, gli auguri del collega Dhaval Rashmikant Rao cascano a fagiolo:


Trad.: "BUON PIATT-ALE DALLA
INTERNATIONAL FAKE STATION"

Le buone vecchie tradizioni "pagane" non muoiono mai, nemmeno nella termosfera!
Anche questa affermazione condivisa da Mr. Rao merita di essere condivisa qui:


Trad.: "IL SISTEMA STA COLLASSANDO
SOTTO I NOSTRI OCCHI, E FARANNO
QUALUNQUE COSA PER TENERE I
LORO SCHIAVI NELLA PAURA...
E' PERCHE'  SANNO CHE CI STIAMO
SVEGLIANDO!"

Alla Buon'Ora...

(Uno dei pochi italianismi non-nocivi nel mondo alimentare anglofono)


Mi viene quasi istintivo pregare affinché ciò sia vero... Ma preferisco seguire il mio più antico istinto della scrittura, che per qualche motivo mi fa sentire meno inutile.



Vi rendete conto che io ho iniziato a (dattilo)scrivere su una cosa come questa: 

?!?
E certo non era il 1932, e c'era di meglio sul mercato anche allora, ma questa è la mia storia, e quella è una delle sue protagoniste...
Perché ne ho pubblicato il ritratto? 
Perché se questo può sembrare paradossale al mio moderno lettore telematico, a me sembra completamente incredibile.
Eppure, lo ricordo molto bene... "Mi sembra ieri", come si usa dire. Ricordo benissimo il fracasso di quell'aggeggio, e il disastro quando bisognava cambiare il nastro...
Almeno da questo punto di vista, devo riconoscere che l'evoluzione è stata notevole.
Oltre tutto, non mi tocca nemmeno di farne delle fotocopie da spedire via posta ai miei affezionati lettori, il che rende la cosa conveniente per tutti.

Oggi sono un blogger, e questo è l'unica sorta di "specializzazione" che potrei, o vorrei mai vantare, se mai dovessi vantare alcunché; ovvero, quella di uno scrittore che non viene pagato da nessuno.
Sono un netizen da vent'anni, sono stato il primo webmaster di questa cittadina ai margini della provincia mondiale; ma stranamente sono i miei trascorsi analogici a cui sono più legato, perché come possiamo constatare rappresentano una paradossale forma di preistoria, in questo stesso mondo virtuale che talvolta mi appare finanche più reale di quello al di fuori di questo monitor.
Chiudiamo la parentesi analogica, ispirata forse dall'atmosfera pregna di estrema decadenza dei costumi e di inutile nostalgia infantile, tipica delle festività natalizie, per tornare alla realtà virtuale.



Trad.: Immagini dal vivo -- Edizione straordinaria!!!! 
La NASA diffonde le riprese "live" di "Santa"
[l'anagramma satanico degli anglofoni per "Babbo Natale" NdT]

E da Wayne Mason nel gruppo TETs TRUTH TUBE:


Trad.: "EDIZIONE STRAORDINARIA!
CANALE 666 - RIPRESE LIVE DI
'SANTA CLAUSE' SULLA '
INTERNATIONAL SPACE STATION'!"

Questo non è quel genere di strenna che mi sarei mai immaginato di poter condividere, solo un paio di anni fa... Dhaval Rashmikant Rao rincara la dose con questa image macro:


Trad.: "CELEBRARE LA NASCITA DEL MESSIA
CON PAGANESIMO E MATERIALISMO
E' PIU' O MENO COME CELEBRARE LA 
SOBRIETA' CON EROINA E SUPERALCOLICI"

E almeno questo dobbiamo notarlo, il fatto che il "messia Gentile" degli ebrei sia nato proprio in occasione del Solstizio Invernale (21-22 Dic.), per poi morire e "risorgere" durante l'Equinozio Primaverile (21 Marzo), proprio come fa il Sole, è segno di una coincidenza cosmica di ordine soprannaturale, o più semplicemente la prova più ovvia dell'origine astroteologica delle religione cristiana. 
Questo ovviamente dipende solo dal punto di vista dell'osservatore, e dalla sua predisposizione al credere in certe cose, a discapito del conoscerne altre... E' sempre la solita, vecchia storia.

In realtà, la stessa schiatta dei narratori delle fiabe cristologiche dell'antichità oggi è rappresentata dagli azionisti di maggioranza del settore paganesimo/materialesimo, e pertanto anche l'affermazione di Mr. Rao (o dell'autore della "meme") risulta infine tanto paradossale quanto la situazione che è oggetto della sua critica. In un mondo piano e immobile i cui abitanti credono fermamente di vivere su una palla rotante, nulla può eludere il fondamento del paradosso surrealistico che è alla base delle nostre esistenze, e questo fornito da Mr. Rao è solo un altro esempio....


