Cerca su VerOrizzonte

giovedì 9 marzo 2017

Mostri & Vampiri

Pubblicata su Facebook da Ron Neil, una ricca galleria fotografica introdotta dal suo commento: "Per tutti gli idioti che pensano che non veniamo avvelenati guardate queste tanto per iniziare" (Trad. mia)







































Non scrivo di questo argomento su VerOrizzonte perché non ne so molto; nessuno in realtà ne sa abbastanza nemmeno per poter dire qualcosa di nuovo, mentre tutti a questo punto dovrebbero sapere che è in corso da decenni una attività di "rilascio" massivo e costante di (presunti) composti gassosi di qualche sorta nel cielo, il cui fine ultimo è perlopiù ignoto. Per Wikipedia questa è -ovviamente- una "teoria del complotto" secondo la quale " le scie di condensazione visibili nell'atmosfera terrestre create dagli aerei non siano formate da vapore acqueo ma composte da agenti chimici o biologici, spruzzati in volo per mezzo di ipotetiche apparecchiature montate sui velivoli, per varie finalità."
Di fronte a queste immagini, sono portato a pensare che le apparecchiature siano assai poco ipotetiche, così come gli aerei che le montano e utilizzano; che il fenomeno sia molto reale e non si limiti alla sfera teorica, ne' al complottismo, quale che sia lo scopo dell'operazione in atto.

Sempre su Wiki leggiamo che "Le affermazioni sull'irrorazione per motivi di controllo climatico è stata sottoposta, nel 2016, a una procedura di revisione paritaria il cui risultato è stato l'inesistenza di prove a sostegno di tali "teorie"[6]." Quindi in pratica hanno deciso ufficialmente che le "scie chimiche" non esistono, In merito alle "risposte della scienza e delle istituzioni", leggiamo ancora: 
"In maniera pressoché unanime, tutte le agenzie governative, gli scienziati, gli esperti meteorologi,[4] i ricercatori scettici, tra cui il Committee for the Scientific Investigation of Claims of the Paranormal statunitense, i piloti di aereo,[3][28] spiegano invece che (...) le fotografie delle supposte chemtrail sono in realtà del tutto in linea con quelle delle normali scie di condensazione[29][30] e spesso corrispondono anche a rotte aeree ben note. Le scie di condensazione hanno infatti un diverso comportamento a seconda della temperatura, del wind shear orizzontale e verticale, dell'umidità presente in quota.[25][26]"
E quindi, se tutte le istituzioni sono concordi nel dare questa spiegazione, qualcuno dovrebbe spiegarmi anche tutte le fotografie di cui sopra, perché sicuramente quei contenitori all'interno degli aerei non hanno uno scopo decorativo, e dubito che contengano polvere di stelle per ricoprire il mondo di magia.
Ma potrei sbagliarmi.

Leggiamo infine sulle "False prove": "Diverse fotografie, che mostrano serbatoi installati all'interno della carlinga di un aeromobile civile, vengono portate come prova a sostegno dell'esistenza dei sistemi di dispersione aerea degli aerosol chimici. Si tratta, in realtà, di installazioni idrauliche atte a simulare il peso dei passeggeri, o di un carico pesante, allo scopo di testare la stabilità di un aereo mentre è in volo: i serbatoi sono riempiti di acqua, la quale viene pompata da un contenitore all'altro in modo da spostare il centro di gravità del velivolo.[43][44]" (Id.)
Anche Wikipedia ne pubblica una simile:

https://it.wikipedia.org/wiki/File:Cabin_nose_section_of_747-8I_prototype.jpg
In conclusione, ancora una volta, ripeto: ???


Da Umberto Ricci vengo a conoscenza di un nuovo gruppo Facebook dal nome divertente di "Siamo Andati Sulla Luna Ma Ci Siamo Dimenticati Lassù Il Rullino Di Foto"...
"Mi piace"! 
 La sua foto vintage, con il commento: "CON LE CERNIERE LAMPO E LE Timberland !!!!!!"



La mia prima "intuizione solare" di oggi è che soltanto il così detto 'oro-scopo' (dal Gr. "guardare l'ora") determini una reale differenza tra gli individui umani, e che solo di questo consista il "destino" del singolo, stabilito da un sistema essenzialmente matematico, numerico, relativo ai luminari celesti e alla terra rispetto alla posizione delle stelle vaganti, o "pianeti" al momento della nascita; certo in termini terreni si nasce belli o brutti, ricchi o poveri, bianchi o neri, uomini o donne, ma ogni carattere della persona (Lat. "maschera teatrale") e del "personaggio" che probabilmente deriva da una somma dei cicli precedenti lo stato attuale --ciò che si può definire altrimenti "avatar", sfruttando l'ovvia ambiguità del termine-- è secondario rispetto al suo "spirito", che evolve nel corso dei "tempi", cioè delle "vite" umane, in quello che gli induisti chiamano "Saṃsāra".

