Cerca su VerOrizzonte

martedì 8 agosto 2017

Il mondo di Harvey Norton


Forse ho già scritto tutto; quello sopra è il ritaglio di un "diario elettronico";
è stato scritto con Adobe DREAMWEAVER, nella data indicata.

You know what that means...

--.

Trascrizione di un messaggio telefonico:

"L' OSSERVAZIONE DEL SOLE TRASFORMA UN MOMENTO
QUALUNQUE DELLA TUA VITA IN UN MOMENTO UNICO,
SPECIALE, E MAGICO"


L'osservazione della "natura", il sogno attorno a noi... anche su un monitor:


Gru Cononata Sudafricana
 (Balearica regulorum Bennett1834)
..

La lista dei "cibi" da evitare come la peste; secondo livelovefruit.com, ovvero

"i cibi che creano muco nel corpo:

– Latticini (yogurt, latte, panna acida, ricotta, burro, ghee)
– Tutti i prodotti di mais
– Uova
– Dolciumi (biscotti, focacce, torte, pasticceria)
– Frumento (pane, pretzels, bagels, muffins, etc.)
– Cibi fritti
– Tutti i prodotti di soia
– Olio di colza/girasole
– Confetture e gelatine
– Carne rossa molto grassa
– Alcool
– Caffeina"


(https://livelovefruit.com/foods-that-cause-excessive-mucus/#VCFkSmYyH4su61yA.99
Trad. mia - grassetto aggiunto)

Non viene menzionata qui la pasta, che negli USA non è tanto popolare quanto lo è da noi -- la pasta è fatta con semola di frumento; fra i latticini sono tutti i formaggi, e non quei quattro o cinque elencati qui; contengono tutti le stesse proteine, e se i freschi sono peggio per certi versi, sicuramente gli altri non fanno bene; lo stesso vale per i "dolciumi", che contengono sia glutine che zucchero, ma anche uova, latte, etc., etc. Per la carne, io non credo che il grasso, o il colore del cadavere sia rilevante, fintanto che si mangia un cadavere; questa è la mia opinione.

Il principio della vita è il prana, lo spirito che si manifesta nel respiro umano; sappiamo tutti cos'è il muco, e possiamo immaginare le conseguenze del suo eccesso sul principio della nostra vita.
Infatti, tutti questi prodotti elencati qui sopra sono divenuti i più popolari, grazie all'irresistibile gusto della morte, e alla sua propaganda infinita; la mia non è macabra ironia, ci sono passato anch'io come tutti, e sono tutt'ora un drogato di pane -mentre la pasta riesco a evitarla per mesi, e questo forse significa che è davvero troppo da sopportare per me...

Essa viene elencata su Mysinustory.com tra i

"Cibi che possono produrre catarro:
  • Cibi contenenti additivi chimici
  • Uova
  • Cibi fermentati
    • formaggio
    • vino, etc
    • birra
    • aceto
  • Dolci
    • pasticceria
    • desserts
    • gelato
    • cereali per la colazione zuccherati
    • bibite gassate
  • Latte vaccino
  • Grani e farine raffinati
    • Pane bianco
    • Riso bianco
    • pasta
      • maccheroni
      • spaghetti
      • ravioli, etc
    • grani raffinati e legumi"

..

Ho cercato per eoni questo fumetto online
e infine l'ho ritrovato questa sera in formato CBR; si tratta della versione a fumetti -"riveduta e corretta"- di 2001: A Space Odyssey scritta e disegnata da Jacob "Jack Kirby" Kurtzberg  per la Marvel Comics nel 1976-77.

In realtà ricordavo ben poco della serie, ma una singola pagina mi colpì come nessun'altra, mai, nella mia carriera di lettori di fumetti, e quella è stata l'unico motivo della mia lunga ricerca; all'epoca della edizione Italiana io avevo 12 anni, ero un lettore abituale delle testate Marvel tradotte e distribuite dalla Editoriale Corno (un nome che è tutto un programma), quindi ero abituato a leggere di gente che volava, che faceva esplodere le città, o i "pianeti", e ogni fantasia distruttiva contenuta in quei fumetti era pane per i miei denti, niente ormai poteva stupirmi... O quasi.

Il motivo per cui questa pagina fu tanto profonda-mente significativa, e stupefacente per me, oggi lo conosco bene, come lo conosce il mio lettore; allora si trattava soltanto di intuizione istintiva, sapevo soltanto che qualcosa in ciò che avevo visto e letto in quella tavola a fumetti per qualche motivo aveva sconvolta la mia mente, e io suppongo che da in momento qualcosa cambiò in me...
Oltre vent'anni prima del grande successo del film The Truman Show (1998), Mr. Kurtzberg scrisse e disegnò questo:


1. Il giorno seguente, Harvey è tra quelli che migrano alla spiaggia pubblica di Long Island. E' rinvigorente nuotare nella fresca acqua riciclata...