...CALZANTE =D

Un'altra domanda imbarazzante: vi rendete conto che viviamo in un mondo in cui spesso la prima domanda posta da un eliocentrista coatto, quando si menziona la Realtà Geocentrica e il modello piano della Terra, è "Perché non cadiamo dai bordi?" Per quanto incredibile sia anche questo, è tanto vero quanto lo era la mia vecchia Remington Modello 5. Semplicemente, paradossale
E poi dicono che i "creduloni" sono i neo-geocentristi..,
MA DOVE DIAVOLO AVRESTE INTENZIONE DI CADERE?!?
Dovunque sia, siete liberissimi di farlo=) ... 
No, davvero; nessuno, e niente vi trattiene; mandateci solo un selfie dall'Antartide, quando ci sarete arrivati, prima di "cadere" nel vuoto infinito delle vostre stesse menti. Per curiosità.



Trad.: "IL TEMPO E' SCADUTO, NASA!
ABBIAMO MONTAGNE DI PROVE
- CHE L'ALLUNAGGIO E' UN FALSO
-CHE NON VIVIAMO SU UNA PALLA DI TERRA 
-CHE LA TERRA NON GIRA
-CHE IL SOLE NON E' LONTANO 93 MILIONI DI MIGLIA
-CHE LA CURVATURA DELLA TERRA DI 1/8 DI 
POLLICE X MIGLIO E' SOLTANTO IMMAGINARIA
-CHE LE FOTO DEI PIANETI SONO FALSE
-CHE TUTTI I VOSTRI VIDEO E LE FOTO DELLA TERRA
SONO SOLO ANIMAZIONI E PHOTOSHOP
FINE DELLA DISCUSSIONE!"

Vorrei poter credere anche a questo; ma purtroppo so che non è così. La "discussione" non è nemmeno iniziata, ufficialmente; e questo è il sintomo più evidente della Gravità della cosa.
Finora avevo evitato di pubblicarla qui, per ovvie ragioni, ma il clima natalizio mi infastidisce particolarmente , e approfitto della ris-posta al post di cui sopra di Mr. Adrian Sulistiawan:


Trad.: "NASA... Te sSe Vedono 'e Palle!"
(scusate il romanismo, ma è uscito spontaneo -- NdT)

E' pur vero che quelle della NASA sono molto più GROSSE di quelle del bonobo ritratto nella foto, ma non è comunque una condotta che si possa tollerare a cuor leggero. 
Questa almeno è la mia opinione a riguardo.

Questa strana cartolina in bassissima risoluzione, condivisa da Peter Anthony Flynn, sembra un suggerimento riguardante il mitico "Polo Nord" (il Paese di Santa/Satan, ovvero di Babbo Natale):


Quale sarà il significato di quel Grande Ghiacciolo puntato verso il firmamento?
Dubito di poterlo sapere da Mr. Flynn; al solito, mi devo affidare al mio intuito...

E' Natale! E' Natale! 
La inevitabile poesiola della tradizione viene da John Dryden; la traduzione invece è mia:

"Felice è l'uomo, e felice lui solo,
Colui che può dire l'oggi suo:
Colui che, sicuro dentro di sé, può dire,
Domani, fai del tuo peggio, poiché io ho vissuto oggi.
Che sia giusto o ingiusto, o pioggia o Sole
Le gioie che ho possedute, a dispetto del fato, sono mie. 
Nemmeno il Cielo stesso sul passato ha potere,
Ma ciò che è stato, è stato, e io ho avuta la mia ora."
E dato che ormai siamo nel pieno di quella atmosfera di decadente nostalgia pseudo-vittoriana e puerile degli anni '80, allego anche la sottovalutata e ingiustamente ignota, omonima canzoncina di The Cure, che non stona:



Quant'erano belli, i tempi oscuri...

Ma oggi per me c'è di meglio, dal punto di vista musicale; o perlomeno, decisamente più allegro:





Mi pare di aver decorato abbastanza il post natalizio, fra parole e ninnoli vari; non mi resta che augurare a tutti il più Felice Natalis Solis Invicti, con questa bella immagine finale dal gruppo CLEAR Cannabis Law Reform su Facebook:


...e tanti auguri...

1 commento:

  1. buon giorno della Nascita del Sole Invincibile a tutti...

    RispondiElimina