Il "senso pseudoscientifico" dell'oroscopo -perché a questo è stata ridotta la Scienza Celestiale degli antichi Magi, mentre a scuola insegnano le Grandi Palle Universali- viene così riassunto da Wikipedia:
"La ricognizione della posizione degli astri è un'operazione tecnica realistica, in quanto consiste nella costruzione di una carta celeste con le posizioni dei pianeti e delle stelle al momento dell'evento preso in esame; viceversa la sua interpretazione allo scopo di predire il futuro è totalmente arbitraria e pseudoscientifica. La predizione viene formulata sull'assunto che la posizione dei pianeti e dello zodiaco al momento di un evento influenzi il destino o il futuro delle persone. L'oroscopo più comune in ambito astrologico è basato sul tema natale, la rappresentazione degli astri formulata al momento della nascita di una persona."

Vediamo dunque che l'establishment pseudo-scientifico rappresentato da Wikipedia riconosce l'esattezza dalla tecnica basilare della "divinazione" relativa ad un possibile 'futuro' (la cui esistenza è indiscutibile, per quanto nessuno possa darne una qualunque prova pratica Qui e Ora, a parte ...un astrologo!) che è "realistica" fintanto che è basata su un fatto, un dato evento e in primis dal momento esatto della nascita dell'utente astro-logico, e dalla posizione degli "astri" in quel momento.
Tutto il resto invece è ovviamente falso, perché arbitrario, ognuno fa un "oroscopo" diverso dall'altro; eppure, in quanto Capricorno, o Pescecapro, non posso che ri-conoscere l'esattezza dei tratti generali che sono propri del mio "segno" (destinato ad arrampicarsi partendo dall'Abisso) e quindi del personaggio che nasce in un determinato periodo dell'anno; e lo stesso posso dire di altri segni dalle qualità spiccate facilmente riconoscibili anche dal non-esperto in materia, come la tenacia dell'Ariete, o la duplicità dei Gemelli, etc., etc.

Dunque, se la realtà dei fatti rappresentati dall'individuo sul "set" terreno, e che si può riassumere nel concetto della interazione dell'uno con molti, ed è quindi in gran parte dettata dal suo "carattere" (pure sinonimo di personaggio), e dal suo approccio con gli altri durante il percorso esistenziale, è prevedibile attraverso la mera ricognizione del suo segno, come potrei trascurare tutte le potenzialità di quella stessa scienza che da principio mi permette una visone dell'individuo umano tale da poterne definire i vizi e le virtù, punti di forza e debolezze e altre qualità specifiche che sono innegabilmente parte della sua personalità?

Ho già espresso prima il mio sospetto che di fatto la Scienza maiuscola dell'umanità, la quale dona la capacità di pre-vedere e quindi modificare il "tempo" a venire, la nostra 'vita' cosiddetta, sia stata retrocessa a bazzecola da parrucchiere per qualche valida ragione, mentre la con-seguente "astro-nomia" (che è letteralmente la "legge delle stelle", a differenza del raccontare da cui viene il senso di "fare parola" e quindi verbo per come si è reso il logos nel gergo mistico-maccheronico, posto come suffisso canonico anche nella astro-logia) è passata a rappresentare la più alta élite scientifico-accademica, specializzatasi nelle Grandi Palle Universali insegnate nelle università del mondo, e nelle più moderne fantasticherie che spaziano dal buco nero alla nebulosa, e dalle giganti blu alle fasce radioattive.

Data la mia completa ignoranza in merito a questa Scienza maiuscola, rispetto a quella più coercitivamente nota che è stata propriamente nominata astro-no-mica, inizio oggi la mia prima lezione con l'ausilio di Astrospeaks.com, che ci insegna i rudimenti:

Pianeti e Numeri 


Ci sono solo nove Pianeti nel nostro Sistema Solare e solo nove numeri sui quali è basato ogni calcolo materiale. Ogni pianeta governa un particolare segno dei dodici Segni dello Zodiaco e possiede specifiche caratteristiche, vibrazioni, tratti individuali che influenzano la persona nata sotto il suo dominio. Ad ogni pianeta è anche assegnato un numero.

I Nove Pianeti, i loro segni Zodiacali, Numeri ed Elementi corrispondenti:
PIANETA
NUMERO
PRESIDIO
ELEMENTO
GIORNO
SIMBOLO
Marte
9 +ve
Ariete
Fuoco
Martedì
Ariete
Venere
6+ve
Toro
Terra
Venerdì
Toro
Mercurio
5+ve
Gemelli
Aria
Mercoledì
Gemelli
Luna
2-ve, 7+ve
Cancro
Acqua
Lunedì
Granchio
Sole
1+ve, 4-ve
Leone
Fuoco
Domenica
Leone
Mercurio
5-ve
Vergine
Terra
Mercoledì
Vergine
Venere
6-ve
Bilancia
Aria
Venerdì
Bilancia
Marte
9-ve
Scorpione
Acqua
Martedì
Scorpione
Giove
3+ve
Saggitario
Fuoco
Giovedì
Arciere
Saturno
8+ve
Capricorno
Aria
Sabato
Capro
Rettore di Saturno
8-ve
Acquario
Terra
Sabato
Acqua
Giove
3-ve
Pesci
Acqua
Giovedì
Pesci

Il sole e la luna sono i due soli pianeti aventi 'doppi numeri'. Il sole e Urano sono correlati e così la luna e Nettuno. Esiste una forte attrazione tra i numeri 1 e 4 e 2-7 e questi quattro numeri sono compatibili tra loro, specialmente se nati in Cancro  (dal 21 Giugno al 20 Luglio) e in Leone (dal 21 Luglio al 20 Agosto).