2. Malgrado la folla, c'è un senso di spazio qui. Il cielo è luminoso e gli uccelli marini circolano senza limiti nello sterminato blu. Le nuvole sono immacolate e restano sospese come cotone bianco sulle acque calme...


3. Harvey vaga fino al limitare estremo della spiaggia. L'orizzonte è una meraviglia travolgente che lo riempie di un senso di libertà oltre la sua esperienza...

4. Ma, è tutto un miraggio! Solo un altro ologramma proiettato sulle grandi mura che rinchiudono la spiaggia... e la vita di Harvey...


5. "N-Non è reale! E' un film e una lampada solare! Sono macchine per le onde e sabbia di plastica!
S-Sono rinchiuso... in una gabbia di illusioni fatta dall'uomo -- un parco divertimenti grande quanto il mondo-- Il quale ha meno sostanza dei miei stessi sogni..."

6. E' tempo per una lunga riflessione. Molto tempo dopo che la folla si è dissipata, Harvey resta nel tramonto artificiale...
"E'... E' un Ade confortevole-- E non senza bellezza-- Ma, è abbastanza per Harvey Norton?"

(2001: A Space Odyssey di J. Kirby -- ©Marvel Comics -- Trad. mia)

Leggere una cosa simile a quella età, io presumo, fu estrema-mente costruttivo per il mio senso critico e il mio pensiero indipendente; anche perché qualche anno prima (nel '74) ero stato un piccolo ma appassionato spettatore della serie The Prisoner, un altra opera assolutamente unica, come questa singola pagina nell'universo delle Grandi Palle Spaziali tratte da Clarke & Kubrick (io sospetto fortemente che anche il titolo di Kirby fosse magistrale)...

Oggi, quando posso finalmente condividere questa antica emozione, abbiamo visto The Truman Show, The Matrix, e simili "visioni alternative" del cinema che hanno suggerito al Gentile Pubblico Pagante qualcosa in merito alla sua condizione di cattività a cielo aperto, nel corso dei decenni; ma come abbiamo visto sopra circa 40 anni fa il "Re" (The King, il suo modesto nomignolo) socio di Stanley Martin "Stan LeeLieber, che aveva disegnati praticamente tutti i super-eroi principali della Marvel Comics --la compagnia destinata a divenire l'impero commerciale dell'intrattenimento che è oggi la Marvel Entertainment, LLC-- offrì ai suoi lettori una "anteprima" della moderna apocalisse multimediale, che ha raggiunto il suo apogeo attraverso l'irretimento mondiale di internet.

Per il blogger è un momento speciale, una memoria del millennio scorso che prende vita in formato digitale, attraverso il flusso virtuale dei dati ricevuti telematica-mente... Spero che qualcuno dei miei lettori possa condividerlo con la stessa intensità, anche se devo confessare che non era questo il mio intento. Quello era di provare a me stesso che avevo letto davvero quel fumetto; e sicura-mente l'ho fatto... Qui, e Ora.

..

A questo punto dovrei pubblicare il tradizionale messaggio agostino che si legge ovunque in città:

 CHIUSO PER FERIE 

Mi auguro di potermi disconnettere anche dalle problematiche affrontate in questo blog per qualche tempo, e almeno in qualità di blogger so di meritarmi un po' di riposo, dopo questi due anni densi di ricerche continue e in ogni direzione, e di attività online ininterrotta...
All'affezionato lettore  di VerOrizzonte auguro un buon proseguimento della Buona Stagione; se non altro sappiamo quale tipo di stagione ci aspetta, poi.


la prima cosa da infilare nello zaino =D

3 commenti:

  1. Buon proseguimento anche a te..... è certo che una pausa te la sei più che meritata, se avessi una casa la mare ti avrei invitato di sicuro, purtroppo nella roulotte di terza mano che ho da qualche anno, lo spazio non me lo consente....comunque non si sa mai cosa ci riserva il futuro, di sicuro cose grandiose. Grazie di tutto, buon agosto e arrivederci a presto.
    Dario =)

    RispondiElimina
  2. A presto Jack, buon riposo non meritato....ma strameritato! Si conteggia ormai in anni e non piu' solo in mesi il tempo da cui ti seguo e sono sicuro che un certo "stacco" dal Pc non sara' che una ragione di piu' per Vedere e Capire, ancora piu' in profondita', fuori e dentro di te. Buon agosto e buona vita!

    RispondiElimina