I numeri 7 e 4 furono assegnati alla luna e al sole fino a che Nettuno e Urano furono scoperti. Attualmente, il numero 4 è il numero del pianeta Urano o Rahu (nodo nord della luna) a cui è dato il governo dell' Acquario e il numero 7 dato a Nettuno o Ketu (nodo sud della luna) che governa il Cancro nel suo aspetto positivo. I dodici segni dello Zodiaco sono ulteriormente divisi in categorie: Cardinali, Fissi e Mutevoli. Ogni terzo segno a partire dall'Ariete è Cardinale, ogni terzo segno dal Toro è fisso e ogni terzo segno dai Gemelli è mutevole. I segni Cardinali  sono segni mobili, il che significa che è facile andarci d'accordo, poiché sono accomodanti. I segni Fissi sono inamovibili, il che li rende ostinati e incapaci di compromessi. I segni mutevoli sono flessibili, il che li rende sempre pronti a cambiare, a trovare compromessi e a sistemare le cose.

CARDINALI:  Ariete.        Cancro.      Bilancia.                 Capricorno.

FISSI:              Toro.            Leone.       Scorpione.             Acquario. 

MUTEVOLI:   Gemelli.      Vergine.     Sagittario.              Pesci.   



Ogni segno alternato a partire da Ariete è maschile (Positivo) o Femminile (Negativo) 

MASCHILE:   Ariete     Gemelli      Leone      Bilancia     Sagittario      Acquario

FEMMINILE:  Toro         Cancro      Vergine   Scorpione  Capricorno    Pesci.   



I segni sono Fertili, Sterili o Duello [Duel, NdT]: 

STERILI:        Ariete        Cancro        Bilancia       Capricorno

FERTILI:        Toro            Leone         Scorpione   Acquario

DUELLO:      Gemelli      Vergine       Sagittario    Pesci.


In ragione del passaggio solare da un segno zodiacale all'altro, sette giorni sono dati all'inizio e sette giorni dopo la fine, periodo detto "Cuspide'. Durante questo periodo del mese, le sue qualità e le vibrazioni non sono tanto forti come nel resto del mese. Il Periodo CUSPIDE prende in qualche grado le qualità del segno passante con quelle dell'entrante. I pianeti hanno un aspetto POSITIVO o NEGATIVO in accordo con il periodo dello Zodiaco che essi governano.

I Pianeti E I Loro Numeri Corrispondenti
SOLE
1
LUNA
2
GIOVE
3
URANO
4
MERCURIO
5
VENERE
6
NETTUNO
7
SATURNO
8
MARTE
9

Numeri Assegnati Ai Giorni Della Settimana
Domenica
1-4
Lunedì
2-7
Martedì
9
Mercoledì
5
Giovedì
3
Venerdì
6
Sabato
8
http://www.astrospeak.com/article/planets-and-numbers (Trad. mia)


Lo ricordiamo ancora, "pianeta" significa "stella vagante", girovaga, un nome derivato dal moto "anomalo" delle nove luminarie intermedie, più piccole del Sole e  della Luna ma più grandi delle "stelle fisse". Il fatto che non siano Grandi Palle Rotanti non significa che essi non siano sempre lassù, dove sono sempre stati dall'alba dei tempi.

--

In questo mondo-di-parole la 'misteriosa' lettera G della Massoneria rivela il suo significato numerico attraverso il codice Standard ISO 9002 dell'alfabeto Latino nella versione Inglese, di 26 lettere, che è l'alfabeto internazionale del business, il "codice globale", con tutte le sue lettere 'anomale', e NON in quello originale di 21 lettere (A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V Z) che ci insegnarono a scuola nel millennio scorso. Anche questa, e soprattutto questa, è "globalizzazione" delle menti.


Come spiega Mr. Russianvids, in questo alfabeto, o codice letterario composto di 26 simboli, la lettera G compare al settimo posto (e per questo il 7 è il numero "divino"), dalla lettera A=1 alla Z=26; contando poi oltre la 26ma lettera (la Z) e quindi assegnando alla A il valore di ventisette, alla seconda conta la G corrisponde al n. 33, che è il più alto grado di Maestro nella maggioranza delle confessioni massoniche "Libere e Accettate"



Certo si può credere ad una 'coincidenza', ma questi sono i fatti che possiamo tutti constatare sapendo leggere e far di conto, senza nemmeno dover conoscere la scrittura.
E' credenza diffusa che la G sia l'iniziale di "Grande Architetto" (Great Architect, riferito a Dio), ma anche di "Geometria", o "Geometry", e qualche neo-geocentrista di recente ha ironicamente avanzata l'ipotesi della "Gravità"; certo la G è anche la mia iniziale, così come lo è del Sig. Grillo Dei Campi, ma questo non fa né di lui né di me i portatori unici della Grande Lettera Massonica; l'unica cosa certa è che questa conta rende il risultato di una lettera G al 33 posto del Codice Globale, l'alfabeto "Inglese", e questo è un risultato matematicamente esatto, indiscutibile.

Come aggiunge Mr. Russianvids, certa gente ama inserire l'indizio pseudo-subliminale -tra gli altri- del numero 33, nei prodotti dell'intrattenimento come nelle corse automobilistiche (con 33 auto in gara) o negli eventi della cronaca, nell'esempio di un certo Mr. "Ciancia" (Cia & Cia) colpito durante una sparatoria che "sanguina per 33 minuti", o i 33 anni di galera per O.J. Simpson; anche i titoli dei giornali possono essere "codificati" in modo spesso indecifrabile per il Gentile Pubblico, ma il numero 33 è -secondo l'autore del video- la "firma" dei Controllori, e non richiede sforzi di sorta per essere de-codificato.
"33" è il marchio di garanzia dell'Impero del Falso; 33, come gli "anni di Cristo", e come le vertebre della spina dorsale; e come i 33 giri dei vecchi dischi di vinile.
Nell'anno 33 E.V. "Tiberio crea un istituto di credito statale a Roma".
E il fatto che in una sequenza completa della doppia elica del DNA umano si contino proprio 33 giri non è un indizio confortante.

Il mondo delle parole è il mondo volgare, del volgo, delle cose terrene; per questo il Guénon definiva la simbologia 'scienza sacra', ed egli fu uno dei rari maestri ad avere tradotti i principi della tradizione esoterica in quella essoterica di cui partecipa l'intera cultura Occidentale moderna; il nostro è un mondo di parole codificate nell'alfabeto misterico Latino, ma che appartengono al vocabolario volgare, alla lingua diffusa con la Vulgata nel Belpaese, all'inizio dell'Era Volgare in cui viviamo tuttora. Volgo è sinonimo di popolino, e come sappiamo l'attuale governo si auto-definisce, perlappunto, demo-Kratico, cioè fondato e mantenuto sulla violenza popolare
Soltanto chi parla la lingua dei Lateinos, dell'Occulto (la etimologia alternativa del Lazio, derivata da latere, proposta da Hislop in The Two Babylons) è superiore al volgo, non cammina sulla Terra come fa la gente comune. Questa è un'altra visione della Genesi religiosa, della dottrina biblica, in cui il cielo viene separato dalla terra; chi si occupa delle cose terrene, il popolo, con la sua lingua popolare, e chi si occupa di quelle celesti, il clero, con la sua antica lingua che detta legge sulla scena del diritto come su quella del misticismo, entrambi popolati da personaggi abbigliati con lunghe tonache nere, il colore di Saturno (Kronos, il "tempo"). La parola è una formula magica, come diceva l'americano dell'altro giorno, "fare lo spelling" è come "to cast a spell", lanciare un maleficio.
Ogni "cosa" in quanto tale è una parola, così come lo è "tutto"; noi stessi siamo parole ("nomi" e "cognomi") in un mondo di parole.

Per gli anglofoni la cosa è ben più chiara, il loro "mondo" - world- non è altro che una parola -word- con una L di mezzo.
Di questo e molto altro ancora parla il seguente video di Lifting The Veil / Cullen Smith, su YouTube, che offre allo spettatore (anglofono) una cascata inarrestabile di informazioni preziose sui "Simboli del Potere", in questo suo secondo video dedicato al "Tempio Corporeo, Sessualità e Astro-fisiologia"; perché il Grande è come il piccolo, e in Alto come in Basso, e l'intera messinscena della commedia umana si può definire la rappresentazione di Altro, del quale -parafrasando ancora una volta Herr Jung- soltanto la pregnante incomprensibilità ci rende -semmai- una qualche sorta di significato.

Sicuramente non abbiamo mai visto prima un tale spregiudicato accostamento simbolico come quello proposto qui:



ma non è sicuramente questa la nozione più shockante del video




Tutto il discorso sul "terzo occhio" rappresentato dalla ghiandola pineale, o epifisi, ci ricorda che se esiste un "Portatore di Luce", deve esistere nell'uomo anche il mezzo adatto a percepirla; e la mia idea a questo proposito è che soltanto guardando la Luce (solare) sia possibile vederla.
Prima o poi.

E' sempre mia opinione personale il fatto che il primo dio dell'umanità, lo stesso che tutt'ora permette l'esistenza di ogni forma di vita sulla Terra, con la sua "luce" e il suo "calore" (energia "elettromagnetica"), lo stesso sole che gli Induisti assimilano allo Ātman, "interfaccia energetica" di Brahman che tutto pervade, e lo stesso sul quale fu costruito il mito-mosaico parodistico-allegorico dei cristiani, con la sua simbologia esoterica a rappresentare il "mistero" per la società essoterica, questo stesso Sole che splende sopra le nostre teste oggi, sia l'unica realtà che si possa dir tale dell'intera manifestazione cosmica, il "proiettore atomico" del film che viene interpretato -in ogni senso possibile- da tutti noi in fondo ai cieli. I concetti di base della ricerca di Pier Luigi Ighina --un altro lemma etichettato come pseudoscienza dalla pseudoscientifica "enciclopedia libera"-- che riguardano il contesto "atomico" (micro-macrocosmico) di questa espressione ordinata, "intelligente" dell'energia (il "logos solare") possono aiutare e nel contempo confondere l'indagine in questo campo, ma nella loro espressione schietta, sincera, e poco "accademica" sono in grado di renderci se non altro un'idea di "come stanno le cose" in termini concreti, per così dire, terra-terra.

--

Oggi il messaggio dell'amico Paolo mi ha riportato con la memoria ai miei trascorsi letterari, quando pensavo che avrei fatto lo scrittore (mentre invece lo ero) e scrivevo dell'Agente Speciale chiamato ad indagare su un misterioso regista cinematografico, la cui casa di produzione era rappresentata da un logo con il "pianeta Saturno" (di colore blu) chiamata "Admiral Pictures". 
Come dicevo nella mia email, ai tempi non avevo il più minimo sospetto sull'intero scenario che oggi sto indagando a fondo in questo blog, e che supera di gran lunga le mie più sfrenate fantasie del millennio scorso, ma quel 'simbolo planetario' che nel contempo governa anche la mia vita di "capricorno" è rimasto lo stesso, al centro del mistero rappresentato dalla mia stessa esistenza, e possibilmente della "nostra", in quanto "umanità".


Intanto proseguo l'osservazione dei Grandi Luminari, per comprovare la mia ipotesi sull'influenza delle loro differenti altezze rispetto al piano terrestre e alle variazioni del clima stagionale; abbiamo visto che nel cielo invernale di giorno la Luna appare molto più alta del Sole; ieri le cose stavano così, prendendo come punto di riferimento le gru, che sono più o meno della medesima altezza:


la (piccola e fioca) luna è poco al di sopra dell'edificio bianco, alla sinistra della gru e inferiore all'altezza del suo braccio;


il sole invece è sopra il braccio, e per dirla tutta non mi sembra nemmeno circolare...

comunque sia, ieri il cielo era così:



mentre oggi è così:




ed è veramente difficile per me credere che quelli siano normali "scie di condensa" prodotte dai gas di combustione degli aerei di linea, dal momento che gli aerei volavano ieri come volano oggi, ma evidentemente quello che rilasciano nell'aria non è lo stesso. Potrei avere una spiegazione non-complottistica e rassicurante per tali fatti? Ne dubito, e in ogni caso non saprei a chi rivolgermi per averla; come per gli UFO, è impossibile (per me) negare l'evidenza, ma riguardo la reale entità del fenomeno, come si suol dire, brancoliamo nel buio completo.
Non è cosa da gente perbene, il brancolare.

Intanto però la primavera è arrivata:


le Violette soavi abbondano lungo le strade della periferia
(e in foto sembrano blu)


assieme ai Ranuncoli, che -scopro ora- sono tossici anche al contatto e
"Sulla pelle umana (...) possono creare delle vesciche (dermatite); mentre 
sulla bocca possono provocare intenso dolore e bruciore alle mucose[18]."

(capito, i fiorellini?)


la Camelia è pronta a esplodere con tutta la potenza del suo profumo, e già le prime esplosioni di colore sono fotografabili in città:


FUORI di QUI!!

--

LA CULTURA ETILICA/parte II


la fermentazione, leggiamo nel video, si produce dalla materia in decomposizione, e vale la pena di notare che la nozione considerata 'diceria' sulla putrefazione delle proteine nel nostro sistema digestivo ha qualche sostenitore autorevole, come il Dott. David Klein (...!) che scrive sul suo sito:

"Le proteine non digerite (principalmente quelle della carne, dei latticini, dei fagioli, della frutta secca e dei semi) si decompongono rapidamente (marciscono) nei nostri caldi visceri, così come il latte inacidisce a temperatura ambiente in una giornata calda. I prodotti della putrefazione sono altamente tossici e cancerogeni. Essi comprendono: metano, solfuro di idrogeno e mercaptani (che danno l'odore di uovo marcio quando accompagnati dal gas metano), cadaverina, putresceina, ammoniaca, indolo, scatolo, leucomaine e una quantità di altri gas e sostanze tossiche e cancerogene. Così come il gas di solfuro di idrogeno decompone il cemento, e i tubi fognari di ferro e acciaio, esso irrita e distrugge la cane dei nostri intestini e del colon. In condizioni alimentari fortuite, i carboidrati semplici (della frutta) e carboidrati complessi (amidi dai farinacei e patate bianche) fermentano rapidamente a causa di funghi e batteri nell'intestino. Il risultato è la produzione di alcol e di aceto che sono dozzine di volte più tossici dell'alcol. Questi devastano i tessuti intestinali e possono provocare dolorose ulcerazioni.

Inoltre, il surriscaldamento dei cibi grassi e molto proteici, che richiedono una lunga digestione, causa nello stomaco la secrezione e la ritenzione di copiose quantità di acido. Quando tali condizioni di iperacidità sono croniche, lo stomaco e gli intestini possono infiammarsi e ulcerarsi e lo sfintere del piloro, che normalmente permette al cibo di entrare nel duodeno, può richiudersi. Questo in genere porta alla fermentazione e alla putrefazione del contenuto dello stomaco, al disturbo del riflusso gastroesofageo (GERD), vomito e forti dolori. Infiammazioni croniche e ulcerazioni portano al cancro."

(https://davidkleinphd.wordpress.com/2010/01/25/is-your-food-digesting-or-rotting-in-your-gut/ - Trad. mia)

Questo quindi è lo scenario standard del consumatore "saprofita" e in part. del sarcofago, perché lo ripeto ancora una volta: mangiare cadaveri non è cosa buona né giusta per nessun essere umano.
Anche Pitagora assieme ai cadaveri disdegnava i "frutti musicali", i legumi, e mangiare l'amido, così come il glutine, equivale letteralmente a 'riempirsi lo stomaco' di una pesante massa collosa -per questo un semplice panino può sostituire un pasto completo, per la sensazione di 'pienezza'; e in Oriente c'è chi campa con una o due ciotole di riso (brillato, e bollito) al giorno, 'cibo di base' equivalente del nostro pane.

Questo descritto dal Dott. Klein è il paradossale stato di "normalità" di chi segue le regole della mortale Piramide Scolastica, e di chi ancora crede al "fabbisogno proteico quotidiano", che è probabilmente la pietra angolare della medicina moderna, e quindi di Big Pharna, mentre alcuni medici (strano a dirsi, dai cognomi inconfondibilmente "ebreo-americani", come il famoso Dott. Campbell di The China Study) osano contraddire il dogma dell'establishment, e svelano come in questo caso ciò che è ovvio, palese e inevitabile, ma non di meno spesso impensabile per l'utente alimentare medio. Che la porzione di un cadavere che si è sempre conservata al freddo, per evitare la putrefazione, venga improvvisamente inserita in un tubo alla temperatura media di 37°, e cominci a marcire, sembra una cosa inimmaginabile per chi si nutre di quella stessa porzione a tavola.


Trad.: "UN PAZIENTE CURATO E' 
UN CLIENTE PERDUTO. -- BIG PHARMA"

E peggio, si pensa che durante le N ore della digestione, con il transito di materia decomposta dallo stomaco nell'intestino, non succeda mai nulla, perché "ci sono i succhi gastrici", e quindi nessuno si ammala di ulcera, o di reflusso, o di gastrite, o di cancro... Mai!!! 
Il solo pensiero di avere della carne che sta marcendo rapidamente nel proprio corpo -che si presume della stessa materia- è tanto ripugnante e insopportabile che il consumatore fa molto volentieri a meno di intrattenere l'idea di questa realtà naturale per un istante, così come in partenza fa a meno di pensare che le bistecche non crescono sugli alberi, a differenza del cibo vero.

Come vediamo poi nel video, esistono forme di vita che invece amano il marciume, la putrefazione e la fermentazione, e se l'ambiente dell'organismo sopra descritto non fosse ancora abbastanza insalubre -che dal loro punto di vista è un paradiso- qualcuno ha la buona idea di innaffiare il tutto con un liquido prodotto proprio dalla fermentazione, come la birra o il vino. 
Queste forme di vita sono ovviamente i parassiti:


e per quanto le immagini, e le parole del documentario, secondo il quale siamo tutti in vario grado infestati da una varietà di questi mostri invisibili, siano piuttosto difficili da digerire, non possiamo che prenderne atto, e comportarci di conseguenza rendendo la loro vita la più dura possibile, anziché lasciare che essi prendano il sopravvento e ci controllino completamente, a partire da ciò che "vogliamo" mangiare, ma che di fatto è ciò che mantiene loro in vita.

Il caso più eclatante è quello dei cestodi del genere Taenia; la solium, leggiamo su Wikipedia, è "diffusa in tutto il mondo. Poiché il maiale è l'ospite intermedio del parassita, il completamento del ciclo vitale avviene nelle regioni in cui l'uomo vive a stretto contatto con il maiale e mangia la sua carne non cotta. È comunque importante notare che la cisticercosi umana si acquisisce con l'ingestione delle larve, dette cisticerchi, presenti nelle carni degli ospiti intermedi (per T. solium sono i suidi) crude o poco cotte, e raramente (solo per T. solium), per ingestione diretta di uova, presenti nelle feci umane o comunque in cibi contaminati da feci umane."
Inoltre: "I cisticerchi spesso possono annidarsi nel sistema nervoso centrale, in cui possono causare gravi problemi neurologici come l'epilessia e perfino la morte. La presenza di cisticerchi nel corpo di una persona è chiamata cisticercosi."


La specie saginata invece "È lunga all'incirca tra i 4 e 6 metri, ma può arrivare a misurare 12 metri; il suo ciclo vitale dura all'incirca 8 anni. Esso si svolge principalmente tra l'uomo, che svolge il ruolo di ospite definitivo e nel quale si ritrovano i parassiti adulti, e il bovino, che svolge il ruolo di ospite intermedio e nel quale si ritrovano le larve incistate preferenzialmente a livello del muscolo e del sistema nervoso centrale.


Immagine ottenuta con microscopio a scansione 
dello scolice di un verme a nastro - Wikipedia
(L'aglio uccide questi mostri, e probabilmente
per questo nel folklore la collana d'aglio è un
rimedio contro i "vampiri")

Della T. saginata leggiamo ancora:
"Per l'uomo è molto meno pericolosa della Taenia solium (quella del maiale) perché, nel caso della Tenia solium, egli può divenire l'ospite occasionale delle forme larvali del parassita. In questo caso si instaura una malattia detta cisticercosi dove i cisticerchi si localizzano nelle visceri e nel sistema nervoso centrale in cui le cisti possono dar luogo ad esito infausto."

Questi dunque sono i "custodi segreti", i deterrenti delle carni suine e bovine, la cui minaccia dovrebbero tenere alla larga i consumatori necrofagi dai poveri resti mortali, almeno fintanto che non sono stati surriscaldati (cotti) a dovere; ma sapendo che la gente mangia anche quella sorta di "carne" che è stata irrorata di ammoniaca per fare dei buoni "hamburgers" privi di Escherichia coli, possiamo anche fare a meno di sforzarci in questo senso.

"Al khol" si trova anche nella costellazione di Perseo, nella stella nota come Algol", di cui leggiamo su Wikipedia: "L'associazione di Algol a un demone (Ghul nella tradizione araba), dovuta probabilmente al suo comportamento, suggerisce che la variabilità della stella fosse conosciuta anche prima del XVII secolo[7], anche se non esiste nessuna prova certa a proposito[8]."

A questo punto il video di Mr. Smith si perde nei meandri del fumetto, dove il tremendo Ra's al Ghul (Testa-di-Ghul) sfida Batman dal 1971. Ovviamente il personaggio della D.C. Comics condivide soltanto la qualità precipua dell'Essere Maligno con la realtà dell'etile, ma il concetto del 'demone', che si impossessa del malcapitato utente alcolico, è più che mai valido in questo caso, da che esso è sicuramente causa di sciagura e rovina nell'esistenza dell'individuo come del consorzio e, parlando di alcol, dell'umanità intera nel corso della sua storia.

L'alcol, che l'etimologia sia esatta come io sospetto, oppure no, è quel Demone che oggi serve fedelmente il potere, i nostri governatori cocainomani, per mantenere le masse in una sospensione semi-cosciente di costante ebbrezza, di torpore, abulia, indifferenza, ignavia. Confusione mentale, per cui i media sono in grado di plasmare il pensiero delle masse con la mera diffusione di certe informazioni rispetto ad altre, così come avviene a livello "didattico" in età scolastica.
La nostra cultura è basata sulle menzogne dei vincitori delle guerre, ma le nostre cronache quotidiane in compenso sono strategia di marketing dei globallisti, i cosiddetti "illuminati" imprenditori della Grande Fiera; gli anglofoni lo sanno bene, perché invece di "bersi" certe fole ufficiali loro le "comprano" (verbo to buy). Nel Belpaese ce le beviamo tutte, perché questa è la tendenza generale dai tempi dell'Enotria.

L'Italia poi contiene il microcosmo ecclesiastico del Vaticano, una forma di parassitismo che sicuramente nel quadro di insieme della biologia politica inter/nazionale è più simile ad un commensalismo (e inquilinismo) simbiotico; la dottrina della transustanziazione cristiana prevede che il corpo di Cristo divenga di carne, e il suo sangue di vino. Lo zucchero o carboidrato complesso che è il "pane" di "grano duro", è a livello energetico-nutrizionale uno dei peggiori nutrimenti possibili, e l'alcol o "spirito" di una bevanda fermentata come il vino è la madre di tutte le droghe, la più inutile (nel contesto psiconautico e filosofico) ma anche la più dannosa delle sostanze d'abuso sul mercato.
Se si dovesse mai inventare un demone che rappresentasse la malattia,  il degrado fisico, mentale e morale dell'uomo moderno, escludendo la macelleria per ovvi motivi, lo si dovrebbe concepire con un corpo di pane impregnato di vino, proprio come si concepì quel famoso giudeo oggi idolatrato presso i Gentili d'Occidente. 

Entrambe le 'sostanze' con cui si plasmò quel personaggio simbolico sono in parole semplici due vere e proprie droghe, ed entrambe sono "droghe di base" per miliardi di persone; il pseudo-oppiaceo gliadina che attiva i recettori oppioidi nei nostri cervelli quando mangiamo il pane, e che nel contempo attiva il sistema immunitario che produce anti-corpi anti-gliadina, è una droga economica, efficace, perfettamente integrata nella tradizione alimentare, un veleno insospettabile per un delitto perfetto, anche se queste informazioni sono disponibili per chiunque sulle enciclopedie. 
Del resto, un "pane" o una "pasta" si ottengono da qualunque tipo di "grano", e oggi abbiamo  vari esempi di succedanei del frumento sul mercato; se però lo sfarinato del 'grano' contiene naturalmente -o meno- colla (l'etimologia del gluten è certo più significativa per gli anglofoni, che dicono 'glue' la colla) allora sicuramente lo sforzo produttivo è minimo, non occorrono emulsionanti, addensanti, e altre simili diavolerie chimiche che in genere derivano dagli scarti della macellazione (! ahimé)

Dell'alcol si potrebbe parlare all'infinito, ma temo che ogni singolo lettore adulto ne abbia esperiti gli effetti nelle più svariate occasioni, nel corso della sua vita, anche se paradossalmente nel rito eucaristico moderno all'utenza spirituale si rifila soltanto un boccone di pane cartonato senza nemmeno un goccio del simbolico 'sangue', che contiene lo "Spirito Di Vino", ed è tutto per l'officiante soltanto.
Allora, va notato che durante questa Finzione -pardon, funzione rituale pubblica, questo show teatrale religioso chiamato "messa", c'è un solo personaggio fra tutti, che beve il simbolico "sangue" del simbolico "Cristo" solare; colui è un tizio che abita in una sorta di castello buio, e si veste sempre di nero lungo, ma non azzardatevi a chiamarlo 'vampiro', perché temo sia "eresia". Persino il fatto che questo tipo di parassita sociale mandi dei servetti -di solito dei bambini, e di solito abusati- tra la folla per "succhiare la linfa vitale" che è rappresentata dal denaro, sembra non insospettire minimamente il Gentile Pubblico riguardo la totale iniquità di queste cerimonie di salasso rituale.

Come nel caso dello show spaziale, quando tutta la Realtà del Falso è perfettamente visibile, chiara, lampante, a prova di idiota, è giocoforza che qualcuno ne approfitti, di fronte alle reazioni entusiastiche dell'utenza multimediale e spirituale alla stessa stregua, per la imposizione della Autorità, scientifica o mistica; nessuno sembra aver chiara l'idea che questo tipo di guide portano sempre e soltanto a perdersi nel nulla. Quello del mito mortale dei cristiani, così come nello spazio teorico dell'astronomia moderna.

Anche lo "spirito di vino", ottenuto dalla fermentazione dell'uva, così come il "corpo di cristo" composto di grano macinato, sono prodotti della lavorazione di vegetali, e rappresentano quindi la "realtà naturale" del sistema biologico terrestre, in cui lo stra-potere legislativo è fin troppo evidente per tutti noi durante l'epoca del proibizionismo della canapa, quando tutti sono malati, e peggiorano esponenzialmente le cose con le "alternative legali" rifilate dai Controllori, sia sul versante dei farmaci che su quello degli 'usi ricreativi'.
Qualcuno un giorno rese il frumento l'unico ingrediente del nostro 'cibo di base' per antonomasia, per l'Utente Spirituale che chiede il suo "pane quotidiano" (senza specificare gli ingredienti) al dio degli ebrei, così come per l'ateo che non ha bisogno di credere in dio per farsi un bel piatto di pastasciutta.
Come sappiamo, qualcun altro a suo tempo creò una certa varietà di frumento estremamente redditizia e, non di meno, tossica, che prese il sopravvento su ogni altra coltivazione, e da allora questo è il nostro mezzo gaudio, che è soprattutto un Male Comune (in termini clinico-teorici, "celiachia", ma evidentemente questa è soltanto una parola che definisce un intero mondo perlopiù ignoto).

Più glutine = più gliadina = più attività dei recettori oppioidi e del sistema immunitario = più malati
e drogati.

Si tratta soltanto di "una pianta", in fondo, ed è quello che si può dire della canapa, e del mostruoso giro d'affari generato dalla sua proibizione (così come del papavero, e della coca); allo stesso modo la coercizione di un "cibo di base" come un grano è una cornucopia per il "sistema sanitario", è una fonte costante di guadagni e di malanni, fintanto che l'utenza stessa non sospetta nemmeno vagamente il "destino" che gli è toccato. In fondo, è la stessa gente che mangia delle carogne...
Quello che ci danno da mangiare è un grano inventato, né più né meno come il mito cristiano; per scrivere del messia Gentile non si usarono i raggi gamma, come per la creazione della varietà  di frumento "Creso", ma ugualmente si utilizzò un modello preesistente, per "creare" -cioè, modificare, distorcere, fino modificare i caratteri essenziali dell'origine- qualcosa di diverso, che si potesse utilizzare come il modello precedente nella sua funzione precipua (il nutrimento dello spirito o del corpo dell'utenza) con esiti differenti, tendenzialmente opposti alle aspettative logiche; entrambi i risultati si possono definire propriamente letali, perché quello cristiano è il mito della morte, e questa è pure la strada presa di gran carriera dall'Italico spaghettaro e pizzaiolo, che probabilmente riesce a sopravvivere tanti anni ad un simile trattamento solo grazie al sangue... del pomodoro.

Tutti conosciamo l'aforisma di Gandhi «Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo. »; Vegan Bulletin ci propone questa parafrasi che riassume lo spirito del veg(etari)ano:

Trad.: "'Vegan'.. Perché io sono il
cambiamento che vorrei 
vedere nel mondo"

e anche perché un vegan è piatto, e non assomiglia ad una palla.



Sempre all'erta...

2 commenti:

  1. Ciao , avevi visto questo video interessante sulla Luna ,Sole ed altro secondo i testi indiani , pubblicato da Tinelli ?
    A me ha ispirato tantissimo .

    https://www.youtube.com/watch?v=sigwu-4UCig

    Ciaoo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho menzionato Rahu qualche tempo fa, ad es.:
      http://verorizzonte.blogspot.it/2016/06/10-facili-metodi-per-distruggere-le.html .. grazie per il commento, a presto

      Elimina